News Meteo

Flash Meteo: Ferragosto con tempo instabile.

by Samuele Giampietro

Aggiornamento meteo esteso dedicato al quadro meteorologico previsto per i prossimi giorni in Abruzzo. Ci teniamo, da subito, a fare un'importante premessa: in questo articolo cercheremo di riportare quanto la modellistica numerica ci mette a disposizione stando alle ultime emissioni, nei prossimi giorni non mancheranno nuovi aggiornamenti per capire in che modo si muoverà la perturbazione. C'è un elemento di fondamentale importanza, che spiegheremo tra poco, che potrebbe far cambiare in poco tempo l'intera previsione, ovvero il minimo depressionario. Vediamo la previsione nel dettaglio:

Fino a parte della giornata di domani, il campo di alta pressione continuerà a garantire tempo in prevalenza stabile anche sulla nostra regione, con valori termici sopra le medie stagionali. Non mancherà la presenza di qualche acquazzone sui settori appenninici e a tratti aree dell'aquilano e marsicano. Da domani sera/notte e nella giornata di martedì, il sistema altopressorio inizierà gradualmente a cedere il posto all'ingresso di un nucleo depressionario di origine Atlantica che affonderà sulla nostra Penisola proprio tra martedì e la giornata di Ferragosto. 

Già dalla seconda metà della giornata di martedì, per quanto riguarda l'Abruzzo, non mancherà la formazione di temporali sparsi qua e là su buona parte del territorio regionale in ulteriore sviluppo ed estensione nel corso della serata, i primi segnali di un graduale aumento dell'instabilità. A seguire, dalla serata/nottata, si entrerebbe nel vivo della perturbazione. 

Le masse d'aria fresca inizieranno a spostarsi verso Sud favorendo un generale rimescolamento d'aria nei bassi strati, dove negli ultimi giorni, a causa dell'umidità elevata, la qualità dell'aria era diventata scadente. Secondo gli ultimi aggiornamenti, lo spostamento di questo minimo di bassa pressione dal Tirreno fin sullo stretto di Messina, favorirebbe oltre ad un generale rinforzo dei venti dai quadranti settentrionali, in particolare sulla fascia costiera, anche la possibilità di annuvolamenti in formazione dal mare, tra la nottata del 14 e la mattinata del 15, che andranno successivamente ad estendersi sul resto del territorio regionale. A queste nubi si andranno ad associare fenomeni temporaleschi che, localmente, potranno risultare anche intensi. Per il momento, possiamo dire che nella mattinata e nel primo pomeriggio di Ferragosto i fenomeni sembrerebbero essere più probabili lungo la fascia orientale della regione. Tra la mattinata e la sera, invece, i fenomeni potranno interessare diverse aree dell'entroterra abruzzese e settori occidentali. Per quanto riguarda la fascia orientale, ci teniamo a dire che in una situazione del genere non si esclude la possibilità che i fenomeni possano essere intervallati da nuvolosità sterile o da locali e/o ampie schiarite. Nel caso di quest'ultima, tuttavia, c'è da valutare l'eventualità di improvvisi annuvolamenti che favorirebbero dei rapidi ed inaspettati acquazzoni. Essendo una situazione instabile e poco affidabile, è bene segnalare ogni possibile quadro meteorologico. Questa fase di instabilità atmosferica potrebbe perdurare almeno fino alla giornata di giovedì. 

Infine, osserveremo una generale diminuzione delle temperature che si riporteranno nelle medie stagionali, la qualità dell'aria tornerà a migliorare, i venti saranno in rinforzo prevalentemente dai quadranti settentrionali e i mari generalmente mossi o molto mossi. 

Per il momento ci fermiamo qui. Come detto all'inizio e nell'aggiornamento, bisogna valutare quale spostamento effettuerà il minimo di bassa pressione che, nella maggior parte dei casi, è il responsabile di un possibile ed istantaneo cambiamento della previsione. Cercheremo di informarvi al meglio su questa situazione attraverso i nostri aggiornamenti sul sito e sulla pagina Facebook. 

Contesto estivo, ma il rischio temporali sarà presente.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dal 7 al 12 Agosto 2018.

 [Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

Ci avviamo verso il ferragosto, il culmine, in un certo senso dell’estate, per chi, come la maggior parte sarà in ferie, tra assolate spiagge, cime montuose ed altro. Le condizioni meteo, sembrano tuttavia discrete un po' ovunque, nel senso, che le temperature saranno rispettate da parte della stagione, ma la classica instabilità continuerà ad essere presente, soprattutto sui settori montani delle alpi e degli appennini.

Martedì, 7 Agosto, qualche fenomeno a carattere di rovescio, potrà essere presente già dal mattino sulle alpi occidentali, specie Valle d’Aosta. Con il passare delle ore, i fenomeni, tenderanno ad estendersi anche sulle altre zone alpine. Meglio andrà sulla Pianura Padana, ove qualche veloce precipitazione potrà essere presente. Al centro, cielo poco nuvoloso al mattino, formazioni cumuliformi, saranno possibili lungo la dorsale appenninica con dei rovesci prima di sera su quello settentrionale ed in parte centrale. Meglio lungo le coste tirreniche ed adriatiche. Rovesci più estesi sulla Sardegna. Al sud, generalmente bel tempo, anche se in serata dei temporali saranno possibili sulla Sicilia. Ventilazione per lo più orientale, temperature senza variazioni di rilievo.

Mercoledì, della nuvolosità alta e stratiforme, sarà presente dal mattino sul nord e parte del centro, con qualche pioggia sull’arco alpino. I fenomeni tenderanno ad essere presenti, anche sull’appennino, soprattutto su quello centrale ed anche meridionale prima di sera. I venti in genere provverranno dai quadranti orientali e sud orientali, temperature stazionarie.

Giovedì, non sarà molto diverso, in quanto, dopo un avvio buono un po' dappertutto, meno che sulle regioni occidentali, ove potrà esserci qualche precipitazione, le nubi a sviluppo verticale non tarderanno a mancare, con dei temporali anche lungo le zone interne della fascia peninsulare. Qualche fenomeno sarà presente anche sulla Sardegna. Le temperature non subiranno delle variaizoni importanti, sempre nel contesto tra i 17 ed i 20°c ad 850 hpa, quindi un contesto estivo, mentre anche i venti continueranno ad essere orientali.

Venerdì, la pressione, a giudicare dai modelli, appare ben salda anche sull’Italia, ma tuttavia i classici rovesci non mancheranno, nella giornata. Sulle regioni settentrionali, già dal mattino, sembrano profilarsi delle piogge, che immancabilmente tenderanno a portarsi anche lungo le aree interne della parte peninsulare, fino alle regioni meridionali, prima di sera. Le temperature saranno in aumento, di qualche grado, sulle regioni centrali, ventilazione in genere orientale.

Sabato, non cambierà granchè, i rovesci a carattere temporalesco, saranno presenti nel corso del pomeriggio sia su buona parte del settentrione, che lungo tutta la fascia interna e quindi appenninica, specie sull’appennino calabro – lucano, con eventi tra moderati e forti. Venti da est sulle venezie e sulle regioni adriatiche, da nord ovest al sud, temperature pressochè stazionarie.

Infine uno sguardo a Domenica, la quale appare piuttosto come le altre giornate che l’hanno preceduta. Fenomeni ben presenti al nord ed in parte lungo le altre zone della penisola. Venti da est sull’adriatico, da ovest sulle tirreniche. Temperature stazionarie.

In Abruzzo.

La situazione, sulla nostra regione, continuerà ad essere sempre come stiamo vedendo in questi giorni : buono al mattino, nubi torreggianti nelle zone interne, con dei fenomeni anche a carattere moderato. La ventilazione sarà sempre da est, temperature in leggero aumento da metà settimana.

Farà caldo, ma rovesci su alpi ed appennino Calabrese.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dal 30 Luglio al 5 Agosto 2018.

 [Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

Con l’ingresso del nuovo mese, quello di Agosto, le condizioni meteo sulla nostra penisola e su buona parte dell’ Europa occidentale saranno davvero estive se non di più come su Spagna, Portogallo, Francia del sud in particolare, con valori del campo termico ad 850 hpa oltre i 28°c addirittura anche i 30°c, come appunto sulla penisola Iberica. L’Italia, sarà abbracciata anch essa da una 20 / 22°c e quindi il clima sarà sempre estivo, a parte dei rovesci temporaleschi più presenti tra prealpi ed alpi e sulla Calabria. Meno instabilità invece sulla fascia centrale.

Intanto Lunedì, buono quasi ovunque al mattino, nubi in ogni caso sui settori alpini, mentre dei rovesci non mancheranno tra il pomeriggio e la sera. Al centro, sereno o poco nuvoloso sempre nelle ore mattutine, addensamenti anche qui, ma difficilmente saranno possibili dei fenomeni di rilevanza. Al sud buono su Campania, Puglia e Basilicata, variabile su Calabria. Aumento della nuvolosità tra l’appennino Lucano fin sulla Sila con dei rovesci pomeridiani di moderata intensità. Temperature stazionarie o in leggero aumento, venti per lo più da est nord est lungo le adriatiche, da sud ovest al nord e sulle tirreniche.

Martedì, inizialmente buono dappertutto, i soliti addensamenti arriveranno sulle alpi occidentali e sulla Calabria, con dei rovesci a carattere moderato. Sulle restanti zone tendenza a della nuvolosità lungo le aree montuose, ma con scarse possibilità di piogge. Venti per lo più come il giorno precedente, temperature in aumento di almeno un paio di gradi specie sulle alpi orientali con valori ad 850 hpa sui 24°c.

Mercoledì, 1 Agosto, la situazione non si discosterà di molto dal giorno precedente. Dopo un avvio abbastanza buono, la situazione che si ripresenterà sarà come quella dei giorni precedenti, con rovesci e temporali sull’arco alpino e sui monti Calabresi, su quest’ultime, sempre a causa delle correnti instabili in parte da nord est ed in parte da nord ovest. Le temperature rimarranno stazionarie, con massime che supereranno i  35°c in molti casi, tra nord e sud, anche a quote medie. Ventilazione da sud ovest su buona parte del settentrione, da nord est tra le Venezie e tutte le aree adriatiche, da nord nord ovest sulle rimanenti aree.

Giovedì, bello e soleggiato al mattino al nord, centro e su parte del sud, con nubi in addensamento quasi da subito sui monti Calabresi. Addensamenti in formazione sulle alpi con qualche rovescio sparso prima di sera, su buona parte del territorio in questione; meglio in val Padana e lungo la fascia peninsulare, tranne tra Lucania e Calabria con dei temporali di entità tra moderati e forti. Temperature in aumento al nord e su qualche zona del versante tirrenico, in lieve calo sulla Calabria e la Sicilia, queste ultime rimarranno una delle zone al di sotto dei 20°c ad 850 hpa.

Venerdì, non cambia granchè. Le correnti orientali, apporteranno ancora dei temporali tra la Lucania e la Calabria, di moderata entità. Altrove tempo abbastanza buono, qualche fenomeno molto localizzato sulle zone alpine e prealpine. Ventilazione in genere nord orientale, a parte il nord ovest che vedrà le correnti più di direzione sud occidentale, le temperature rimarranno pressochè invariate, quindi molto caldo al nord ed al centro, un pochino meno al sud.

Sabato, senza grosse variazioni, la situazione rimarrà molto simile al giorno precedente.

Domenica, mattinata buona quasi ovunque. Qualche acquazzone sarà presente sulle alpi, buono al centro, migliora anche sulla Calabria e sulla Sicilia orientale, ove comunque qualche veloce rovescio potrà essere ancora attivo. Temperature stazionarie sulle regioni settentrionali, in aumento al centro con valori sui 22 / 23°c ad 850 hpa ed al sud, anche se un po' meno.

In Abruzzo.

Sulla nostra regione le condizioni meteo saranno buone, a parte qualche addensamento pomeridiano, ma con scarse possibilità se non qualche, rovescio pomeridiano molto veloce, ad inizio settimana. Farà abbastanza caldo con valori ad 850 hpa  tra i 19 ed i 22°c tra est ed ovest, per i venti in prevalenza orientali. Quindi potremo avere dei valori massimi che anche sulla media collina toccheranno i 35°c se non oltre. Week end con la colonnina di mercurio ancora in leggera salita.

Settimana con possibili rovesci pomeridiani al nord ed in parte sui rilievi dell’estremo sud.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dal 24 al 29 Luglio 2018.

 [Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

Il passaggio perturbato, che sta per lasciare la nostra penisola, che ha apportato dei fenomeni lungo le coste adriatiche dapprima, ma di entità moderata, mentre più vistosi in alcune località della Puglia, lascerà nuovamente spazio a tempo del tutto sommato buono e ad un nuovo aumento termico di vari gradi, lungo tutto lo stivale. Già domani, Martedì, le condizioni andranno migliorando su buona parte della fascia peninsulare, mentre dei temporali saranno più presenti al nord ovest. Situazione questa che più o meno andrà avanti anche nei giorni prossimi, ove, tra l’altro, un richiamo orientale un pochino instabile, potrà dar luogo a rovesci nel pomeriggio sui monti Calabresi ed in parte Siciliani.Le temperature tenderanno ad aumentare con il passare dei giorni, infatti al momento, il week end appare appunto con valori su molte zone sui 20°c circa, ad 850 hpa.

Martedì, il cielo si presenterà poco nuvoloso su buona parte del territorio nazionale. Qualche nuvola in più ci sarà sul nord ovest e sulla Calabria. Fenomeni a carattere di rovescio sulle zone alpine, specie nord occidentali, con un accentuamento tra il pomeriggio e la sera. Qualche precipitazione anche sulla Sila e l’Aspromonte. Altrove cielo poco nuvoloso, con qualche addensamento lungo i rilievi maggiori. Venti da sud sud ovest sulle regioni settentrionali, da nord est altrove, temperature stazionarie o in leggero aumento al nord, in aumento al centro, stazionarie o in lieve calo al sud.

Mercoledì, non cambierà granchè, la situazione rimarrà molto simile al giorno prima. Qualche rovescio non mancherà sulle alpi, appennino tosco emiliano, centrale prima di sera sui versanti occidentali e tra Lucania e Calabria. Sulle rimanenti zone tempo discreto con cielo poco nuvoloso al mattino, qualche nube in più a seguire. Venti come il giorno precedente, temperature in aumento un po' ovunque con valori ad 850 sui 20°c sulle alpi e sulle zone centrali della penisola.

Giovedì, pressione ancora in aumento, bello ovunque al mattino, tranne sul nord ovest, ove sarà presente una certa nuvolosità. Nel corso del pomeriggio, qualche temporale si affaccerà lungo le aree alpine, così come sulle zone della Sila. Prima di sera, rovesci anche su alcune località lungo il centro. Venti da sud sulle regioni settentrionali e la Toscana, da nord est sulle altre zone.

Venerdì, sempre nubi sul nord ovest, al mattino, poco nuvoloso altrove. Nel corso del pomeriggio, addensamenti più accentuati sulle regioni settentrionali con acquazzoni sull’arco alpino e di seguito sull’appennino centrale e meridionale. Meglio lungo le zone costiere, sia tirreniche che adriatiche.

Ventilazione come nei giorni precedenti, temperature in leggero aumento un po' ovunque.

Sabato, buono al mattino ovunque, a parte della nuvolosità sul nord ovest, possibilità di rovesci anche a carattere temporalesco sia sulle alpi che lungo la dorsale appenninica, fino a quello meridionale. Venti sud occidentali al nord ovest e sulle tirreniche, dai quadranti orientali sulle altre zone. Temperature in leggero aumento al nord ed al centro.

Domenica, infine, mattinata abbastanza soleggiata ovunque, qualche addensamento sulle alpi con dei rovesci pomeridiani. Anche lungo le aree appenniniche, specialmente su quello calabro lucano ci sarà spazio per dei fenomeni. Venti sud occidentali sui versanti ovest, da est lungo le adriatiche, temperature in leggero aumento specie lungo le regioni centrali.

In Abruzzo.

Le condizioni meteo saranno abbastanza buone, ma in ogni caso qualche fenomeno pomeridiano, a carattere debole e sparso, potrà essere presente nell’entroterra. Sabato pomeriggio, al momento appare un pochino più disturbato, sempre sui versanti ovest. Domenica buono e caldo.

Temporali più presenti lungo l’arco alpino ed a tratti sull’appennino.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dal 17 al 22 Luglio 2018.

 [Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

Il mese di Luglio è al giro di boa e in ogni caso stiamo per assistere al passaggio di un fronte perturbato che dalle regioni settentrionali, si porterà su quelle centrali nella serata di oggi, Lunedì 16. Nella notte, ancora fenomeni, poi, passato il tutto, rimarrà in ogni caso dell’instabilità pomeridiana, ancora domani, sia su alpi ed appennini, mentre nei giorni ancora a venire, solo il nord sembra che subirà altri fenomeni temporaleschi. Avremo, già a partire da queste ore un calo delle temperature, da nord verso sud, di qualche grado, mentre nel corso della settimana, di nuovo un aumento con valori oltre i 20°c ad 850 hpa, potrà verificarsi tra centro e sud.

Intanto nella giornata di domani, Martedì 17 Luglio, passato appunto il fronte perturbato, il cielo si presenterà poco nuvoloso sulle regioni settentrionali, della nuvolosità legata al passaggio della perturbazione, ancora sarà possibile tra basso Marche, Abruzzo, Molise e Puglia. Nel corso del pomeriggio, degli addensamenti non mancheranno lungo l’appennino centrale e meridionale, con qualche rovescio nelle zone interne. Disturbi anche su alpi e prealpi, con qualche fenomeno sparso. Temperature oramai scese di qualche grado, si manterranno tra i 17 ed i 18°c ad 850 hpa, praticamente un po' ovunque sul territorio Italiano, venti in genere dai quadranti settentrionali.

Mercoledì, buono su gran parte della penisola, tuttavia, la solita nuvolosità a carattere cumuliforme, potrà essere presente prima di sera sui rilievi alpini ed appenninici, con fenomeni a carattere di rovescio, ma nulla di rilevante alla fine. Temperature in lieve aumento, soprattutto lungo la fascia alpina, venti da nord est sulle adriatiche, da ovest-nord ovest, su quelle tirreniche.

Giovedì, non cambierà granchè, disturbi pomeridiani sulle località alpine e tra l’appennino centrale e meridionale. Leggero aumento delle temperature, ventilazione come il giorno precedente.

Venerdì, tempo bello su buona parte del nostro territorio nazionale, con l’anticiclone di estrazione sub tropicale in rinforzo, ma degli addensamenti lungo l’arco alpino, apporteranno dei fenomeni anche a carattere moderato nel corso delle ore pomeridiane. Meglio lungo la fascia peninsulare. Ventilazione meridionale sulle due isole maggiori e sui versanti tirrenici, orientale su quelli adriatici. Temperature in aumento al centro sud e specie sulla Sardegna con valori ad 850 hpa tra i 23 ed i 24°c, per cui qualche località potrà anche toccare i 40°c di massima.

Sabato, di nuovo, la pressione tenderà a scendere un po', la quale, tornerà ad apportare dei nuovi fenomeni soprattutto al nord e su parte del centro nord, nel corso del pomeriggio. Meglio andrà al sud. Temperature in leggero calo al centro, stazionarie al sud. Ventilazione occidentale.

Infine Domenica, al momento, appare con la probabile formazione di una goccia fresca ed instabile sulle Baleari, la quale potrà essere responsabile di un guasto del tempo con piogge e temporali su buona parte del settentrione, specie sulla parte occidentale, mentre via via, verso sera anche sul centro, prima di sera. Temperature in calo al nord e sul centro, venti da ovest-nord ovest, in qualche caso come la Sardegna, anche tra moderati e forti.

 In Abruzzo.

Dopo il passaggio di questo fronte instabile, rimarranno ancora delle precipitazioni nel corso del pomeriggio di Martedì. Meglio in fin dei conti tra Mercoledì e Venerdì, come Sabato, ove tuttavia qualche disturbo di breve durata non sarà da escludere. Temperature in aumento, con valori ad 850 hpa sui 20°c circa.Invece, al momento, attenzione tra il pomeriggio e la sera di Domenica, ove qualche temporale di entità moderata se non forte in qualche caso, potrà essere presente, temperature in calo.

Temporali pomeridiani al nord, specie zone alpine, meglio altrove.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dal 9 al 15 Luglio 2018.

 [Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

Ci ritroviamo dopo due settimane con il nostro editoriale, mentre vediamo che le correnti nord orientali, sono tornate a farci compagnia dopo l’aumento termico dei giorni scorsi, che ha portato i valori massimi oltre i 35°c in qualche caso. Nella settimana che va ad iniziare, la situazione appare classicamente del periodo, con possibilità di fenomeni sulle alpi e prealpi e che coinvolgeranno anche alcune aree della Val Padana, mentre migliore la situazione lungo la fascia peninsulare. Tuttavia anche qui non mancheranno dei fenomeni sparsi in qualche caso, mentre al momento, nella giornata di Domenica potranno tornare a manifestarsi delle precipitazioni di un certo rilievo anche lungo l’appennino, specie su quello centrale, per il ritorno di correnti dai quadranti orientali. Le temperature tenderanno ad aumentare di vari gradi, dapprima, per l’afflusso delle correnti meridionali, mentre una diminuzione sui versanti adriatici, almeno, appare possibile, appunto Domenica. Questo il quadro meteo in generale dei prossimi giorni.

Intanto, Lunedì, il cielo sarà nuvoloso sulle alpi occidentali, ove non mancheranno dei fenomeni nel corso della giornata a carattere moderato. Altre formazioni temporalesche saranno possibili anche su alpi e prealpi Lombarde, Venete e del Friuli. Al centro cielo poco nuvoloso al mattino, degli addensamenti pomeridiani saranno presenti nel corso del pomeriggio, ma con scarse possibilità di piogge. Sulle due isole maggiori ed al sud, tempo abbastanza stabile. Venti da est al nord, nord est al centro e buona parte del sud, da ovest sulla Sardegna, temperature stazionarie con valori dai 13°c ad 850 hpa delle regioni adriatiche fin sui 19°c delle tirreniche, del sud e dell’arco alpino.

Martedì, giornata inizialmente discreta sulle regioni settentrionali, mentre ci saranno dei rovesci a seguire nel corso del pomeriggio su alpi e prealpi. Bello al centro, ma anche qui nelle aree interne dell’appennino avremo la possibilità di temporali a carattere sparso. Stessa situazione sull’appennino Lucano. Buono invece all’estremo sud e sulla Sicilia, come sulla Sardegna.

Venti da ovest sui versanti tirrenici, da est lungo le aree che si affacciano sulle adriatiche, temperature stazionarie al sud, in lieve aumento sul centro ed in parte al sud.

Mercoledì, una goccia fresca, presente sulla Germania determinerà dei fenomeni su buona parte delle nostre regioni settentrionali, soprattutto su quelle orientali. Qualche fenomeno nel corso del pomeriggio scivolerà anche lungo l’appennino settentrionale e centrale. Buono al sud, isole comprese. Temperature in calo di qualche grado al nord est, stazionarie altrove, venti press a poco come il giorno precedente.

Giovedì, sempre possibilità di precipitazioni su Triveneto, Lombardia. Qualche addensamento lungo l’appennino settentrionale e centrale, ma con scarse possibilità di precipitazioni, sempre bello e stabile al sud. Ventilazione come il giorno precedente, temperature in leggero aumento al centro ed al sud, stazionarie al nord, a parte un possibile aumento al nord est.

Venerdì, tempo migliore, in quanto la spinta dell’anticiclone sub tropicale tenderà a mantenere il tempo buono al centro ed al sud, mentre qualche fenomeno potrà essere presente nelle ore pomeridiane, anche in val Padana. Temperature in aumento con valori che potranno toccare i 24°c ad 850 hpa su Sardegna e Sicilia, il che vuol dire anche massime intorno ai 40°c, nelle zone poste a bassa quota. Oltre i 20°c anche su buona parte del sud e su qualche area del centro e delle alpi. Comunque sia, una giornata molto calda.

Sabato, caldo e giornata stabile al centro ed al sud, temporali invece al nord, sia su alpi che in val Padana. Temperature in aumento al centro, venti da sud ovest sui versanti tirrenici, da est sulle adriatiche.

Infine Domenica, in cui al momento, sembra che le correnti piegheranno nuovamente da nord est, apportando un calo di alcuni gradi della temperatura e dei fenomeni a carattere moderato specie sui versanti adriatici tra le Marche, l’Abruzzo ed il Molise.

In Abruzzo.

Le condizioni meteo sulla nostra regione si manterranno discrete nei prossimi giorni. Non avremo grossi rischi di temporali, anche se qualcosa potrà essere presente sui settori montani nel corso del pomeriggio. Temperature in sensibile aumento tra Venerdì e Sabato, mentre più fresco appare da Domenica, con il ritorno di temporali a carattere moderato, soprattutto nelle zone interne.

Italia spesso alle prese con temporali pomeridiani.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dal 25 Giugno al 1 Luglio 2018.

 [Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

Il mese di Giugno è praticamente arrivato al capolinea, ma in sostanza le condizioni meteo ancora corrono su quella falsariga dell’instabilità. Nella giornata di Venerdì 22, l’ingresso di correnti fresche dal nord Europa, ha dato luogo a dei fenomeni violenti lungo le aree costiere e dell’immediato entroterra dalla Romagna,alle Marche, all’Abruzzo fin sul Molise e la Puglia e le temperature sono scese di vari gradi, tant’è che in montagna, specie sulle alpi orientali e lungo l’appennino, il fresco mattutino si è fatto sentire con la colonnina di mercurio prossima allo zero in qualche circostanza. La settimana che sta per iniziare e che ci traghetterà nel prossimo week end a Luglio, appare, se vogliamo, compromesso per via delle correnti orientali che continueranno ad apportare degli addensamenti su molte aree Italiane, specie centro sud, con dei fenomeni a carattere di rovescio, anche temporaleschi. Farà ancora fresco, ma comunque verso fine settimana, potremo avere una risalita dell’anticiclone questa volta di stampo nord africano verso la penisola Iberica e le Baleari, coinvolgendo tra il nostro sud e parte delle regioni tirreniche. Quindi temperature che verso Venerdì tenderanno ad aumentare su buona parte dell’Italia.

Lunedì, 25 Giugno, al mattino, nubi e fenomeni a carattere di rovescio sul Triveneto, ove in quota oltre i 2300 m circa potranno risultare nevose. Tempo migliore sul nord ovest, ma delle precipitazioni torneranno nel corso del pomeriggio. Al centro, situazione discreta al mattino, ma rovesci a carattere moderato non mancheranno soprattutto lungo la dorsale appenninica, fin sulle regioni meridionali. Qualche pioggia potrà essere presente sui monti Siciliani e sui versanti orientali della Sardegna. Venti in prevalenza da nord est, deboli con qualche rinforzo specie nelle ore pomeridiane. Temperature ancora stazionarie al mattino, in lieve ripresa sui versanti adriatici dal pomeriggio.

Martedì, goccia fresca a sud della Grecia, per cui ancora dell’instabilità dall’Abruzzo in giù non sarà da escludere. Meglio sulle regioni settentrionali e sulle tirreniche con cielo sgombro quasi del tutto dalle nubi, a parte qualche addensamento da stau da est sulle alpi occidentali nel pomeriggio. Temperature in aumento al nord con circa 16°c ad 850 hpa, ma anche lungo la fascia peninsulare, sui versanti tirrenici ( 12/14°c ad 850 hpa). Stazionarie al sud, ove appunto avremo ancora della nuvolosità con dei fenomeni e dei venti moderati dai quadranti orientali.

Mercoledì, saranno in ogni caso ancora le correnti da est a dominare. In effetti, dai modelli si nota come continua ad essere presente una vasta goccia fresca, che tende a coinvolgere parte della nostra penisola. Al mattino tempo discreto ovunque, nel pomeriggio dei rovesci sporadici saranno possibili sulle prealpi soprattutto. Sul resto del nord, cielo tra poco nuvoloso e a tratti variabile. Al centro, sempre nel corso del pomeriggio, cielo poco nuvoloso ove sarà possibile qualche addensamento locale lungo l’appennino. Al sud, qualche fenomeno non è da escludere sulla Calabria. Buono o discreto sulle isole maggiori. Venti quindi ancora da est, temperature stazionarie, probabilmente in leggero calo tra Marche ed Abruzzo.

Giovedì, al momento la giornata non appare tanto buona su varie regioni. Le correnti da nord est, legate alla goccia fresca posizionata sui Balcani, apporterà dei fenomeni sulla Toscana, Umbria, Marche, Abruzzo, Molise, Lazio, Campania, Puglia e Basilicata, ove nel corso del pomeriggio potranno essere in alcuni casi tra moderati e forti, lungo i rilievi maggiori. Fenomeni da stau orientale anche sulle alpi occidentali. Temperature pressochè stazionarie un po' ovunque.

Venerdì, inizierà ad arrivare il caldo da sud, con la direttrice verso la penisola Iberica. L’Italia, verrà coinvolta solo marginalmente e sui versanti occidentali. Qualche addensamento pomeridiano associato a dei fenomeni, potrà essere presente lungo i rilievi alpini ed appenninici, ma in maniera non del tutto significativa. Venti da ovest-sud ovest in generale, temperature in aumento sulle isole maggiori e sui versanti tirrenici.

Sabato, dei temporali, localmente forti, potranno essere presenti su Lombardia e Veneto, ed in modo minore sulle restanti regioni del nord. Nel corso del pomeriggio, anche sulla Toscana, Umbria, Marche , Lazio ed Abruzzo non mancheranno dei rovesci. Meglio la situazione sulle regioni meridionali. Venti come il giorno precedente, temperature in aumento sull’arco alpino, al centro e soprattutto al sud con valori tra i 16 ed i 20°c.

Infine Domenica 1 Luglio, con dei temporali sul nord est, a carattere moderato, in estensione sull’Emilia Romagna e sul medio adriatico. Sulle rimanenti zone tempo discreto, con degli addensamenti sparsi. Temperature senza variazioni di rilievo, venti in genere da sud, da nord est sulle Venezie.

In Abruzzo

Ancora delle occasioni per dei rovesci e temporali anche in questa settimana che va ad iniziare; Lunedì specie nelle zone interne, Martedì sempre dai quadranti orientali, non mancheranno dei fenomeni, Mercoledì discreto, mentre Giovedì, altri acquazzoni, di entità tra moderati e forti potranno essere presenti. Non appare del tutto malaccio Venerdì, mentre Sabato altri fenomeni appaiono in agguato. Domenica discreta, ma forse dei fenomeni a fine giornata.

Le previsioni meteo fatte dai bambini!

by Samuele Giampietro

Oggi, Giovedì 21 Giugno 2018, Meteo Chieti Abruzzo è stato presente all'Happy Summer Campus, organizzato dall'Istituto Comprensivo Statale 2 di Chieti e dall'associazione Culturale TheaRte di Chieti.

Con i bambini presenti, abbiamo visto come nascono e come si sviluppano le previsioni meteo per il pubblico e dopo una spiegazione molto breve sul mondo delle previsioni, i bambini sono diventati, per un giorno, piccoli meteorologi, elaborando una previsione (con i modelli a nostra disposizione) per la giornata di Venerdì 22 Maggio. 

La riportiamo qui in basso:

Qui sopra le immagini del modello matematico ECMWF utilizzato per la previsione con i bambini.

Al mattino sereno. Arriveranno nubi sull'Abruzzo nel tardo mattino.

Nel pomeriggio può piovere nell'aquilano, sul tardi anche altrove.

In serata temporali forti nel teramano, pescarese, chietino. Piogge deboli a L'Aquila. Poco nuvoloso nella Marsica.

In nottata pioggia e schiarite nel Sud Abruzzo. Poco nuvoloso altrove.

Venti moderati lungo le coste, deboli altrove da Nord. Mare molto mosso. Tasso di umidità elevato.

Ringraziamo l'associazione culturale TheaRte per averci invitato in tale occasione.