News Meteo

Situazione abbastanza buona, da Venerdì un possibile cambiamento.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dal 18 al 24 Maggio 2020.

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris].

Il mese di Maggio è praticamente al capolinea, ove con essa, si concluderà la primavera meteorologica. In questa settimana, in grande scala, avremo tempo tuttavia buono, a parte qualche veloce e debole fenomeno sui rilievi alpini ed in parte su quelli appenninici. Poi, a quanto pare, da Venerdì, le condizioni meteo potranno iniziare a cambiare con la possibilità di fenomeni a carattere di rovescio, nel corso del pomeriggio, situazione che resisterà anche nel corso del week end.

Pertanto Lunedì, al mattino, il cielo si presenterà tra poco nuvoloso ed irregolarmente nuvoloso al nord, ove sarà possibile qualche pioggia sulle aree del nord est, specie nel pomeriggio. Sulle regioni centrali, cielo poco nuvoloso, addensamenti lungo i rilievi appenninici, con qualche breve acquazzone tra Lazio ed Abruzzo. Meglio sulle regioni meridionali. Temperature senza variazioni di rilievo rispetto al giorno precedente, ventilazione in genere nord orientale.

Martedì, nubi al nord est e lungo le zone adriatiche, ove sarà possibile qualche debole pioggia sparsa nelle ore pomeridiane. Qualche fenomeno anche lungo le regioni meridionali, sulla Lucania, Sila. Ventilazione generalmente da est nord est, temperature in lieve calo.

Mercoledì, nubi più presenti sul nord ovest, con qualche precipitazione, lungo qualche settore dell’appennino centrale e più probabile sui rilievi Calabresi. Le temperature diminuiranno sui versanti adriatici ( 6°c ad 850 hpa), stazionarie altrove (9°c ad 850 hpa). Venti dai quadranti orientali, anche tra moderati e forti dal medio adriatico in giù.

Giovedì, qualche precipitazione lungo l’arco alpino e sui monti tra Lucania e Calabria. Altrove tempo discreto, con cielo tra poco nuvoloso e variabile, soprattutto sulle regioni adriatiche. Ventilazione sempre da est, temperature in aumento di qualche grado quasi ovunque, stazionarie al sud.

Venerdì, sarà possibile l’indebolimento della struttura anticiclonica sulla nostra penisola, mentre su Polonia , Repubblica Ceca, sarà presente una vasta goccia fresca, foriera di maltempo, la quale entro la giornata inizierà a far sentire l’instabilità anche sull’Italia. Pertanto al mattino, fenomeni sul nord est, in estensione su gran parte del nord. A seguire, dal primo pomeriggio, potranno essere presenti dei rovesci, anche temporaleschi lungo l’appennino centrale, in intensificazione prima di sera. Al sud, ancora tempo abbastanza buono. Temperature senza variazioni di rilievo rispetto al giorno prima, venti dai quadranti orientali, quasi ovunque.

Sabato, altri fenomeni, soprattutto sul nord est, ed a seguire nel pomeriggio su quasi tutte le regioni centrali, nuvoloso sulle regioni meridionali, piogge in arrivo su Irpinia, Lucania in serata. Temperature in calo sul Triveneto, versante adriatico, altrove stazionarie. Venti a rotazione ciclonica , da nord est, su nord e centro, da sud ovest al sud.

Domenica, ultimo giorno di Maggio,condizioni in miglioramento quasi ovunque, a parte qualche addensamento lungo i rilievi associata a qualche breve e debole fenomeno. Temperature in aumento sui versanti orientali, ventilazione da ovest lungo la fascia tirrenica, da est su quella adriatica.

 

In Abruzzo.

Tempo abbastanza buono, a parte qualche addensamento pomeridiano con qualche precipitazione ai confini con il Lazio. Poi, da Venerdì pomeriggio, potranno prendere spazio dei rovesci e temporali, che si presenteranno anche durante la giornata di Sabato. Meglio Domenica. Temperature senza variazioni di rilievo, poi, di nuovo in calo. Aumento da Domenica. Venti in prevalenza da est nord est.

Tempo diffusamente instabile tra nord e centro, fine settimana con l’anticiclone.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dal 18 al 24 Maggio 2020.

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris].

Le condizioni meteo, nelle prossime ore, subiranno un nuovo guasto ad iniziare dalle regioni settentrionali ed a seguire su quelle centrali, con rovesci, anche a carattere temporalesco. Anche le temperature tenderanno a scendere di vari gradi. Da Mercoledì, piogge anche sulle regioni meridionali.

La giornata di Lunedì 18, vedrà una goccia fresca, tra la Spagna, le Baleari e la nostra penisola, la quale sarà la responsabile del cambiamento delle condizioni meteo. Al mattino, sul nord, cielo variabile, con dei fenomeni a seguire lungo le aree alpine soprattutto. Sulle regioni centrali, cielo a tratti nuvoloso, ove non mancherà qualche pioggia sulla Toscana. Discreto al sud. Precipitazioni anche sulla Sardegna, nel corso della giornata. Venti generalmente da est, temperature in calo al nord e parte del centro, stazionarie sulle regioni meridionali.

Martedì, nuvolosità presente lungo tutta la penisola, dove più dove meno. Dei fenomeni, a carattere moderato, saranno presenti sulle regioni settentrionali e lungo quelle centrali, in qualche caso, specie sulle Marche, anche forti in qualche area. Rovesci più a carattere sparso al sud , pressochè scarse sulla Sicilia. Più presenti invece sulla Sardegna. Temperature in calo un po' ovunque, con valori tra i 10°c ed i 16°c ad 850 hpa. Ventilazione da sud sulle regioni settentrionali, da est lungo le adriatiche, da ovest sulla fascia tirrenica ed al sud.

Mercoledì, tempo piuttosto instabile su buona parte della penisola. Cielo nuvoloso al nord, con piogge a carattere di rovescio. Sulle regioni centrali, tempo che appare più chiuso con fenomeni moderati, soprattutto lungo le aree montuose. Rovesci tra moderati e forti su Lucania, Basilicata in genere. Fenomeni presenti, seppur in tono minore anche su Calabria e Sicilia. Temperature in leggera flessione ancora al sud, stazionarie altrove. Venti da est nord est al centro nord, da nord ovest su Sardegna e regioni meridionali.

Giovedì, le condizioni meteo andranno migliorando, in quanto l’anticiclone , da ovest, tornerà verso l’Italia. Al nord, cielo poco nuvoloso, salvo qualche addensamento di poco conto. Scarse le possibilità di piogge. Al centro, qualche debole e veloce rovescio sul medio adriatico, mentre dei fenomeni potranno trovare ancora spazio tra la Lucania e la Calabria, in modo più accentuato.

Venti generalmente da nord est, piuttosto vivaci al centro sud, temperature senza variazioni di rilievo, o in aumento lungo l’arco alpino.

Venerdì, giornata buona su quasi tutta Italia, solo delle stratificazioni potranno essere presente, di passaggio. Venti ancora moderati tra medio e basso adriatico, sulle altre zone da ovest, deboli, con qualche locale rinforzo. Temperature in aumento specie al centro nord.

Sabato, qualche rovescio pomeridiano su alpi e prealpi Piemontesi e Lombarde, sulle restati zone, cielo poco nuvoloso, stabile assolato. Geopotenziali in aumento. Temperature in aumento, venti da est, deboli sulla fascia adriatica, da ovest su quella tirrenica.

Domenica, infine, possibilità di temporali, soprattutto sul Triveneto, mentre sulle altre aree italiane, sole e tempo stabile. Temperature in leggero aumento con valori ad 850 hpa tra i 14 ed i 16°c tra nord e sud, ventilazione non olto diversa dal giorno precedente.

In Abruzzo.

Tra Martedì e Giovedì, torneremo ad avere del tempo instabile con fenomeni abbastanza diffusi. A seguire, da Giovedì pomeriggio, tempo in graduale miglioramento, su tutto il territorio regionale, fino a tutto il week end. Temperature dapprima in calo, poi da Venerdì di nuovo in salita. Venti quasi sempre da est

Piogge presenti spesso al nord, a tratti al centro.

by Thomas Di Fiore

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris].

Ci avviamo verso la metà del mese di Maggio, mentre le temperature continuano a risultare abbastanza in essere con la stagione. La settimana che va ad iniziare, vedrà dell’instabilità lungo l’arco alpino, con rovesci, anche temporaleschi, qualcosa sarà possibile lungo le regioni centrali, meglio al sud. Poi, da Mercoledì, la colonnina di mercurio tenderà ad aumentare sensibilmente, soprattutto sulle regioni centro meridionali.

Pertanto, Lunedì 11, al mattino, il cielo si presenterà nuvoloso o molto nuvoloso sulle regioni settentrionali, con dei fenomeni a carattere moderato, a tratti anche forti. Situazione discreta, ma tuttavia con della nuvolosità variabile sul centro, con fenomeni tra deboli e moderati, specie a ridosso dell’appennino. Cielo tra poco nuvoloso e variabile al sud, ma con scarse possibilità di piogge. Temperature in calo al nord ed al centro, stazionarie e quindi caldo con valori sui 16°c ad 850 hpa al sud. Ventilazione in genere da ovest, moderati sulla Sardegna.

Martedì, non cambierà granchè: sempre piogge al nord e sulla Toscana; sul resto del centro, possibilità di deboli fenomeni, meglio al sud. Temperature senza variazioni di rilievo, al nord ed al centro, in calo sulle regioni meridionali.

Mercoledì, fenomeni presenti sul nord ovest, con piogge a carattere moderato. Meglio sul nord est, ove tuttavia ci sarà una certa nuvolosità. Sulle rimanenti zone, tempo stabile ove comunque potranno essere presenti degli addensamenti pomeridiani. Temperature in aumento ovunque, piuttosto sensibile sulle regioni meridionali, con valori sui 20°c ad 850 hpa. Ventilazione generalmente da sud.

Giovedì, situazione non molto diversa dal giorno precedente, con possibilità di piogge lungo le regioni del nord. A parte una certa nuvolosità alta e stratificata più qualche addensamento locale, la situazione appare abbastanza buona sulle altre zone. Ventilazione meridionale, temperature pressochè stazionarie.

Venerdì, giornata che al momento appare molto calda al sud. Rovesci che saranno possibili sempre sulle regioni settentrionali, mentre lungo la fascia peninsulare, soltanto della nuvolosità alta e stratificata. Temperature in aumento un po' ovunque, ma soprattutto sulle regioni meridionali, ove si potranno toccare i +25°c ad 850 hpa, pertanto i valori massimi nelle aree a bassa quota potranno aggirarsi sui 40°c. Venti da sud.

Sabato, sempre occasioni per dei rovesci anche temporaleschi sull’arco alpino, qualche pioggia nel corso del pomeriggio lungo l’appennino centrale. Al sud tempo più stabile e soleggiato. Temperature in lieve calo un po' dappertutto. Ventilazione maggiormente d nord ovest.

Domenica, al momento appare una giornata di tempo discreto, a parte dei rovesci pomeridiani sulle alpi e su alcune aree dell’appennino centrale. Temperature senza variazioni di rilievo, venti da ovest lungo la fascia tirrenica, da est su quella adriatica.

 

In Abruzzo.

Sarà una settimana con tempo tutto sommato discreto. Qualche rovescio potrà trovare spazio nel corso del pomeriggio di Lunedì e Martedì. Più caldo con punte ad 850 hpa che sfioreranno i 20°c, da Giovedì. Venti inizialmente occidentali, che ruoteranno da sud a seguire.

Nuovi passaggi instabili, da nord a sud.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dal 27 Aprile al 3 Maggio 2020.

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris].

In questa settimana, il mese di Aprile passerà le consegne a Maggio, il mese che per antonomasia, viene considerato il più bello di tutti. Vuoi per le intense fioriture, il verde fresco degli alberi e via dicendo. Ma non sempre è un mese che può assomigliare più all’estate per alcuni versi, infatti nello scorso anno, freddo e nevicate fino a basse quote in alcune aree italiane, non mancarono, se tutti ben ricordiamo. La settimana che va ad iniziare, per farla breve, vedrà dopo un Lunedì abbastanza buono, il ritorno delle piogge tra Martedì e Mercoledì, su buona parte del nostro territorio. Di nuovo verso un miglioramento, da Giovedì in poi, la situazione appare migliore, anche se dei fenomeni saranno presenti lungo l’arco alpino. Ma seguiamo passo passo, l’evoluzione.

Lunedì 27, al mattino, cielo variabile al nord, con tendenza a dei fenomeni lungo l’arco alpino. Al centro bello al mattino, nubi in formazione lungo le aree appenniniche con la possibilità di rovesci sui settori marchigiani, abruzzesi e dell’Irpinia. Meglio sulle regioni meridionali, isole maggiori comprese. Temperature senza variazioni di rilievo, ventilazione generalmente da sud sud ovest.

Martedì, giornata che andrà verso un cambiamento specie al nord ed al centro, con piogge a carattere di rovescio. Al sud tempo discreto, anche se dei fenomeni non mancheranno sulla Basilicata. Temperature in calo sulle regioni settentrionali, stazionarie altrove con circa 8°c ad 850hpa, venti occidentali, moderati.

Mercoledì, altra giornata contrassegnata da piogge a carattere di rovesci moderati su quasi tutta la nostra penisola. Ventilazione da ovest, temperature stazionarie, possibile foehn sui versanti orientali, adriatici quindi.

Giovedì, ancora dell’instabilità, con fenomeni piuttosto presenti sulle regioni settentrionali. Meglio al centro ed al sud, dove tuttavia degli addensamenti saranno presenti, ma con scarse possibilità di precipitazioni. Ventilazione sud occidentale, temperature in leggero calo su buona parte del centro sud, ma sempre possibilità di foehn sulle coste abruzzesi.

Venerdì, 1 Maggio, delle precipitazioni potranno trovare spazio lungo le zone alpine, mentre la situazione appare discreta, con della nuvolosità irregolare al centro ed in parte al sud. Ventilazione sempre dai quadranti occidentali; temperature in aumento sulle regioni meridionali.

Sabato e Domenica, tempo buono, a parte qualche scaramuccia sulle aree alpine. Temperature in aumento, specie nella giornata di Domenica, per via del rinforzo dell’anticiclone sub tropicale. Venti deboli da sud ovest.

 

In Abruzzo.

Avremo dei fenomeni nella giornata di Martedì e in quella successiva di Mercoledì, ma da Giovedì, le condizioni meteo appaiono in miglioramento su tutta la regione, con un aumento delle temperature a seguire nel week end.

Subito un passaggio instabile con un calo delle temperature. Rapido miglioramento e caldo a seguire.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dal 14 al 20 Aprile 2020.

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris].

Con le festività pasquali oramai alle spalle, pian piano ci apprestiamo, nonostante il nefasto periodo legato all’emergenza coronavirus, ad andare verso la parte più bella,se vogliamo, della primavera e l’estate che appunto seguirà tra alcuni mesi. C’è da dire, che a quanto pare, un rapido passaggio nella giornata di Martedì 14, toccherà le regioni del nord est e successivamente quelle adriatiche fino alla Puglia. Le temperature subiranno un sensibile calo con valori sul medio adriatico sui – 1/ -2°c ad 850 hpa nella mattinata di Mercoledì, ma con un rapido rialzo già dal primo pomeriggio. Infatti, l’anticiclone sub tropicale tornerà a farsi sentire un po' ovunque sull’Italia, con valori termici piuttosto elevati per il periodo in essere, mentre un nuovo guasto, ad opera delle correnti da scirocco, sembra potrà manifestarsi nel corso del week end. Ma vediamo in successione cosa potrà accadere.

Martedì, al mattino, nubi al nord est in particolare, con dei fenomeni , nevosi oltre i 1200 m circa. Sul resto delle regioni settentrionali, tempo discreto, con della nuvolosità a tratti irregolare. Scendendo giù lungo la penisola, nuvolosità in estensione su tutto il centro, con piogge tra le aree interne di Toscana, Marche, quindi Umbria, dapprima. Dal primo pomeriggio, piogge moderate su parte del Lazio, soprattutto Abruzzo e Molise. Nevicate sull’appennino sui 1800 m circa, ma con quota in calo tra la sera e la notte. Piogge sulla Puglia, prima di sera ed anche Basilicata. Sulle rimanenti zone, isole maggiori comprese, condizioni non malvagie, con tuttavia della nuvolosità variabile a tratti, specie Calabria. Temperature in calo sul nord est e il versante adriatico, molto meno su quello tirrenico ed al sud. Venti, da nord est su buona parte del settentrione, da scirocco all’estremo sud, in rotazione dai quadranti orientali quasi ovunque.

Mercoledì, freddo al mattino sul medio e parte del basso adriatico. Condizioni meteo buone quasi ovunque. Anche la colonnina di mercurio sarà in aumento dal primo pomeriggio. Ventilazione in genere da est nord est.

Giovedì, alta pressione in rinforzo su tutta la penisola, cielo poco nuvoloso solo per delle stratificazioni di passaggio e nulla più. Venti da ovest sulla fascia tirrenica, da est sul versante adriatico, di debole entità. Temperature in aumento con valori tra i 7 e gli 8°c ad 850 hpa.

Venerdì, altra bella giornata primaverile, anche se tuttavia saranno presenti degli addensamenti tra la Liguria e la Toscana con qualche debole fenomeno. Possibilità di lievi rovesci anche su alcune aree della Sardegna. Temperature in sensibile aumento con valori sui +16°c ad 850 hpa sulla Sardegna e la Sicilia, +12°c sul centro e parte del nord. Ventilazione non molto diverso dal giorno precedente.

Sabato, soprattutto nel corso delle ore pomeridiane, saranno possibili degli addensamenti sulle aree alpine ed appenniniche con dei rovesci a carattere moderato. Ventilazione molto simile al giorno precedente, temperature in lieve flessione al centro nord.

Infine Domenica, ove al momento la situazione appare con tempo nuvoloso con piogge sul nord ovest, in estensione su buona parte delle regioni settentrionali. Nubi anche al centro, con rovesci nelle ore pomeridiane. Meglio al sud. Temperature senza variazioni di rilievo, clima primaverile, venti da scirocco.

 

In Abruzzo.

Subito una passata di nubi, rovesci e il ritorno di un pochino di neve in quota. Temperature in calo ove non si esclude qualche gelata fino a quote medio basse nella mattinata di Martedì. Poi torneranno condizioni di tempo bello e stabile fino a Venerdì, mentre nel week end potranno affacciarsi dei primi rovesci, probabilmente a carattere temporalesco. Clima mite.

Settimana Santa all’insegna del tempo stabile e soleggiato quasi ovunque.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dal 6 al 12 Aprile 2020.

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris].

Eccoci giunti alla settimana Santa, quella che precede la Pasqua. Una Pasqua che sarà anomala quest anno, per la questione legata al coronavirus. Le condizioni meteo sul territorio Italiano, vedono tuttavia un tempo orientato su cielo poco nuvoloso praticamente dappertutto, a parte qualche fenomeno dapprima al sud e poi sulle alpi e temperature in aumento. Per il giorno di Pasqua, qualche rovescio più accentuato lungo l’arco alpino e sulle prealpi, non sarà da escludere.

Lunedì Santo, al mattino, bello al nord ed al centro, con cielo sgombro dalle nubi. Qualche disturbo dalla Lucania in giù, Sicilia compresa, ove saranno possibili delle precipitazioni a carattere di rovescio, causa una goccia fresca posizionata tra Grecia ed il nostro estremo sud. Ventilazione da est nord est ovunque, temperature senza grandi variazioni di rilievo.

Martedì Santo anticiclone in rinforzo con un aumento dei geopotenziali sul nord Italia. Bello quindi al settentrione, al centro e buona parte del sud. Qualche rovescio debole, sarà possibile sulla Sicilia. Temperature in aumento lungo l’arco alpino, senza variazioni altrove, venti sempre generalmente da est.

Mercoledì Santo, non cambia di molto la situazione sulla nostra penisola. Tuttavia dei rovesci lungo le aree alpine e sui versanti occidentali dell’appennino centrale, non saranno da escludere, nel corso delle ore pomeridiane. Venti da ovest, deboli lungo i versanti tirrenici, da est altrove, da direzione variabile sul nord. Temperature in leggero aumento quasi ovunque.

Giovedì Santo, sempre tempo buono su tutto il territorio nazionale, a parte qualche addensamento di poca importanza che potrà apportare qualche fenomeno di poco conto lungo le zone alpine. Venti non molto diversi dal giorno precedente, temperature stazionarie con valori tra i 5 e gli 8°c ad 850 hpa.

Venerdì Santo, situazione pressochè invariata, tempo bello e stabile, a parte qualche rovescio lungo le zone alpine del nord ovest e possibilimente , ma molto deboli, tra l’Abruzzo ed il Lazio. Ventilazione da sud sulle regioni settentrionali, da est lungo la fascia adriatica, da nord ovest sul basso tirreno ed al sud, Sardegna e Sicilia comprese. Temperature in lieve aumento al sud, stazionarie altrove.

Sabato Santo, niente di rilevante, sole dappertutto, a parte la possibilità di rovesci pomeridiani sulle alpi del nord ovest.Temperature in lieve aumento al centro ed al sud con valori ovunque tra i 7 e i 9°c ad 850 hpa.

Domenica, giornata della Santa Pasqua, potrà iniziare a cedere l’alta pressione al nord, con della nuvolosità piuttosto presente, associata a delle precipitazioni, a carattere moderato. Sulle rimanenti zone, tendenza a della nuvolosità variabile, un po' meglio al sud. Scarse le possibilità di piogge. Temperature in diminuzione al nord, stazionarie sulle altre zone, ventilazione non molto diversa dal giorno precedente.

In Abruzzo.

Settimana Santa all’insegna del tempo stabile, a parte qualche addensamento sui confini con il Lazio, ma nulla di che. Probabilmente a Pasqua, della nuvolosità irregolare potrà essere presente, ma con scarse occasioni per dei fenomeni.

A Tutti Voi i miei migliori auguri per una serena Pasqua

Instabilità e nuovo calo termico,fino almeno a Mercoledì, poi si andrà pian piano verso tempo stabile e soleggiato.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dal 30 Marzo al 5 Aprile 2020.

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris].

I giorni che concluderanno questo mese di Marzo ed apriranno quello nuovo di Aprile, sembrano volerci riportare a condizioni orientate su freddo, pioggia e neve fin sulle quote basse su alpi e prealpi , sull’appennino centrale, a quote un po' più elevate sulle regioni meridionali. Insomma un altra passata di correnti dal nord Europa, almeno fino a Mercoledì. Poi, a seguire, le condizioni sembrano migliorare, per il ritorno di condizioni anticicloniche, su tutto il nostro paese, ove certamente torneranno ad aumentare anche le temperature.

Pertanto Lunedì, al mattino, al nord, il cielo si presenterà ovunque nuvoloso, con piogge e nevicate, specie lungo i rilievi, oltre i 1000 m. Quota che calerà nelle successive ore per l’arrivo di fredde correnti da nord est. Al centro, cielo nuvoloso o variabile , ma con un rapido aumento soprattutto nelle aree montuose, con piogge moderate e nevicate oltre i 1700 m circa. Anche qui quota in calo a partire dalla sera per l’ingresso dei venti nord orientali, sui versanti adriatici. Al sud, nuvolosità variabile, in intensificazione durante la giornata con fenomeni moderati, soprattutto tra Lucania e Calabria. Temperature in calo più che altro sui versanti orientali, ad iniziare dal Triveneto con valori sui -3°c ad 850 hpa in serata, ed a seguire più freddo anche sulle altre regioni. Venti da nord est, in rinforzo tra il Friuli, Veneto, Emilia Romagna, Marche.

Martedì, giornata piuttosto fredda, soprattutto sui versanti orientali, con piogge e nevicate fino a basse quote, intorno ai 4/500 m circa. Al nord cielo nuvoloso, con dei fenomeni tra deboli e moderati lungo le zone alpine e prealpine, nevose. Al centro discreto sui versanti occidentali, ove tuttavia non si esclude qualche debole fenomeno. Più chiuso sui versanti adriatici, con nevicate al di sopra dei 400 m tra Marche, Abruzzo, Molise. Sulle regioni meridionali, piogge e nevicate oltre i 700/800 m tra Irpinia, Lucania, appennino Calabro. Temperature in calo dappertutto, più sensibile sui versanti adriatici con valori sui -4°c ad 850 hpa. Venti da nord est, moderati con qualche rinforzo.

Mercoledì, 1 Aprile, tempo in miglioramento. Al nord al mattino, cielo poco nuvoloso, anche se freddo. Al centro, bello sulla fascia tirrenica, qualche nube dall’Abruzzo in giù, ma anche qui si andrà verso il bel tempo. Al sud ancora qualche disturbo con piogge e nevicate lungo i rilievi a quote medio basse. Ancora freddo, con valori fino a -5°c dal Friuli alla Puglia; ma in aumento pian piano nelle successive ore ad iniziare dal settentrione.

Giovedì, tempo in generale miglioramento, per l’affacciarsi dell’anticiclone da ovest. Bello al nord anche se qualche debole precipitazione nevosa potrà essere presente sull’arco alpino. Piogge prima di sera su Sicilia e Sardegna. Altrove cielo poco nuvoloso, salvo addensamenti sui versanti tirrenici dal pomeriggio. Temperature in lieve aumento, ma ancora freddo sulle adriatiche, venti da est.

Venerdì, nubi sulle aree alpine, con qualche debole fenomeno, nuvolosità compatta al sud con piogge sparse. Sulle rimanenti zone, tempo discreto. Temperature in lieve rialzo, ancora freddo sul nord est e parzialmente sui versanti adriatici. Ventilazione da nord est, da scirocco all’estremo sud.

Sabato, qualche debole precipitazione sui versanti adriatici oltre i 1000 m circa e sull’appennino meridionale. Sulle altre zone tempo stabile e soleggiato. Freschetto sul versante adriatico, qualche grado in più su quello tirrenico. Venti da nord est quasi dappertutto, da est sud est al nord.

Domenica 5, giorno delle Palme, al momento l’anticiclone sembra in rinforzo, con cielo sereno o poco nuvoloso ovunque. Temperature in aumento quasi ovunque e venti ancora per lo più orientali.

 

In Abruzzo.

Dopo il tempo diffusamente instabile dei giorni scorsi, a quanto sembra torneranno di nuovo condizioni di tempo perturbato tra Lunedì e Mercoledì, con un calo delle temperature che permetterà alla neve di scendere fin sui 400 m circa. Poi, da Giovedì, le condizioni appaiono in miglioramento per il ritorno di condizioni anticicloniche. Venti sempre dai quadranti orientali, spesso moderati, temperature in risalita di qualche grado, dopo la diminuzione di Martedì e Mercoledì.

Freddo, vento e neve in particolare sulle regioni centro meridionali, da Giovedì più mite e precipitazioni anche forti.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dal 23 al 29 Marzo 2020.

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris].

In questo periodo tanto difficile per tutti noi,che stiamo attraversando e che realmente ha cambiato le nostre abitudini e soprattutto con molti decessi, cui speriamo finisca davvero subito,le condizioni meteo, su varie zone d’Italia, osserveranno un radicale cambio in quanto dell’aria molto fredda, sta arrivando su buona parte della penisola dalla Russia, la quale apporterà delle nevicate fin sulle basse quote dall’Abruzzo in giù. A seguire, da Mercoledì, una depressione afro mediterranea, alimentata tuttavia dalle correnti orientali, darà luogo a piogge e nevicate sui rilievi, diffuse ad iniziare dalla Sicilia ed il sud in generale. Al nord, tempo discreto, con addensamenti e rovesci nevosi sparsi su alcune aree alpine.

Lunedì, al mattino, in quanto l’aria molto fredda sarà entrata sulle Venezie e sulle regioni adriatiche, il cielo si presenterà nuvoloso sul Piemonte, per stau orografico, nuvoloso lungo i versanti orientali dell’appennino, con qualche spruzzata fin sulle colline e localmente sulle coste tra Marche ed Abruzzo. Al sud nuvolosità in aumento, con piogge e nevicate oltre i 1400 m tra la Calabria e la Sicilia. Ventilazione in rinforzo da nord est, temperature in sensibile calo con valori ad 850 hpa tra i -5°c del nord, -8°c del versante adriatico, -4°c di quello tirrenico, +3°c della Sicilia.

Martedì, giornata invernale, con nevicate fino alle località costiere di Marche, Abruzzo, Molise, localmente nord Puglia. Qualche rovescio anche al sud, nevose a basse quote. Meglio al nord e versanti tirrenici. Freddo ovunque con valori non molto diversi del giorno prima, in diminuzione sulla Sicilia. Venti forti da grecale, su buona parte della fascia peninsulare.

Mercoledì, una depressione afro mediterranea in risalita dal nord africa, rinvigorita dall’ aria fredda, andrà approfondendosi iniziando ad apportare un deciso peggioramento ad iniziare dalla Sicilia, Calabria e via dicendo. Nevicate oltre i 300 m in Abruzzo, sud Marche, Molise. Su quest’ultime, le precipitazioni tenderanno a farsi più diffuse, anche se la quota neve tenderà a salire di qualche centinaio di metri. Altrove, buono o discreto al nord e tuttavia freddo, sui versanti tirrenici nubi in estensione con qualche fenomeno su Campania, come Irpinia, con nevicate oltre i 700 m circa.

Venti da est nord est quasi ovunque, forte bora probabilmente su Trieste. Temperature senza grandi variazioni, valori tra gli 0 ed i -6°c ad 850 hpa.

Giovedì, nubi presenti su tutta l’Italia, meno che nord ovest, ove ci sarà spazio per un tempo parzialmente nuvoloso. Dall’appennino settentrionale in giù, piogge e nevicate; a basse quote tra Romagna e Marche, oltre i 900 m su Abruzzo, Molise, ancora più elevate al sud. Precipitazioni diffuse su Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata , parte della Campania. In serata quota neve ancora in rialzo sulle regioni centrali. Venti moderati con dei rinforzi da sud est, temperature stazionarie al nord, in aumento al centro ed al sud.

Venerdì, ancora fenomeni diffusi sulle centrali adriatiche ed al sud, nevicate oltre i 1400 m circa. Al nord e sui versanti tirrenici, tempo migliore. Venti da nord est, temperature in leggero aumento al nord, stazionarie altrove con circa 0 e massimo +2°c ad 850 hpa.

Sabato, situazione che andrà migliorando, ma le precpitazioni saranno ancora presenti tra l’Abruzzo, il Lazio in giù, ma a carattere sparso. Al nord tempo abbastanza buono. Ventilazione in genere dai quadranti orientali, temperature in lieve aumento ovunque.

Domenica, incertezze al nord, qualche rovescio lungo le aree appenniniche del centro e del sud, temperature senza variazioni, venti da est sui versanti adriatici e da ovest sulle tirreniche.

In Abruzzo.

Siamo alla vigilia di un ondata di freddo, che mai si è presentato nell’inverno appena concluso. Avremo giorni di neve fino a quote basse, fiocchi su Pescara non saranno da escludere, nevicate sui versanti a stau orientale, anche interessanti. Poi, da Mercoledì pomeriggio, le precipitazioni andranno intensificandosi, con la quota neve che tenderà a risalire. Molte piogge e nevicate oltre i 1400 m circa tra Giovedì e Venerdì, venti da sud est. Sabato e Domenica, fenomeni sparsi, ma presenti, venti da est, temperature in leggero aumento ancora.