Rapida perturbazione Nord-Atlantica favorirà un nuovo cambio di circolazione.

Published in News Meteo

Nei giorni scorsi e nei precedenti aggiornamenti avevamo parlato a grandi linee della tendenza per questo weekend a proposito dell'arrivo di masse d'aria fredda di origine Nord-Atlantica. Dunque, osservando gli ultimi aggiornamenti dei modelli fisico-matematici, possiamo confermare quanto detto in precedenza e possiamo analizzare il quadro meteorologico generale. 

Innanzitutto, prima di approfondire il tempo per i prossimi giorni, ci teniamo a dire che non arriverà nessun figlio di Ophelia, come scritto da molteplici siti blasonati. Si tratta, semplicemente, di una rapida ed intensa perturbazione Nord-Atlantica che favorirà un rimescolamento delle masse d'aria soprattutto nei bassi strati, dove negli ultimi giorni, si sono formate foschie o banchi di nebbia, porterà una sensibile diminuzione delle temperature ed instabilità su buona parte della nostra Penisola.

Vediamo cosa succederà nella giornata di domani (Domenica):

In Abruzzo, in mattinata, avremo annuvolamenti sparsi alternati a brevi schiarite. Nel pomeriggio la copertura nuvolosa tenderà ulteriormente ad aumentare e seguirà la possibilità di piogge sparse su buona parte del territorio aquilano. Sempre nel corso delle ore pomeridiane non mancherà occasione di qualche sporadico piovasco qua e là lungo il versante orientale. In serata sono previste schiarite ma dalla nottata avremo un nuovo aumento della nuvolosità. Nella giornata di domani, inoltre, si segnala un temporaneo aumento delle temperature specie nelle ore centrali (come evidenziato nel grafico) a causa di un momentaneo rinforzo dei venti di Libeccio ma, in serata/nottata, le temperature diminuiranno sensibilmente per via dell'arrivo delle masse d'aria fredde di origine Nord-Atlantica che favoriranno un rinforzo dei venti dai quadranti settentrionali.

Anomalia temperature previste nella giornata di domenica.

Per quanto riguarda la giornata di lunedì:

nella primissima parte della mattinata è previsto lo sviluppo di un nucleo temporalesco tra Marche e Abruzzo che man mano si estenderà su buona parte della nostra regione favorendo fenomeni di instabilità localmente intensi e diffusi almeno fino alla prima parte del pomeriggio. Per il resto della giornata continueremo ad avere cielo prevalentemente coperto o molto nuvoloso e potrebbero verificarsi precipitazioni deboli ed intermittenti tra pescarese, chietino e basso aquilano.

Accumuli precipitazioni previsti nella giornata di lunedì.

Inoltre sono previste nevicate sui rilievi appenninici inizialmente a quote comprese i 1700/1800m ma entro il pomeriggio potranno sconfinare fin sui 1400/1500m. Le temperature subiranno una sensibile diminuzione (come mostrato nel grafico che mostra le anomalie rispetto alle 24h precedenti) e i venti saranno moderati o a tratti forti specie lungo le coste con raffiche comprese tra i 60 e i 70km/h.

Anomalie temperature delle 24h successive rispetto all'anomalia precedente.

In caso di aggiornamenti, vi invitiamo a seguire la nostra pagina Facebook.