Tempo in peggioramento da domenica: freddo, vento, neve e pioggia.

Published in News Meteo

Nei giorni scorsi avevamo anticipato, a grandi linee, il quadro meteorologico per questo weekend. In questo articolo andremo ad approfondire il tempo per i prossimi giorni cercando di riportare ciò che le ultime emissioni modellistiche stanno proponendo.

Innanzitutto analizziamo il quadro generale: una perturbazione di matrice Atlantica alimentata da aria più fredda di stampo polare, da domani porterà maltempo sulle regioni settentrionali con possibili fenomeni intensi su Friuli Venezia Giulia e, domenica mattina, sulla Romagna. Le temperature diminuiranno sensibilmente, venti in rinforzo dai quadranti settentrionali e nevicate sull'arco Alpino a quote inizialmente pari i 1200/1300m in successiva diminuzione fin sui 700/800m. Nel corso della giornata di domenica, il minimo di bassa pressione scivolerà lungo le regioni centrali per poi portarsi, entro lunedì, sui Balcani. Ciò comporterà un peggioramento delle condizioni meteo sulle regioni Adriatiche centro-meridionali con precipitazioni inizialmente su Marche e parte dell'Umbria per poi scorrere su Abruzzo, Molise e Puglia. Da mercoledì nuovi impulsi perturbati dall'Atlantico porterebbero un nuovo cambiamento delle condizioni meteorologiche ma, per ora, soffermiamoci sulla previsione fino a lunedì in Abruzzo.

DOMANI (SABATO) :

Tempo in generale ancora stabile su gran parte dell'Abruzzo con annuvolamenti sparsi, a eccezione dell'aquilano e marsicano dove potrebbero verificarsi sporadici fenomeni nel pomeriggio e piogge sparse su buona parte del territorio aquilano e marsicano nel corso della nottata. Inoltre si segnala un aumento dei valori termici dovuto ad un rinforzo dei venti di Libeccio (Garbino) che anticiperanno l'arrivo della perturbazione.

DOMENICA:

Tempo in peggioramento a partire dal pomeriggio. Assisteremo ad un progressivo aumento della copertura nuvolosa dal versante Adriatico ed in successiva estensione sul resto della regione. Tenderanno a svilupparsi nuclei temporaleschi in mare e dalle Marche meridionali che, man mano, entro la serata, raggiungeranno il versante orientale e potrebbero verificarsi locali precipitazioni intense tra teramano, pescarese e chietino. Inoltre è previsto un rinforzo dei venti dai quadranti settentrionali con raffiche piuttosto forti lungo le coste, di conseguenze i mari saranno molto mossi. Le temperature diminuiranno sensibilmente a partire dalla serata e, al contempo, la quota neve potrebbe attestarsi intorno i 500/800m (alla base degli ultimi aggiornamenti) specie nel corso della nottata di domenica/mattinata di lunedì quando in quota (ovvero a 1500m circa) potremmo registrare valori termici dell'ordine dei  3/4 gradi sotto lo zero. 

LUNEDì: 

Residui fenomeni in mattinata, nuvolosità che persisterà lungo il versante Adriatico, venti sostenuti lungo le coste e temperature sotto media.