Torna l’anticiclone per qualche giorno, a seguire probabile nuova fase di maltempo.

Published in News Meteo

Le previsioni meteo dal 4 al 10 Dicembre 2017.

 [Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

L’inverno meteorologico ha esordito in maniera eclatante sul nord ovest Italiano, con delle nevicate abbondanti su quel settore delle alpi, fin sulle basse quote come Cuneo. Meno incisivo è stato sulla fascia peninsulare, anche se il clima è tuttora abbastanza rigido. In breve, possiamo dire che il quadro meteo per i prossimi giorni, vedrà il ritorno di un campo anticiclonico di estrazione atlantica, quindi azzorriana, ma per un paio di giorni, visto che sembra profilarsi una nuova saccatura nord-atlantica sul bacino del mediterraneo, la quale riporterà del tempo instabile su varie regioni come vedremo di seguito.

Intanto la giornata di Lunedì, 4 Dicembre, si presenterà con bel tempo su buona parte delle regioni settentrionali, a parte qualche addensamento sui versanti di confine sulle alpi, ove non sarà esclusa qualche precipitazione nevosa. Nubi nel corso della giornata anche sul Triveneto, Friuli Venezia Giulia. Nebbie e gelate al mattino in Val Padana e nelle vallate minori, anche delle regioni centrali. Tempo bello sui settori tirrenici, qualche addensamento sui rilievi orientali Abruzzesi, qualche fenomeno a carattere sparso tra il Molise ed il Gargano. Piogge sporadiche sul resto della Puglia, Basilicata, appennino Calabro – Lucano, nord Sicilia, ove non si escludono delle nevicate a quote superiori ai 1000 / 1200 m circa. Buono le condizioni sulla Sardegna.Venti deboli al nord, occidentali, da est sul centro, da nord ovest sulla Sardegna e Sicilia. Valori del campo termico ad 850 hpa con valori tra i +1°c e i -2°c un po' ovunque.

Martedì, rinforzo dell’anticiclone da ovest, bello sul nord, a parte le classiche formazioni nebbiose sulla Val Padana. Bello sui monti, sia Alpi che Appennino settentrionale che centrale. Qualche addensamento al sud, con dei fenomeni a carattere sparso tra il Gargano ed il Barese. Nubi prima di sera su Nord Sicilia ed ovest Sardegna. Temperature in lieve aumento al nord e sul centro, ancora un po' freddo sulla Puglia e Basilicata con valori ad 850 hpa al di sotto dello 0°c.

Mercoledì, il campo altopressorio si sarà ben strutturato su tutto il territorio Italiano. Tuttavia dei fenomeni potranno essere presenti sul golfo Ligure e Garfagnana, ma di debole entità. Altrove cielo poco nuvoloso se non sereno, con estese gelate nelle vallate intermontane. Venti deboli occidentali, temperature senza nessuna variazione di rilievo.

Giovedì, la saccatura nord-atlantica inizierà a scendere di latitudine, facendo comunque indebolire la struttura anticiclonica sul nord ovest e fascia tirrenica. Pertanto degli annuvolamenti non mancheranno nel corso della giornata su queste zone, con il rischio di qualche precipitazione, tra debole e moderato. Altrove tempo abbastanza buono. Venti deboli da ovest, temperature senza nessuna variazione di rilievo rispetto al giorno precedente.

Venerdì, festività dell’Immacolata Concezione, la linea di tendenza sembra essere appunto la formazione di un minimo depressionario sull’Italia centro settentrionale, la quale potrà apportare dei fenomeni tra le alpi del nord ovest e sulle regioni tirreniche. Nuvolosità variabile altrove. Venti da nord su alpi e prealpi, da nord ovest sulle restanti regioni. Temperature in aumento di qualche grado, possibilità di foehn sull’adriatico.

Sabato al momento appare abbastanza orientato su tempo instabile e freddo su buona parte del territorio. A parte i confini alpini, delle precipitazioni potranno interessare la fascia centrale della penisola con delle precipitazioni che al di sopra dei 700 m potranno essere a carattere nevoso. Venti da nord ovest, temperature in calo tra nord e centro.

Infine diamo uno sguardo alla linea di tendenza per Domenica, che potrà vedere l’Italia sempre sotto correnti nord atlantiche piuttosto fredde con valori ad 850 hpa tra gli 0 ed i -4°c, un paio di gradi in più sul sud. Non mancherà qualche precipitazione a carattere debole e sparso qua e là.

In Abruzzo.

Dopo il modesto peggioramento, ancora in atto sulla nostra regione, le condizioni meteo tenderanno a migliorare nei giorni tra Domenica e Mercoledì. Gelate notturne nelle zone interne, come i banchi di nebbia spesso presenti sempre nottetempo ed al primo mattino. I venti da nord-est, tenderanno a ruotare dai quadranti occidentali ma in maniera debole. Da Giovedì, qualche nube in arrivo nell’arco della giornata e poi, Venerdì, giorno dell’Immacolata Concezione, potrà essere presente qualche fenomeno dalla sera sui settori occidentali della regione. Più freddo nel week end, con la possibilità di qualche fenomeno, nevoso oltre i 700 m. Temperature di nuovo in calo.