Dinamicità con qualche fenomeno, vento. Molta incertezza nel fine settimana.

Published in News Meteo

Le previsioni meteo dal 15 al 21 Gennaio 2018.

 [Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

Le temperature mediamente sono scese di alcuni gradi ovunque sul territorio Italiano, in un contesto meteo discreto, con frequenti annuvolamenti. Niente di particolare se vogliamo al momento, anche se i modelli, paventavano situazioni a carattere invernale piuttosto accentuate nel fine settimana ( tuttora rimane la grande incertezza se vogliamo).

In sintesi, la settimana entrante sarà sotto l’insegna della spiccata variabilità, con fenomeni, soprattutto a carattere nevoso sulle località alpine, specie da effetto stau da nord-nordovest, mentre dei fenomeni a macchia di leopardo non mancheranno lungo tutta la fascia peninsulare. Clima fresco, ma non freddo. Poi, almeno al momento il week end, se vogliamo, va preso con le pinze visto che i due modelli più importanti come GFS e ECMWF vedono situazioni differenti con il primo citato più verso un tempo stabile, il secondo con la possibilità di un minimo depressionario che potrà arrecare qualche precipitazione, nevosa a bassa quota. Situazione di un inverno che sembra non abbia del tutto voglia di ingranare sotto i termini di freddo e neve lungo molte aree penisola, a parte le abbondanti nevicate sulle località alpine, come ben sappiamo.

Lunedì, nuvolosità sparsa sulle regioni settentrionali con degli addensamenti più probabili nel pomeriggio. Qualche fenomeno qua e là , di debole entità, non sarà da escludere. Al centro buono quasi ovunque al mattino, con delle gelate notturne. Aumento delle nubi dal pomeriggio, con dei fenomeni tra Lazio, Campania e Molise. Tempo instabile nel corso sempre del pomeriggio su appennino Calabro-Lucano. Venti da est sulle regioni settentrionali, mentre più occidentali altrove. Temperature stazionarie con circa 0 / -1°c al nord, in lieve aumento al centro di uno due gradi, stazionarie al sud.

Martedì, la grande depressione nord-atlantica, farà sentire i suoi effetti con dei venti occidentali presenti su buona parte della penisola. Tempo instabile lungo l’arco alpino nord occidentale con nevicate oltre i 1300 m circa. Neve anche lungo i versanti di confine esteri tra Lombardia e Alto Adige. Meglio la situazione in val Padana. Piogge sparse in Toscana e tra la Campania, Basilicata, Calabria, nel corso del pomeriggio. Altrove cielo variabile con ampie schiarite. Temperature in aumento, possibile foehn sulle coste adriatiche.

Mercoledì, le correnti piegheranno più da nord-ovest, sulla nostra penisola. Pertanto precipitazioni a carattere moderato lungo le zone di confine, sulle alpi, nevose oltre i 500 m circa. Nuvolosità presente anche sui versanti tirrenici dell’appennino, con qualche nevicata sparsa oltre i 1500 m circa. Venti moderati nord-occidentali. Temperature in calo sulle zone alpine ( -4°c ad 850 hpa), stazionarie altrove.

Giovedì, correnti più da ovest, ma clima tutto sommato fresco. Cielo poco nuvoloso praticamente ovunque, salvo le zone in prossimità delle alpi.

Venerdì, senza grossi sussulti, la situazione rimarrà come nel giorno precedente, con qualche fenomeno sempre presente lungo l’arco alpino e sui versanti tirrenici dell’appennino. Ventoso su molte località peninsulari. Temperature senza variazioni.

Il week end appare al momento, molto confuso ancora. E qui parlo dei due modelli fisici – matematici più conosciuti GFS ed Ecmwf. In effetti il primo vede un pochino di freddo, lambire l’Italia con qualche veloce precipitazioni sparsa, con neve oltre i 500 m. Il modello Europeo invece marca di più, con delle correnti da nord est e precipitazioni più diffuse dalle Marche in giù, nevose sempre a quote piuttosto basse. Buona invece la situazione sulle regioni settentrionali. Questo quello che si può dire ora. Sembra che un fine settimana con clima più freddo possa starci, ma riguardo le precipitazioni, bisognerà ancora monitorare.

In Abruzzo.

Nei giorni in cui lo scorso anno l’Abruzzo ricevette una grande dose di neve, unito a delle scosse di terremoto e con tutti i disastri a seguire, quest’anno sarà una settimana all’insegna del tempo spiccatamente variabile, con delle precipitazioni a carattere sparso soprattutto sui versanti occidentali, con quota neve intorno ai 1500 m circa. Bello o al limite discrete,Giovedì ed anche Venerdì. Nel week end sarà possibile aria più fredda con qualche nevicata a quote basse, ma tuttavia ripetiamo resta molto l’incertezza.