Settimana diffusamente instabile con pioggia, vento, neve e calo delle temperature.

Published in News Meteo

Le previsioni meteo dal 19 al 25 Marzo 2018.

 [Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

La primavera astronomica entrerà alle ore 17:15 di Martedì 20 Marzo. E sarà proprio in quelle ore, che la stagione congedante sarà lì a dare, in alcune zone, una situazione, degno di se stesso. Già da queste ore cui scrivo, la penisola Italiana è alle prese con una depressione che sta apportando del maltempo su molte zone, con anche cadute di neve a quote neanche tanto elevate. In sintesi, dell’aria fredda, dai quadranti nord-orientali, nei primi giorni della settimana, aggancerà la suddetta depressione, cui nominavamo, dando ancora più vigore ai fenomeni, soprattutto al centro sud, con piogge ben organizzate e nevicate che tra Mercoledì e Venerdì, potranno arrivare a quote collinari,se non più in basso, specie sulle aree adriatiche di Emilia Romagna, Marche, Abruzzo e Molise. Neve anche sui rilievi meridionali, a quote più elevate, intorno ai 1000 m circa. Un po' meno freddo il week end, ma sempre piuttosto instabile.

Nella giornata di Lunedì, il cielo si presenterà nuvoloso ovunque, con fenomeni a carattere moderato soprattutto sulla Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Toscana e su tutte le tirreniche fino al sud. Fenomeni in estensione anche sulle rimanenti regioni, un po' meno sulla Puglia meridionale. Neve sui rilievi alpini centro orientali oltre i 700 m e localmente più in basso, sulla dorsale appenninica oltre gli 800 m di quello settentrionale, passando per i 1000m di quello centrale e 1500 m su quello meridionale. Venti da est sul settentrione, da ovest, altrove, moderati ed anche con dei rinforzi là dove sarà più esposto. Temperature in calo al nord e parte del centro.

Martedì, ingresso della primavera astronomica, fenomeni per lo più sparsi sulle regioni del nord, a carattere nevoso a quote collinari. Tempo più instabile altrove, specie dalle centrali in giù, con piogge in estensione su Campania, Lazio, Abruzzo e Molise entro il pomeriggio, con nevicate al di sopra degli 800 m. Instabilità diffusi con rovesci sparsi anche sul sud, specie Lucania e Calabria, ma anche Sicilia e Sardegna. Venti a rotazione ciclonica, da est-nord est al nord e parte del centro, da sud-ovest al meridione, temperature in calo sul nord est ed adriatiche fin sull’Abruzzo ( tra 0°c e -2°c ad 850 hpa), altrove senza nessuna variazione di rilievo ( 2°c sempre ad 850 hpa).

Mercoledì, le correnti si disporranno dai quadranti orientali su buona parte del nord e del centro e anche del sud, con una sensibile diminuzione delle temperature , tra -4 e -6°c ad 850 hpa su Triveneto, Emilia, Marche ed Abruzzo, sui -2°c sulle tirreniche fino all’altezza della Campania, 0°c sulle rimanenti zone. Più alte le temperature sulle alpi centro occidentali (1°c ad 850 hpa), per il gioco dei venti di caduta nelle vallate. Cielo poco nuvoloso al nord ovest, più chiuso al nord est, con qualche scarsa precipitazione, nevosa fino al piano. Fenomeni sparsi anche sulle Marche, più chiuso almeno fino a metà giornata su Abruzzo e Molise, con nevicate fin sui 300 m circa. Instabilità più accentuata dalla Puglia in giù, soprattutto tra Lucania, Calabria e Sicilia. Neve oltre i 1100/ 1300 m circa. Venti da nord est, moderati soprattutto sulle adriatiche.

Giovedì, tempo tutto sommato buono al nord e sulle centrali tirreniche. Dalle Marche in giù, cielo nuvoloso, con nevicate fino a quote molto basse, localmente anche lungo le coste, fin sull’Abruzzo, tempo più chiuso su Puglia, Basilicata, sud Campania ed il resto del meridione con piogge e nevicate tra i 500 e gli 800 m. I fenomeni potranno essere anche forti su alcune località.

Venerdì, sempre buono al nord, fenomeni dalle Marche in giù a carattere moderato con pioggia e nevicate oltre i 400 m circa. Maltempo con precipitazioni sparse, alternato ad ampie schiarite. Venti in genere nord orientali, temperature senza grosse variazioni di rilievo.

Sabato, ancora clima freddo per il periodo in essere, con qualche fenomeno sparso sulle regioni meridionali, nevose a quote medio basse. Qualche nevicata nell’arco della giornata anche sulle zone alpine, mentre un guasto sarà possibile sui versanti nord occidentali con dei fenomeni moderati, nevose a basse quote. Temperature in lieve rialzo per i venti da sud.

Infine la tendenza per la Domenica delle Palme, cui potrà nuovamente formarsi una depressione in sede Italica, la quale potrà apportare dei fenomeni piuttosto accentuati quasi ovunque, ad iniziare dai settori tirrenici. Neve a quote basse al nord, oltre i 1100 m sull’appennino, a 1700 m al sud.

In Abruzzo.

Insomma, l’inverno a quanto sembra, tornerà a farci visita in modo anche ben organizzato, con venti da nord est, pioggia ed appunto delle nevicate che potranno giungere presso le coste in qualche occasione. Un rialzo delle temperature a fine settimana, ma sempre freddo, con la possibilità di nuove precipitazioni, che oltre i 1000/1200 m comunque saranno sempre nevose.