Settimana dinamica, possibilità di un forte peggioramento quasi ovunque tra Mercoledì e Giovedì.

Published in News Meteo

Le previsioni meteo dal 30 Aprile al 6 Maggio 2018.

 [Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

I giorni simil estivi appena passati, stanno per diventare un ricordo, o in alcune zone, già lo sono state, poiché dei temporali sono arrivati già. In sintesi, inizialmente, avremo dei disturbi più concentrati sulle regioni settentrionali e su parte di quelle centrali, a seguire e qui parliamo tra Mercoledì e Giovedì, sembra abbastanza certa la formazione di un accentuato minimo depressionario tra il nord Africa e la Sardegna in spostamento verso il centro Italia. Sarà una situazione foriera di precipitazioni un po' ovunque, questa volta però più tra il centro ed il sud. Intense le correnti sciroccali, risposta di quelle molto più fresche da nord ovest. Insomma, avremo un cambio netto delle condizioni meteo nei prossimi giorni, praticamente su tutta la penisola.

Lunedì, ultimo giorno del mese di Aprile, avremo condizioni di tempo discreto al mattino un po' ovunque. Meglio le condizioni sulle regioni centrali e meridionali, al mattino, rispetto alle regioni settentrionali, ove il cielo, specie sulla parte nord occidentale sarà variabile. Nel corso delle ore pomeridiane, delle precipitazioni a carattere temporalesco saranno presenti su tutto il nord ovest e parte della Lombardia. Qualche fenomeno sparso tuttavia non mancherà sul Triveneto. Tra l’Emilia Romagna e tutta la fascia peninsulare, addensamenti pomeridiani lungo l’appennino, con rovesci sparsi qua e là di debole entità. Meglio al sud. Temperature in calo al nord e su Toscana ed Umbria, per venti da ovest nord ovest, più mite di alcuni gradi dalle Marche in giù (con valori ad 850 hpa sui 10/12°c) per venti di caduta dall’appennino verso le coste adriatiche.

Martedì, 1 Maggio, festa dei lavoratori, inizerà a portarsi verso la Sardegna, la depressione nord africana. Pertanto, al mattino temporali, anche forti in qualche caso interesseranno l’isola, mentre altrove il cielo sarà nuvoloso sulle tirreniche meno sul nord e fascia adriatica. Nel pomeriggio, i fenomeni si estenderanno su Toscana, appennino settentrionale, alpi occidentali. Cielo nuvoloso sulle altre regioni, sud compreso. Venti da sud -sud est, in generale, temperature in calo al nord ovest fin sui 4°c ad 850 hpa, pressochè stazionarie altrove con valori sui 7°c fin sulle Marche, tra 10 e 12°c sulle rimanenti zone, quindi molto mite.

Mercoledì, a 500 hpa, la depressione atlantica, tenderà a far arrivare delle correnti più fresche dal nord ovest, che passeranno sulle Baleari, che andranno a dare vigore a quello presente e consolidato tra il nord Africa, Sardegna e penisola Italiana. Quindi, su buona parte dello stivale si attiverà uno scirocco ancora più intenso, da sud est. Al nord, piogge tra moderato e forti sul nord ovest, Lombardia e parte del Triveneto. Piogge anche su Emilia Romagna. I fenomeni saranno piuttosto estesi e frequenti per tutta la giornata, causa lo scirocco che potrà dar luogo ad uno stau sulle alpi occidentali e prealpi Lombarde e Venete. Neve sulle alpi oltre i 2500 m, specie ad ovest.

Al centro qualche fenomeno temporalesco lungo le aree interne di Toscana, Lazio, con qualche sconfinamento verso Umbria, Marche ed Abruzzo. Al sud fenomeni sulla Calabria e Sicilia tra deboli e moderati. Temporali anche sulla Sardegna. Temperature in aumento al nord est, valori ad 850 hpa che andranno tra i 6 e i 14°c tra il settentrione e la Sicilia.

Giovedì, al momento appare una giornata molto instabile quasi ovunque, per la depressione che si sarà portata sul centro Italia. Precipitazioni diffuse su tutte le regioni settentrionali, centrali e su quasi tutto il sud, specialmente versanti tirrenici. Maltempo anche sulle due isole maggiori. Venti in prevalenza da sud est, temperature in aumento al nord, in leggero calo sulle centrali tirreniche, Sicilia e Sardegna.

Venerdì, ancora condizioni instabili per via di una depressione con minimo sul tirreno meridionale. Pertanto piogge un po' ovunque in qualche caso anche tra moderati e forti, come in Val Padana , Marche, Abruzzo, Molise, Puglia, alcune zone della Sicilia. Venti da est sud est, temperature più o meno stazionarie, con valori lungo la penisola tra gli 8 ed i 10°c ad 850 hpa, quindi mite.

Sabato, goccia fresca ed instabile presente tra Sicilia e nord Africa. Tempo instabile sull’arco alpino, con temporali, specie nel pomeriggio, rovesci e temporali anche forti tra l’Abruzzo in giù, tra pomeriggio e sera. Temperature senza nessuna variazione di rilievo, venti da est sud est.

Domenica, temporali sempre sulle zone alpine, mentre la situazione andrà meglio sulle regioni centrali. Instabilità presente dall’Irpinia in giù, sempre nel corso del pomeriggio. Venti da est, temperature stazionarie.

In Abruzzo.

I temporali sono già iniziati in alcune zone della nostra regione. Nei prossimi giorni continueranno delle condizioni instabili nel corso del pomeriggio, meno Lunedì, già più accentuato nella giornata festiva di Martedì. Ma sarà da Mercoledì pomeriggio o tutt’al più Giovedì, che avremo tempo diffusamente instabile ovunque almeno fino a Sabato, per il già citato minimo nord Africano , che si porterà verso la nostra penisola. Probabilmente un po' meglio andrà Domenica. Temperature miti.