Dinamicità con temporali presenti nelle ore pomeridiane.

Published in News Meteo

Le previsioni meteo in Abruzzo dal 7 al 13 Maggio 2018.

 [Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

Forti acquazzoni si sono susseguiti su molte località del centro sud nei scorsi giorni e possiamo comunque dire che la nostra penisola, continuerà ad essere sotto l’influenza di correnti instabili, più che altro orientali, mentre un vasto campo anticiclonico dalle azzorre si allungherà anche verso Danimarca e penisola Scandinava. Attenzione però, poiché, tra i due campi di alta, pare che rimarrà una zona così per dire più debole, tra Inghilterra e Spagna, in quanto riuscirà a far passare delle instabili correnti dal nord atlantico verso il fine settimana. Se così, come ora sembra potrà essere, il tempo dinamico continuerà anche nel week end e se vogliamo, oltre.

Insomma, il guasto iniziato da giorni, sembra che non finirà tanto presto.

Lunedì, 7 Maggio, la situazione non sarà molto diversa dai giorni precedenti. Cielo nuvoloso al nord già dal mattino ed al centro o meglio lungo tutta la fascia appenninica fino al sud. Temporali dal primo pomeriggio su alpi e prealpi e sulla val Padana occidentale; rovesci anche lungo la dorsale appenninica, meno su quello settentrionale, mentre più presenti su quello centrale e meridionale, fin sull’altezza della Sila. Qualche rovescio anche nell’entroterra Sardo.

Temperature senza nessuna variazione, i valori del campo termico ad 850 hpa si manterranno tra i 10 ed i 12°c un po' ovunque. Venti generalmente da est-nord est.

Martedì, una goccia fresca, potrà affacciarsi dalla Mitteleuropa, sul bordo meridionale dell’anticiclone posizionato fin sull’Ucraina, la quale apporterà tempo instabile su buona parte dell’arco alpino fin sulla val Padana, dal primo pomeriggio. Sempre nel corso del pomeriggio, sviluppi cumuliformi lungo l’appennino centrale e meridonale, meno su quello settentrionale, con temporali, tra la Toscana meridionale, Umbria, Marche meridionali, Abruzzo, Lazio, Campania, Molise , fino a buona parte della Puglia e sulla Basilicata. Qualche fenomeno anche lungo i monti Calabresi, Siciliani e Sardi. Venti sempre orientali, moderati lungo i versanti adriatici, temperature pressochè stazionarie.

Mercoledì, situazione non molto diversa, in quanto i temporali pomeridiani saranno ben in agguato,come il giorno precedente. Idem per venti e temperature.

Giovedì, è facile che la depressione posta sull’atlantico centro settentrionale, potrà far entrare delle correnti tra la Francia e la Spagna, sul golfo del Leone, abbastanza fresche. Precipitazioni,in qualche caso tra alpi e prealpi al mattino, in intensificazione nel corso del pomeriggio. Meno possibili le piogge nella val Padana. Rovesci pomeridiani anche su tutto l’appennino, in intensificazione fin verso la sera, forti in qualche caso su quello centrale. Fenomeni abbastanza rilevanti su Sicilia e Sardegna orientale. Temperature stazionarie, venti da est sulle adriatiche, da nord ovest altrove, in rinforzo sulla Sardegna.

Venerdì, temporali intensi sul Triveneto, meno sul nord ovest. Maltempo pomeridiano lungo tutto l’appennino, fino sulle regioni meridionali. Venti da est sull’adriatico, da nord ovest sulla Sardegna, tirreniche e sud.

Il bacino del mediterraneo, sarà e qui parliamo del giorno successivo di Sabato, al centro di una blanda circolazione depressionaria che recherà tempo alquanto incerto su buona parte della penisola. Pensate che la grande depressione atlantica, apporterà del clima molto fresco per il periodo su Francia e nord Spagna (valori sugli 0°c ad 850 hpa). Queste infiltrazioni, come già menzionato poco fa, alimenteranno appunto l’instabilità anche su di noi. Pertanto Sabato, discreto al mattino al nord, ma rapido aumento della nuvolosità con piogge e temporali, ovunque, anche in val Padana tra la sera e la notte. Discreto anche al centro ed al sud al mattino, ma piogge e temporali non mancheranno nel corso del pomeriggio sempre più presenti lungo i rilievi appenninici. Fenomeni più a carattere sparso al sud. Venti a circolazione ciclonica, temperature stazionarie, lieve calo sulla Sardegna.

Infine Domenica, la quale al momento sembra che le correnti più fresche da nord ovest porteranno oltre ad un peggioramento sulle zone occidentali con nevicate sulle alpi oltre i 1800 m circa. Maltempo diffuso ed in estensione sul resto del nord. Al centro possibili temporali tra Marche, Umbria, Abruzzo e Molise. Meglio al sud. Venti freschi da nord ovest su Sardegna e Toscana, sulle adriatiche venti di caduta, quindi temperature un po' più elevate. Venti da nord ovest anche su Sicilia e resto del sud, specie tirrenico. Temperature in calo sul nord ovest e tirreniche, stazionarie altrove, ma in calo dalla serata.

In Abruzzo.

Dopo le abbondanti piogge che hanno colpito più la parte orientale della regione, si profilano ancora altri giorni di tempo diffusamente instabile nel pomeriggio. Infatti i temporali saranno quasi sempre presenti. Non farà freddo. Ricordiamoci inoltre che al momento appare anche incerta la giornata di Domenica 13 Maggio, quando appunto il giro ciclistico d’italia, arriverà a Campo Imperatore attraversando tutta la regione da Castel di Sangro in su.