Temporali inizialmente sulle alpi, ma da metà settimana tornano su buona parte della penisola.

Published in News Meteo

Le previsioni meteo dall’11 al 17 Giugno 2018.

 [Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

Nei giorni scorsi sono tornate ad imperversare rovesci e temporali, che in alcune aree del centro sud, tra Abruzzo e Lazio in primis, hanno dato luogo a degli eventi di forte rilevanza, non solo in termini di pioggia, ma anche di grandine. Quest’ultima si è manifestata su molte aree con dei chicchi di dimensione tutt’altro che piccola, creando danni in molte circostanze.

In queste ore, stiamo vivendo tuttavia del tempo migliore, grazie ad un campo altopressorio con dei geopotenziali di tutto rispetto, ma nei prossimi giorni, intanto, i temporali potranno continuare lungo l’arco alpino, mentre da Mercoledì all’incirca, i fenomeni torneranno anche lungo la fascia peninsulare, dapprima fin sulle regioni centrali ed a seguire su quelle meridionali. Insomma, diciamo che la situazione in un certo senso, non riuscirà a dare una svolta a questa stagione, in termini di stabilità atmosferica.

Lunedì, al mattino, le regioni settentrionali vedranno un tempo con del cielo variabile, soprattutto sul nord ovest. Dal primo pomeriggio, inizieranno delle precipitazioni a carattere di rovesci temporaleschi che saranno più intensi e quasi ovunque tra la Valle d’Aosta, il Piemonte e parte della Lombardia. I fenomeni tenderanno ad estendersi anche verso le altre regioni del nord. Altrove, bel tempo, con comunque degli addensamenti lungo l’appennino nel corso delle ore pomeridiane, ma con scarse possibilità di precipitazioni. Venti, da ovest-sud ovest al nord e sulle tirreniche, da nord est sui versanti adriatici. Temperature in aumento sulla Sardegna e la Sicilia con valori ad 850 hpa sui 20°c, per cui valori massimi ben oltre i 30°c in pianura o collina. Stazionarie altrove, meno che al nord ovest ove potrà esserci una lieve flessione, ma in sintesi saremo ovunque oltre i 15°c a circa 1450 m in atmosfera libera.

Martedì, non cambierà granchè, possibilità di temporali sulle alpi ed in qualche caso nella val Padana, mentre lungo la fascia peninsulare, tempo bello al mattino, qualche annuvolamento, ma con davvero scarse possibilità di piogge, a parte prima di sera, su qualche area della Toscana e tra il Lazio e l’Abruzzo. Sulle isole maggiorni ed al sud, tempo generalmente buono. Venti da sud ovest in prevalenza, da est sulle coste di Marche ed Abruzzo, temperature senza grandi variazioni di rilievo, caldo al centro sud.

Mercoledì, geopotenziali in calo, per via di una nuova area instabile che si porterà sulla nostra penisola. Pertanto, al nord, temporali pomeridiani, su molte località, specie alpine; nel corso della giornata, i fenomeni si manifesteranno anche lungo la dorsale appenninica, fin sui monti Calabri. Temperature in calo di qualche grado con valori ad 850 hpa compresi tra nord e sud tra i 12 ed i 16°c. Venti da ovest, piuttosto tesi sulla Sardegna, sulla penisola pressochè come nei giorni precedenti.

Giovedì, le correnti tenderanno a ruotare da est-nord est, le quali continueranno ad apportare dell’instabilità, che sarà diffusa sia al nord che al centro con piogge e temporali soprattutto nel pomeriggio. Discreta la situazione al sud, ove tuttavia non saranno da escludere dei fenomeni in prossimità dei rilievi. Venti da est-nord est quasi dappertutto, temperature in leggero calo ancora, specie sulle regioni settentrionali.

Venerdì, al momento appare con una goccia fresca ancora presente su buona parte dell’Italia, mentre i fenomeni caleranno un po' al nord, si manifesteranno piuttosto vivaci al centro ed al sud, con temporali pomeridiani. Anche le temperature, stazionarie al settentrione, scenderanno al centro ed al sud. Venti da est-nord est.

Sabato, discreto al nord, ove non escludiamo certamente dei fenomeni temporaleschi sulle località alpine; al centro ed al sud, invece, spazio per dei fenomeni più rilevanti. Ventilazione da ovest sulla Sardegna, da est o nord est altrove, temperature senza variazioni di rilievo rispetto al giorno prima.

Domenica, un leggero miglioramento sembra iniziare ad esserci, ma teniamo conto che possibilità di qualche acquazzone pomeridiano, sarà possibile un po' ovunque anche se a carattere sparso. Temperature stazionarie, venti per lo più da est.

In Abruzzo.

Dopo i forti temporali dello scorso Venerdì, le cose stanno andando meglio in queste ore su tutta la regione se vogliamo. Ma teniamo conto, che da Mercoledì, la possibilità di temporali sarà nuovamente possibile su tutta la regione, soprattutto tra Giovedì e Venerdì. Farà piuttosto caldo, con valori oltre i 18 °c se non 20°c ad 850 hpa, nei primi giorni, mentre poi assisteremo ad un calo di alcuni gradi per delle correnti più fresche da est.