Contesto estivo, ma il rischio temporali sarà presente.

Published in News Meteo

Le previsioni meteo dal 7 al 12 Agosto 2018.

 [Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

Ci avviamo verso il ferragosto, il culmine, in un certo senso dell’estate, per chi, come la maggior parte sarà in ferie, tra assolate spiagge, cime montuose ed altro. Le condizioni meteo, sembrano tuttavia discrete un po' ovunque, nel senso, che le temperature saranno rispettate da parte della stagione, ma la classica instabilità continuerà ad essere presente, soprattutto sui settori montani delle alpi e degli appennini.

Martedì, 7 Agosto, qualche fenomeno a carattere di rovescio, potrà essere presente già dal mattino sulle alpi occidentali, specie Valle d’Aosta. Con il passare delle ore, i fenomeni, tenderanno ad estendersi anche sulle altre zone alpine. Meglio andrà sulla Pianura Padana, ove qualche veloce precipitazione potrà essere presente. Al centro, cielo poco nuvoloso al mattino, formazioni cumuliformi, saranno possibili lungo la dorsale appenninica con dei rovesci prima di sera su quello settentrionale ed in parte centrale. Meglio lungo le coste tirreniche ed adriatiche. Rovesci più estesi sulla Sardegna. Al sud, generalmente bel tempo, anche se in serata dei temporali saranno possibili sulla Sicilia. Ventilazione per lo più orientale, temperature senza variazioni di rilievo.

Mercoledì, della nuvolosità alta e stratiforme, sarà presente dal mattino sul nord e parte del centro, con qualche pioggia sull’arco alpino. I fenomeni tenderanno ad essere presenti, anche sull’appennino, soprattutto su quello centrale ed anche meridionale prima di sera. I venti in genere provverranno dai quadranti orientali e sud orientali, temperature stazionarie.

Giovedì, non sarà molto diverso, in quanto, dopo un avvio buono un po' dappertutto, meno che sulle regioni occidentali, ove potrà esserci qualche precipitazione, le nubi a sviluppo verticale non tarderanno a mancare, con dei temporali anche lungo le zone interne della fascia peninsulare. Qualche fenomeno sarà presente anche sulla Sardegna. Le temperature non subiranno delle variaizoni importanti, sempre nel contesto tra i 17 ed i 20°c ad 850 hpa, quindi un contesto estivo, mentre anche i venti continueranno ad essere orientali.

Venerdì, la pressione, a giudicare dai modelli, appare ben salda anche sull’Italia, ma tuttavia i classici rovesci non mancheranno, nella giornata. Sulle regioni settentrionali, già dal mattino, sembrano profilarsi delle piogge, che immancabilmente tenderanno a portarsi anche lungo le aree interne della parte peninsulare, fino alle regioni meridionali, prima di sera. Le temperature saranno in aumento, di qualche grado, sulle regioni centrali, ventilazione in genere orientale.

Sabato, non cambierà granchè, i rovesci a carattere temporalesco, saranno presenti nel corso del pomeriggio sia su buona parte del settentrione, che lungo tutta la fascia interna e quindi appenninica, specie sull’appennino calabro – lucano, con eventi tra moderati e forti. Venti da est sulle venezie e sulle regioni adriatiche, da nord ovest al sud, temperature pressochè stazionarie.

Infine uno sguardo a Domenica, la quale appare piuttosto come le altre giornate che l’hanno preceduta. Fenomeni ben presenti al nord ed in parte lungo le altre zone della penisola. Venti da est sull’adriatico, da ovest sulle tirreniche. Temperature stazionarie.

In Abruzzo.

La situazione, sulla nostra regione, continuerà ad essere sempre come stiamo vedendo in questi giorni : buono al mattino, nubi torreggianti nelle zone interne, con dei fenomeni anche a carattere moderato. La ventilazione sarà sempre da est, temperature in leggero aumento da metà settimana.