Focus: La Sardegna nel mirino del ciclone Mediterraneo

Published in News Meteo

Situazione meteorologica che rimane alquanto delicata in vista dell'evento atmosferico di cui vi avevamo accennato nel precedente focus. I principali modelli matematici, dalle ultime emissioni, sembrerebbero concordi nell'evidenziare l'approfondimento del "Medicane" sulla fascia tirrenica occidentale con coinvolgimento totale della fascia orientale della Sardegna. Nonostante ci sia ancora qualche imprecisione per ciò che concerne la formazione, lo sviluppo e la sua evoluzione, questo sembrerebbe essere lo scenario plausibile a seguito degli ultimi aggiornamenti. Come detto in precedenza, si tratta di una situazione molto delicata in quanto i modelli non riescono a inquadrare al meglio simili eventi atmosferici. Tuttavia, si monitorerà attentamente la genesi di questo "ciclone" che potrebbe far registrare accumuli pluviometrici a dir poco notevoli e violente raffiche di vento. L'Abruzzo, come già detto, non sarà minimamente interessato ma almeno fino a venerdì, a causa di richiami di aria umida da Est, il quadro meteorologico sarà particolarmente variabile con instabilità in quota che permarrà per altre 48/60h.

http://modeles.meteociel.fr/modeles/wrfnmm/runs/2018091900/nmmit-25-72-0.png?19-09

Mappa accumuli pluviometrici previsti su scala nazionale. Notare gli accumuli superiori persino ai 200/300mm previsti per la fascia nord-orientale e centro-orientale della Sardegna. (N.B. Le stime degli accumuli sono approssimative e, probabilmente, anche sovrastimati. Solo attraverso il monitoraggio con le immagini radar si potrà comprendere al meglio dove potranno verificarsi i fenomeni più intensi).