3° Aggiornamento Tendenza Meteo 2/3/4 Gennaio 2019

Published in News Meteo

Aggiornamento meteo

Nella giornata odierna e almeno fino alla prima metà mattinata di domani (mercoledì), non si segnalano fenomeni di rilievo. Tempo stabile con annuvolamenti di passaggio alternati ad ampie schiarite. Dal tardo mattino di domani, tuttavia, la rimonta di un campo di alta pressione verso le regioni scandinave, agevolerà l’afflusso di masse d’aria gelida sull’Europa centro-orientale che, successivamente, raggiungeranno i Balcani e la nostra Penisola. Da domani pomeriggio e almeno per le successive 48h/60h prevarranno condizioni di tempo instabile su tutto il Centro e Sud Italia con temperature in sensibile calo, nevicate che raggiungeranno quote molto basse e ventilazione in deciso rinforzo da Grecale che provocherà forti mareggiate lungo le coste Adriatiche. Ora analizziamo il quadro in Abruzzo:

- Mercoledì 2: la giornata si avvierà con tempo stabile e in prevalenza soleggiato. Dal tardo mattino/primo pomeriggio, corpi nuvolosi in scorrimento dai Balcani sull’Adriatico, raggiungeranno la nostra regione portando le prime precipitazioni sulla nostra fascia orientale e, man mano, si estenderanno sul resto dell’Abruzzo entro il tardo pomeriggio. I fenomeni potrebbero assumere intensità moderata localmente forte, saranno diffusi e probabilmente anche a carattere temporalesco, da non escludere eventuali fenomeni grandinigeni o rovesci di graupeln (chicchi di neve tonda). La quota neve sarà in progressiva diminuzione: sul versante occidentale (aquilano, marsicano ed entroterra abruzzese) inizialmente nevicherà dai 500/700mt ma in serata la neve si farà vedere sui 100/300mt; sul versante orientale (teramano, pescarese, chietino, aree del Sangro e vastese) quota neve inizialmente sui 600/800mt in diminuzione entro la tarda serata sui 200/300m. In caso di fenomeni intensi, non si esclude la possibilità di nevicate ad altitudini inferiori. Nella nottata potrebbe esserci una parziale attenuazione dei fenomeni nell’aquilano mentre fenomeni di intensità tra il debole e il moderato continuerebbero ad investire il resto del nostro territorio regionale.


- Giovedì 3: giornata caratterizzata da tempo instabile seppur con fenomeni che non dovrebbero assumere intensità rilevanti. Sul versante occidentale e interno teramano, in giornata, potrebbe esserci una parziale ma temporanea attenuazione delle precipitazioni con possibilità di locali schiarite ma non mancherà occasione per qualche locale e breve rovescio di neve. Sul resto del territorio regionale, invece, il contrasto termico tra la calda superficie del mare e l’aria fredda in scorrimento dai Balcani (effetto ASE), determinerà la continua genesi di annuvolamenti in avanzamento dall’Adriatico verso l’entroterra abruzzese, con la possibilità di precipitazioni deboli o a tratti moderate, a prevalente carattere nevoso, a quote di pianura o, se non addirittura, anche lungo le coste. C’è da dire, inoltre, che non è da escludere la possibilità che i fenomeni vadano ad intervallarsi a brevi schiarite o a nuvolosità sterile.

- Venerdì 4: una probabile recrudescenza del freddo e dei fenomeni è prevista dalla tarda serata del 3 e nel corso della giornata di venerdì 4 gennaio in cui potrebbe esserci un’ulteriore diminuzione delle temperature e lo sviluppo di nuovi fenomeni di instabilità che si diffonderanno su tutto il territorio regionale, ma di questa tendenza ne riparlerò meglio all’interno dei prossimi ed opportuni aggiornamenti.


- Temperature: come anticipato, subiranno un sensibile calo. In diverse località potranno registrarsi le giornate di ghiaccio, giornate in cui né le minime, né le massime superano 0°C.


- I venti saranno in deciso rinforzo da Grecale con raffiche piuttosto sostenute che raggiungerebbero i 70/80km/h lungo la fascia Adriatica e i 40/60km/h sul resto della regione, di conseguenza le coste saranno esposte a forti mareggiate.


Ora, ci tengo immediatamente a precisare che è impossibile prevedere per ogni singola località quanta neve potrà cadere poiché in queste situazioni l’intensità delle precipitazioni può variare: sia nell’arco di un’intera giornata, sia a distanza di pochi km tra una zona e un’altra. Per cui è da tenere in considerazione il fatto che in alcune aree possa registrarsi un accumulo più elevato rispetto ad un’area limitrofa.


Credo di aver detto tutto, non mancheranno nuovi aggiornamenti nei prossimi giorni per seguire costantemente l’evoluzione del quadro meteorologico sulla nostra regione.