Molto probabile una nuova discesa di aria fredda con neve al centro sud.

Published in News Meteo

Le previsioni meteo dal 7 al 13 Gennaio 2019.

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

Le gelide correnti dai quadranti nord orientali, hanno lasciato spazio ad un tempo tutto sommato, freddo si, tra nord e sud, ma più o meno in linea con i valori medi del periodo. Se al centro e sui rilievi delle regioni meridionali c’è tanta neve, su quelle settentrionali, alpi e prealpi sono praticamente spogli fin sui 1800 m circa. C’è da dire, che in queste circostanze spesso, tra l’altro, si attiva il foehn, il classico vento da nord che scende dai rilievi alpini anche in val Padana, mite e secco. Per farla breve, in sintesi, la settimana che va ad iniziare, vedrà del tempo stabile tra nord e buona parte del centro, mentre dei fenomeni potranno trovare spazio di seguito al sud, nevose fino in collina. Meglio ovunque Martedì, poi tra Mercoledì e Venerdì, di nuovo una depressione che dal nord atlantico, riporterà freddo e neve fino a quote molto basse tra medio adriatico e gran parte delle regioni meridionali. Nel week end i disturbi sembrano ancora insistere sempre al sud.

Lunedì, 7 Gennaio, cielo poco nuvoloso al nord, con estese gelate. Non male la situazione anche sulle tirreniche fino al Lazio e parte della Campania. Qualche fenomeno dall’Abruzzo in giù per un impulso freddo, da est, con nevicate oltre i 400 m fin sul Molise. Precipitazioni , sempre a carattere nevoso anche tra l’Irpinia e l’appennino Dauno. Discreta la situazione al sud, con alternanza di cielo poco nuvoloso e dove più a carattere variabile. Le temperature tenderanno a scendere, un po' dappertutto, soprattutto sui versanti orientali; venti da est quasi ovunque.

Martedì, dal nord atlantico, una corposa depressione, riuscirà a portarsi con la parte meridionale verso il nord Italia, in attesa di scavare una depressione nelle ore notturne. Il cielo si presenterà nuvoloso al mattino al nord e di seguito al centro. Qualche fenomeno verso sera sull’appennino centrale, nevosa oltre i 1000 m. Schiarite in val padana in serata, tempo migliore al sud. Venti da ovest quasi ovunque, da nord, lieve foehn quindi, sulle vallate alpine; temperature in lieve salita su buona parte dello stivale, specie adriatiche e sud.

Mercoledì, già dal mattino, l’aria fredda dalla Scandinavia avrà raggiunto le regioni del nord est Italiano e di conseguenza andrà formandosi la depressione con minimo centrato tra il centro ed il sud. Al mattino, nuvoloso con dei fenomeni sui versanti di confine, a carattere nevoso. Meglio in Val Padana e sulle tirreniche. Tempo più chiuso con nevicate oltre i 700 m, ma in calo dal pomeriggio anche intorno ai 400 m su Marche, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata e Calabria, ma a quote un po' più elevate. Venti da nord est, moderati con qualche rinforzo, temperature in calo, ovunque, specie versante adriatico ( -4°c ad 850 hpa).

Giovedì, correnti fredde da est, ma non gelide s’intende, con valori tra i -2 ed i -5°c ad 850 hpa un po' ovunque, tranne l’estremo sud, la Sicilia e la Sardegna con valori intorno allo 0°c. Fenomeni sul medio adriatico ed al sud, a carattere sparso, nevose fino intorno ai 400 m tra Abruzzo e Molise, a quote sui 6 / 700 m al sud, 1000m sulla Sicilia. Sulle regioni settentrionali, cielo poco nuvoloso, stessa situazione tra la Toscana ed il Lazio. Venti generalmente da nord est, tra moderato e forte su tutta la fascia peninsulare, da ovest sulla Sicilia ed estremo sud.

Venerdì, ancora una giornata all’insegna del tempo instabile con nevicate oltre i 200 m se non in pianura sulle centrali adriatiche, oltre i 500 m sulle regioni meridionali. Bel tempo al nord e lungo le tirreniche fino al Lazio compreso. Temperature in calo ancora con valori sui -6°c ad 850 hpa sulle centrali adriatiche, venti moderati con dei rinforzi da nord est ovunque, più da nord lungo le aree alpine.

Sabato, qualche disturbo sulle regioni meridionali, ma tempo in miglioramento, anche le temperature torneranno un po' a salire sulla fascia tirrenica. Venti da direzione variabile tra nord e centro, da nord est al sud.

Infine uno sguardo alla tendenza per Domenica, che al momento vede cielo poco nuvoloso salvo delle stratificazioni al nord ed al centro, instabilità al sud con pioggia e nevicate oltre i 1000 m circa. Temperature in aumento al nord ed al centro, di vari gradi, stazionarie al sud.

In Abruzzo.

Dopo l’irruzione gelida dei giorni scorsi con tanta neve specie sulla parte sud orientale della nostra regione, Lunedì potremo tornare ad avere un moderato peggioramento a carattere freddo, con delle nevicate, più presenti sul Chietino ,oltre i 400 m; seguirà un tempo migliore e con la colonnina di mercurio in rialzo di qualche grado, Martedì, mentre un nuovo maltempo a stampo invernale, ma non gelida come la passata, sembra concretizzarsi tra Mercoledì e Venerdì, con quota neve via via sempre più in basso, probabilmente anche lungo le coste ( si arriverà intorno ai -6°c ad 850 hpa). Migliora Sabato e Domenica, con le temperature in ripresa.