Settimana con diffusa instabilità su molte regioni, inizialmente con temperature basse per il periodo.

Published in News Meteo

Le previsioni meteo dal 13 al 19 maggio 2019.

 

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

Il mese di Maggio, continua ad andare avanti con un clima piuttosto fresco ed instabile, a volte con precipitazioni che in quota su alpi ed appennino, si manifestano sotto forma di nevicate. C’è intanto da dire, che la nostra penisola, ora, è sotto una circolazione depressionaria che sta richiamando dell’aria piuttosto fredda dai quadranti orientali, le quali stanno e continueranno a dar luogo, a dei fenomeni diffusi dalle Marche in giù, con delle nevicate oltre i 1300 m sull’appennino centrale ed un pochino più elevato su quello meridionale. Poi, altre manifestazioni, potranno continuare ad essere presenti sulle regioni del nord, con precipitazioni a carattere moderato. Le temperature, dopo un sensibile calo, torneranno a salire di vari gradi.

La giornata di Lunedì 13 Maggio, il cielo si presenterà, tra poco nuvoloso e variabile al nord ovest, nubi e precipitazioni anche diffuse, dal Triveneto in giù. Possibilità di temporali diffusi tra Marche, Abruzzo , Molise e tutto il sud con nevicate oltre i 1300 m su Marche ed Abruzzo; un pochino più elevate tra il Molise e le regioni meridionali. Qualche fenomeno anche sulla Sardegna orientale. Venti da nord est, sul centro, da nord ovest al sud, possibilità di lieve foehn sulla val Padana per dei venti, deboli o alquanto moderati da nord. Temperature in calo sulle regioni adriatiche ed al sud, stazionarie altrove.

Martedì, tempo discreto sul nord ovest e lungo la fascia tirrenica, qualche fenomeno sul Triveneto, Romagna e soprattutto dalle Marche in giù. Neve oltre i 1300 m sull’appennino centrale. Instabilità ancora diffusa sulle regioni del sud. Temperature senza variazioni di rilievo, piuttosto fresco per il periodo sulla fascia adriatica con circa 4°c ad 850 hpa. Venti orientali sulla fascia peninsulare, da direzione variabile sulle regioni del nord.

Mercoledì, non male la situazione al nord ovest, più chiuso tra Triveneto, Emilia Romagna, e tutta la fascia peninsulare con rovesci e temporali soprattutto dall’Umbria in giù. Venti da nord est, temperature in calo al nord e sulle tirreniche, per la goccia fresca in quota ( 4°c ad 850 hpa ed anche più basse).

Giovedì, tempo tra poco nuvoloso e variabile al nord, nubi dalle Marche in giù, con delle piogge su Trentino Alto Adige, Friuli, Veneto. Altri fenomeni a carattere di rovescio saranno possibili tra Abruzzo e tutte le regioni verso sud. Ventilazione quasi ovunque da nord, temperature in aumento al centro nord stazionarie al sud.

Venerdì, ancora qualche fenomeno sparso al nord ed al centro. Pressione atmosferica che tenderà ad aumentare lasciando il cielo tutto sommato non malvagio su molte aree Italiane. Temperature in aumento, venti che ruoteranno dai quadranti meridionali.

Sabato, cielo più chiuso sulle regioni settentrionali, con la possibilità di rovesci in qualche caso anche a carattere moderato. Fenomeni moderati anche sulla Toscana e parte del Lazio, Marche. Meglio dall’Umbria in giù, anche se il cielo potrà essere nuvoloso.

Domenica, infine, cielo nuvoloso su gran parte dell’Italia, con precipitazioni diffuse al nord fin sulla Toscana, altrove scarse le possibilità di fenomeni. Temperature in aumento, venti da sud.

In Abruzzo.

Circolazione ciclonica almeno fino a Martedì, su tutto il centro sud, con piogge diffuse, specie sui settori orientali e con delle nevicate oltre i 1300 m circa. Temperature in calo sensibile. Poi, una variabilità con qualche precipitazione anche moderata Mercoledì. Appare discreta la situazione nella giornata di Venerdì 17, quando il giro ciclistico d’Italia correrà la tappa Vasto – L’Aquila, situazione pressochè simile anche nel giorno seguente con la partenza da Tortoreto. Domenica appare al momento una giornata per lo più nuvolosa.