Inizio molto mite, poi irromperanno le correnti fredde nord orientali.

Published in News Meteo

Le previsioni meteo dal 3 al 9 Febbraio 2020.

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris].

Eccoci a Febbraio, che è entrato con un clima primaverile quasi ovunque se vogliamo dirla tutta. Nei prossimi giorni, avremo la colonnina di mercurio ancora in salita nella giornata di Lunedì e parte di Martedì, quando, delle veloci correnti fredde dai quadranti nord orientali, irromperanno dalle Marche in giù, con un deciso e sensibile calo delle temperature e qualche rovescio nevoso a quote basse, anche al sud. Poi, da Giovedì, torneranno nuovamente condizioni di tempo stabile e soleggiato su gran parte della penisola. Ecco, questo in breve il quadro della situazione meteo nei prossimi giorni.

Lunedì 3 Febbraio, le condizioni meteo saranno da primavera inoltrata. Cielo poco nuvoloso, salvo qualche innocuo addensamento sulla Liguria e la Toscana. Altrove solo stratificazioni. Ventilazione debole da ovest sulla fascia tirrenica, da est sulle adriatiche. Temperature in aumento un po' ovunque, specie versanti orientali, campo termico intorno ai 12 / 13°c ad 850 hpa, sulla Sardegna anche 16°c alla quota di 1450 m in libera atmosfera.

Martedì, precipitazioni sui versanti di confine, a carattere nevoso, moderati ed in qualche caso forti, oltre i 500 m circa. Sulle restanti zone della penisola, cielo poco nuvoloso, ma con nuvolosità in aumento ad iniziare dapprima da ovest, dalla Toscana in giù, poi verso sera, con le correnti che ruoteranno da nord nord est, saranno possibili delle precipitazioni su Marche, Abruzzo, e via via giù. Nevicate durante la notte sul medio e basso adriatico oltre i 700 m con quota ancora in calo. Fenomeni anche al sud ove la neve comparirà oltre i 1300 m dapprima. Venti moderati con dei rinforzi generalmente da ovest, temperature stazionarie e quindi miti al mattino, in calo anche sensibile dal tardo pomeriggio ad iniziare dal nord est e zone adriatiche.

Mercoledì, poche nubi al nord, eccetto zone di confine, ove saranno presenti delle nevicate. Cielo poco nuvoloso anche su Toscana, parte dell’Umbria , delle Marche, Lazio, parte della Campania settentrionale. Da sud Marche, Abruzzo , Molise e buona parte delle regioni meridionali, nevicate fino a bassa quota, a carattere di rovescio. Ventilazione nord orientale su buona parte del paese, con raffiche specie al centro sud tra moderati e forti. Temperature ancora in calo sul medio e basso adriatico ( -3/ -4°c ad 850 hpa), un po' più mite sul nord ovest con valori sempre ad 850 hpa sui 2/3°c.

Giovedì, andremo verso un miglioramento per il rinforzo dell’anticiclone. Pertanto al mattino, della residua nuvolosità sarà possibile dall’Abruzzo in giù, con qualche nevicata sui monti della Sicilia. Poi, a seguire bel tempo un po' ovunque. Temperature in lieve flessione un pochino ovunque, specie al centro sud con valori fino a -6°c ad 850 hpa.

Venerdì, giornata di bel tempo ovunque. Posibilità di nebbie al mattino sulla val padana e nelle vallate montane, ma nulla più. Temperature in aumento su gran parte della penisola, ancora aria piuttosto fredda al mattino e nelle ore notturne, con brinate. Ventilazione in genere da nord ovest.

Sabato, sempre condizioni anticicloniche su tutto il paese. Della nuvolosità potrà essere presente tra la Toscana e la Liguria, ma nulla di che. Temperature stazionarie, ventilazione da ovest sui versanti tirrenici, da est su quelli adriatici, deboli.

Domenica, la grande depressione atlantica, tenderà a scendere di latitudine, apportando delle correnti da ovest, con dei venti in rinforzo, specie sulla parte peninsulare. Saranno possibili delle precipitazioni, nevose oltre i 1000 m circa sui versanti alpini di confine nord occidentali, e delle piogge tra la Toscana e la Campania, a carattere di rovesci tra deboli e moderati. Venti da ovest, moderati, temperature in leggero aumento al centro nord ed al sud, stazionarie altrove.

 

In Abruzzo.

Le temperature continueranno ancora a salire di alcuni gradi nella giornata di Lunedì, ma tuttavia da Martedì pomeriggio, entreranno le correnti da nord est, piuttosto fredde, con la possibilità di fenomeni, che oltre i 1000 m saranno nevose in serata. Quota che scenderà nel giorno successivo di Mercoledì, fin quasi in pianura. Poi da Giovedì, le condizioni meteo tenderanno ad un generale miglioramento su tutta la regione, ove solo dei banchi di nebbia e delle gelate saranno presenti nottetempo ed al primo mattino.