Nuova ondata di maltempo in arrivo anche in Abruzzo

Published in News Meteo

Dopo le forti raffiche di vento che, nella giornata di ieri, hanno interessato gran parte della nostra regione, nuovi flussi perturbati tenderanno a portare instabilità su buona parte della nostra Penisola.

La perturbazione che nelle ultime ore ha favorito precipitazioni sparse su gran parte delle regioni centro-settentrionali e lungo la fascia tirrenica, nel corso della giornata odierna tenderà ad interessare anche le regioni meridionali. Nel dettaglio:

Avremo la formazioni di nuovi corpi nuvolosi dalle regioni nordafricane che man mano tenderanno ad estendersi ed interessare le regioni del Centro-Sud, Sud-Italia e le Isole maggiori, portando precipitazioni sparse anche a carattere temporalesco di abbondante intensità sul Tirreno meridionale e di moderata intensità altrove. Questa fase di maltempo durerà almeno fino a martedì.

A partire da mercoledì, però, un nuovo sistema perturbato di origine Nord-Atlantica attraverserà le Isole Britanniche per poi raggiungere la nostra Penisola portando un deciso abbassamento dei valori termici e precipitazioni più probabili lungo l’arco Alpino e sulle regioni centrali. Inoltre avremo anche un rinforzo dei venti dai quadranti settentrionali e saranno possibili nevicate a quote inferiori i 700m sulle Alpi e a quote al di sotto dei 1300m lungo l’Appennino. Per il weekend la linea di tendenza è ancora molto incerta.

Per quanto riguarda l’Abruzzo:

Tra questa sera e nel corso della giornata di domani avremo un generale abbassamento termico con i valori che torneranno nelle medie stagionali. Saremo interessati anche da un’estesa copertura nuvolosa che favorirà precipitazioni inizialmente sui settori del marsicano e dell’aquilano in successiva estensione fin lungo il versante orientale della nostra regione. La giornata di mercoledì vedrà un tempo per lo più variabile con annuvolamenti sparsi alternati a locali ampie schiarite ma, con l’arrivo del fronte freddo, le temperature si abbasseranno ulteriormente e non mancheranno nuovi addensamenti con la formazione di rovesci sparsi su gran parte del nostro territorio regionale. Vi terremo aggiornati.