Instabilità su molte regioni, clima spesso fresco, migliora dopo metà settimana.

Published in News Meteo

Le previsioni meteo dal 6 al 12 Marzo 2017

Ben si sa, che il mese di Marzo è sempre quello capriccioso. Dalla mitezza e giornate assolate e piacevoli, in poco tempo è facile passare a condizioni di tempo con pioggia e soprattutto ritorni di freddo. E’ il mese dinamico per antonomasia, ove il termine “pazzerello” gli viene sempre accostato. Infatti, ad esempio, dopo le giornate miti della seconda parte della settimana appena trascorsa, delle correnti atlantiche dapprima più calde e più fresche poi, con precipitazioni, ci hanno tenuto compagnia nel week end. 

La settimana che invece andremo a vivere, appare dapprima piuttosto instabile per la formazione di un minimo depressionario nella giornata di Lunedì sull’Italia centro-settentrionale, la quale nella giornata di Martedì scivolerà verso il centro sud arrecando maltempo diffuso sulle regioni adriatiche . Le condizioni del tempo rimarranno ancora sotto il segno del tempo perturbato anche nella giornata di Mercoledì al sud. Poi, ad iniziare dai settori occidentali, tornerà l’anticiclone che tra Giovedì, Venerdì e parte di Sabato, rimarrà su gran parte dello stivale, visto che probabilmente dal pomeriggio di Sabato e poi Domenica, delle correnti da nord-nord-ovest apporteranno del vento e forse qualche fenomeno a carattere sparso.

La giornata di Lunedì, vedrà, come dicevamo poc’anzi, la formazione di un minimo depressionario di circa 995mb, sul centro-nord. Avremo dei fenomeni sul nord ovest, a carattere nevoso oltre i 1400 m circa e forse un po' più in basso. Stessa cosa sui versanti di confine tra la Lombardia e l’alto Adige. Altrove, tempo in peggioramento sulla Liguria, la Toscana, e specialmente sui rilievi tra Lazio ed Abruzzo. A seguire anche la Campania. Sulle altre zone, spiccata variabilità con degli addensamenti associati a qualche precipitazione sparsa. Temperature stazionarie sul nord e parte del centro, in lieve aumento sulle adriatiche per i venti di caduta e al sud.

Martedì, il vortice ciclonico si troverà tra il centro ed il sud. Pertanto sul nord ed al centro affluiranno delle correnti da nord est, con un calo delle temperature di qualche grado. Cielo poco nuvoloso sul nord-ovest, qualche fenomeno sul nord-est, nevoso oltre i 1000 m circa. Dalla Romagna in giù maltempo diffuso, con piogge e nevicate sui rilievi tra i 1000 ed i 1400 m. Tempo molto instabile anche al sud, con piogge a carattere moderato, un po' ovunque, specie sui versanti soggetti ad effetto stau. Temperature in calo sulle regioni alpine e tra Marche ed Abruzzo. Maltempo sulle Adriatiche dalle Marche in giù anche nella notte su Mercoledì.

Mercoledì mattina, mentre sulle regioni settentrionali le condizioni meteo saranno abbastanza buone, come del resto sulle centrali tirreniche, sull’Abruzzo, sul Molise ed al sud, avremo ancora condizioni di tempo instabile con dei fenomeni, ove sulle due regioni citate, potranno essere nevose oltre gli 800 / 1000 m (-2°c ad 850 hpa). Venti da nord-est, in qualche caso tra moderati e forti. Temperature invece pressochè stazionarie sui valori del giorno precedente sul resto d’Italia (tra 2 e 4°c ad 850 hpa). Giovedì, la pressione atmosferica andrà aumentando ancora al nord e sul centro, anche se tuttavia dei fenomeni residui saranno presenti sulla Lucania e sulla Sicilia. Venti deboli da ovest sul nord e sulle centrali tirreniche, da est-nord est sul medio e basso versante adriatico. Temperature in aumento di qualche grado al nord e parte del centro, specie tirreniche, stazionarie su quelle adriatiche.

Venerdì, bel tempo quasi ovunque, a parte qualche addensamento sulle estreme regioni meridionali. Temperature in sensibile aumento tra il nord e le centrali tirreniche (7/8°c ad 850 hpa). In lieve salita anche al sud, ma con valori più bassi. Sabato, davvero una giornata primaverile, con valori ad 850 hpa tra gli 8 ed i 10°c. Un po' di vento dal tardo pomeriggio lungo la fascia peninsulare, da nord-ovest. Infine Domenica, ove sarà possibile qualche fenomeno sui versanti alpini di confine, nevose fin sui 1300 m circa. Altrove cielo tra poco nuvoloso e con degli addensamenti locali. Temperature in lieve calo.

In Abruzzo.

La giornata di Lunedì, sarà alquanto variabile al mattino con qualche fenomeno sparso. La nuvolosità tenderà ad aumentare dal primo pomeriggio con dei fenomeni a carattere moderato ad iniziare da ovest. Nevicate oltre i 1600 m circa, ma con quota in calo nella giornata di Martedì, anche intorno ai 1000 m per l’ingresso dei venti da nord-est. Maltempo diffuso, specie settori orientali nella giornata di Martedì. Mercoledì ancora fenomeni residui, nevose oltre gli 800/1000m, poi tempo in miglioramento. Buoni, Giovedì, Venerdì e specialmente Sabato con valori termici da primavera inoltrata. Domenica qualche nube, ma tempo nel contesto accettabile.