News Meteo

Caldo in aumento, ma non saranno da escludere dei temporali sulle zone alpine ed a seguire lungo l’appennino.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dal 22 al 28 Luglio 2019.

 

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

Andiamo verso la fine di questo mese di Luglio, mentre una nuova ondata di caldo, tornerà sul bacino del mediterraneo occidentale ed anche oltre, toccando nuovamente quelle località del mese scorso, ma tuttavia, con valori massimi inferiori. Per farla breve, le condizioni meteo appaiono buone lungo le aree peninsulari almeno fino a Venerdì, mentre lungo l’arco alpino, i rovesci a carattere temporaleschi, sembrano non essere del tutto esclusi nel periodo in essere, come vedremo qui di seguito.

La giornata di Lunedì, al mattino, vedrà cielo poco nuvoloso ovunque. La tendenza sarà per un aumento di quest’ultima ad iniziare dal nord e verso le regioni centrali, a carattere stratiforme. Qualche addensamento più cospiquo sarà possibile sulle alpi ove non mancheranno dei rovesci ed a seguire sulla dorsale appenninica settentrionale e centrale, prima di sera. Condizioni migliori sulle regioni meridionali. Temperature in aumento su parte delle regioni settentrionali e su quelle centrali, soprattutto tirreniche. Venti in prevalenza nord orientali sulle adriatiche, da ovest, altrove.

Martedì, geopotenziali in aumento (DAM 588/596), tempo generalmente buono su gran parte della penisola, con degli addensamenti lungo le aree alpine, ove saranno possibili dei rovesci soprattutto nel corso delle ore pomeridiane. Ventilazione da nord est su tutta la fascia adriatica, da ovest su quella tirrenica, temperature senza grandi variazioni di rilievo con valori che andranno tra i 17 ed i 20°c ad 850 hpa a macchia di leopardo.

Mercoledì, a parte qualche acquazzone a carattere sparso lungo la fascia alpina, per il resto del territorio nazionale, le condizioni meteo saranno buone. Qualche stratificazione di passaggio ma nulla più, scarse davvero le possibilità di piogge. Temperature in aumento al centro nord, soprattutto sulla Toscana con valori sui 23°c ad 850 hpa, ventilazione press a poco come nel giorno precedente.

Giovedì, altra giornata calda ed anche afosa al centro nord, con la possibilità di fenomeni a carattere di rovescio sulle alpi, di moderata entità. Sulle restanti zone, tempo abbastanza buono, con della nuvolosità quasi assente, a parte qualche lieve stratificazione di passaggio, nel pomeriggio. Temperature senza grandi variazioni di rilievo, venti dai quadranti orientali sulle aree adriatiche, da ovest su quelle tirreniche.

Venerdì, non cambia granchè, con rovesci e temporali sull’arco alpino, meglio dalla val Padana in giù. Temperature e venti non molto diversi dal giorno precedente.

Sabato, sembra al momento, che possa esserci spazio per dei temporali, non solo sulle solite zone alpine, ma anche lungo l’appennino centrale, nel pomeriggio. Non male la situazione sulle regioni meridionali. Venti sempre sulla falsariga dei giorni precedenti, temperature senza variazioni di rilievo.

Domenica, infine, appare una giornata con cielo poco nuvoloso su gran parte della penisola. Qualche debole pioggia non sarà da escludere a macchia di leopardo sulle alpi. Sull’appennino centrale, qualche isolato rovescio potrà essere presente tra Lazio ed Abruzzo, ma davvero di poco conto. Temperature stazionarie, ventilazione sempre da ovest lungo la fascia tirrenica, da est su quella adriatica.

In Abruzzo.

Sarà una settimana con un tempo abbastanza orientato sul cielo poco nuvoloso, a parte degli addensamenti annessi a dei fenomeni probabilmente tra Venerdì e Sabato, nel corso delle ore pomeridiane. Temperature in aumento, ventilazione orientale.

Goccia fresca ed instabile ad inizio settimana, seguiranno condizioni piuttosto variabili.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dal 15 al 21 Luglio 2019.

 

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

Le condizioni meteo che hanno toccato soprattutto le regioni adriatiche nella metà della settimana scorsa hanno avuto delle condizioni davvero drammatiche, in quanto gli eventi grandigeni che si sono manifestate ad Ancora, Pescara hanno dato luogo ad una distruzione appunto per la grandezza dei chicchi, dell’ordine di una mela, per intenderci. La violenta tromba d’aria che ha toccato l’area di Milano marittima, con venti ben oltre i 200 km/h, hanno sradicato moltissimi pini secolari. La situazione , insomma sembra si stia facendo purtroppo sempre più seria, in qualità di eventi estremi.

Detto questo, vediamo comunque come potranno essere i prossimi giorni, in quanto, da subito una goccia fresca, dalle Baleari, tenderà a scivolare verso il tirreno, apportando rovesci e temporali su gran parte della penisola. Poi, dopo un generale miglioramento nella giornata di Mercoledì, qualche rovescio sparso potrà manifestarsi sulle aree montuose, come comunque vedremo qui di seguito.

Lunedì 15, al mattino, nuvoloso al nord e sulle regioni centrali. Un po' meglio sulle regioni meridionali. Seguiranno, appunto per la goccia fresca ed instabile, dei fenomeni a carattere di rovesci temporaleschi sulle zone alpine e a seguire su quelle centro settentrionali della fascia peninsulare. Tempo in peggioramento anche sulle regioni meridionali con temporali tra moderati e forti soprattutto sulla Lucania e Calabria. Tendenza a miglioramento sulle regioni settentrionali nella serata. Temperature in leggero calo ovunque, ventilazione in genere orientale.

Martedì, non male sulle regioni settentrionali, anche se ci sarà spazio per qualche fenomeno sparso. Ancora piogge sul medio e basso adriatico, ma tutto in traslazione verso levante entro la sera. Ventilazione sempre nord orientale, temperature stazionarie, con valori tra i 13 ed i 16°c ad 850 hpa.

Mercoledì, ci sarà spazio per dei fenomeni lungo l’arco alpino, soprattutto nelle ore pomeridiane. Meglio invece lungo la fascia peninsulare , dove a parte qualche addensamento, saranno davvero irrilevanti delle precipitazioni. Venti sempre dai quadranti orientali, temperature senza grandi variazioni o in leggero aumento.

Giovedì, invece, a quanto pare, torneranno molto probabilmente dei fenomeni al nord e sul centro, su quest’ultimo nel corso delle ore pomeridiane. Sulle regioni meridionali, tempo un pochino migliore. Temperature in leggero aumento al centro nord, stazionarie al sud., ventilazione a rotazione ciclonica.

Venerdì, fenomeni già dalla notte e dal primo mattino sulle regioni settentrionali, dal primo pomeriggio, qualche temporale sulle regioni centrali, meglio sulle regioni meridionali. Temperature in leggero aumento al centro al sud e sull’arco alpino. Venti in genere da est nord est sulle adriatiche, da ovest altrove.

Sabato, non sarà molto diverso, se vogliamo, almeno come sembra al momento. Temperature senza grandi variazioni di rilievo, ventilazione press a poco come il giorno precedente.

Infine uno sguardo a Domenica, che non appare tanto malvagia, anche se tuttavia dei fenomeni sulle alpi e lungo la dorsale appenninica, nel pomeriggio, non sarà da escludere.

In Abruzzo

Stiamo per assistere ad un nuovo peggioramento delle condizioni del tempo, con dei fenomeni a carattere moderato su buona parte della nostra regione, poi dopo delle condizioni di bel tempo nella giornata di Mercoledì, Giovedì e fino a Domenica, potranno trovare spazio dei fenomeni pomeridiani a carattere di rovescio. Temperature miti, ma non calde, con valori compresi tra i 13 ed i 16°c ad 850 hpa. Ventilazione generalmente da est.

 

Stop del gran caldo, arrivano temporali e temperature in calo anche al centro sud.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dall’ 8 al 14 Luglio 2019.

 

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

In queste ore, stiamo assistendo a del tempo instabile sulle regioni settentrionali, con anche eventi grandigeni che hanno causato molti danni non solo alle colture, ma anche a cose. E mentre i rovesci temporaleschi si sono portati fin sulla Toscana e sulle Marche settentrionali, nel corso della prossima settimana, i fenomeni, saranno diffusi tra l’altro nella giornata di Mercoledì 10 lungo le adriatiche tra la bassa Romagna fin sulla Puglia. Seguirà poi, un tempo spesso vivace, tra buono al mattino e con dei rovesci sparsi su molte località Italiane. Per quanto riguarda invece le temperature, avremo un calo sensibile un po' ovunque, versante adriatico in primis, anche di oltre 10°c ed a seguire le altre località.

Lunedì 8 Luglio, al mattino, il cielo si presenterà nuvoloso al nord, con dei fenomeni, che saranno tra moderati e forti nel corso della giornata tra le alpi Lombarde ed il Triveneto, nonché , parte dell’ Emilia Romagna. Altrove tempo discreto, con qualche passaggio stratificato ed addensamento sui versanti occidentali dell’appennino. Ventilazione in genere dai quadranti occidentali, da est-sud est altrove, temperature ancora stazionarie o in lieve calo dalla serata al centro nord.

Martedì, la pressione atmosferica tenderà a diminuire, un po' ovunque, ed inizieranno ad entrare delle correnti fresche orientali sulle regioni settentrionali. Al nord, fenomeni sparsi soprattutto sulle regioni alpine, temporali in formazione nella seconda parte della giornata su appennino settentrionale e centrale, di entità moderata. Temperature in calo sul nord est, in serata anche sulle regioni centrali adriatiche, ventilazione a rotazione ciclonica da est-nord est al nord e parte del centro, da ovest sulle regioni meridionali.

Mercoledì, giornata instabile con frequenti temporali, probabilmente in qualche caso anche grandigeni tra Marche, Abruzzo, Molise e Puglia settentrionale e centrale. Sulle altre regioni condizioni di spiccata variabilità ed addensamenti ove non sarà escluso qualche fenomeno. Temperature in sensibile calo tra nord est e centrali adriatiche ( 12°c ad 850 hpa), ancora caldo al sud ed isole maggiori.

Giovedì, tempo discreto al nord, con qualche fenomeno lungo le aree alpine, discreto anche lungo i versanti tirrenici centro settentrionali, possibilità invece di rovesci temporaleschi sulle adriatiche centrali e meridionali. Temperature in leggera ripresa al centro, pressochè stazionarie al nord; venti da est nord est sulle regioni settentrionali e versante adriatico, altrove da ovest nord ovest.

Venerdì, saranno possibili temporali sparsi su alpi e lungo la dorsale appenninica, soprattutto nel corso del pomeriggio. Venti da ovest sulla fascia tirrenica, da est su quella adriatica, da direzione variabile sulle regioni settentrionali. Temperature in aumento al nord ovest e lungo le tirreniche.

Sabato, la pressione atmosferica tenderà nuovamente a salire, ma tuttavia dei disturbi pomeridiani al nord est e sulle regioni centrali continueranno ad esserci . Temperature senza grosse variazioni, ventilazione non tanto diversa dal giorno precedente.

Infine uno sguardo a Domenica, cui dopo un inizio buono su gran parte della penisola, potranno seguire dei rovesci soprattutto al nord est e lungo la fascia adriatica fin sulle regioni centrali. Temperature in aumento un po' ovunque, ventilazione da est nord est al nord e regioni centrali, da nord ovest altrove.

In Abruzzo.

La fase calda che stiamo vivendo,  a breve lascerà il passo ad una situazione instabile, cui le prime avvisaglie si vedranno, sui settori occidentali, già da Lunedì pomeriggio – sera. Martedì ci sarà spazio per dei temporali a carattere moderato su buona parte della regione, situazione che si ripeterà anche Mercoledì. Non saranno da escludere eventuali grandinate. Temperature in sensibile calo e venti da est nord est. Tra Giovedì e Domenica, ancora possibilità di temporali sparsi nel pomeriggio , mentre le temperature torneranno leggermente a salire.

Progetto Thearte - Le previsioni meteo fatte dai bambini

by Samuele Giampietro

Anche quest'anno, in occasione del Campus organizzato dall'Associazione TheaRte, Meteo Chieti Abruzzo è stata presente per far conoscere ai bambini il mondo della meteorologia, come nascono e come si fanno le previsioni del tempo.

Ecco le previsioni fatte da loro (con il nostro modello WRF):

In mattinata avremo cielo sereno, qualche nube sulla Majella.

Nel pomeriggio potremmo avere temporali in montagna, nell'aquilano e nella Marsica. Nubi sparse nelle zone interne, sole sul versante Adriatico.

In serata ancora qualche breve precipitazione nelle zone dell'Aquila e della Marsica. Altrove sereno.

In nottata tornerà il sereno dappertutto.

Le temperature saranno ancora elevate.

Settimana all’insegna del caldo, soprattutto al nord.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dal 25 al 30 Giugno 2019.

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

Il mese di Giugno volge al termine e praticamente ci troviamo al giro di boa dell’anno in corso. I giorni che vivremo, saranno davvero estivi nel vero senso della parola, a parte qualche rovescio temporalesco nel qua e là nel corso delle ore pomeridiane, ma sarà il caldo nord africano, che in primis toccherà la Spagna, la Francia , i Paesi Bassi ed il nord Italia, con valori tra i +24 ed i +28°c ad 850 hpa. Infatti in molte zone come appunto la Spagna, non saranno esclusi valori massimi sui 45°c ,mentre Francia ed i Paesi Bassi, come il nostro settentrione, facilmente si potranno toccare i 40°c, sempre a quote basse s’intende (almeno per l’Italia, se vogliamo, vista la morfologia).

La giornata di Martedì 25 Giugno, al mattino, il cielo si presenterà poco nuvoloso ovunque, a parte qualche velatura sulle nord occidentali. Nessun rischio di temporali, temperature in aumento soprattutto lungo l’arco alpino e comunque al nord, ancora pressochè stazionarie al centro ed al sud. Ventilazione, in genere orientali o nord orientali.

Mercoledì sempre bello ed assolato al mattino su tutte le regioni, velature al nord. Nel corso delle ore pomeridiane, degli addensamenti tra la Campania, Lucania, Calabria, potranno apportare dei fenomeni a carattere di rovescio. Temperature in aumento al centro nord, con valori sui +24°c lungo le alpi, +20 / 22°c ad 850 hpa sul resto del nord fin sulla Toscana e le Marche. Più fresco sul resto del centro ed al sud con valori non superiori ai 18°c ad 850 hpa. Ventilazione sempre dai quadranti orientali.

Giovedì, nulla di diverso nelle ore del mattino, mentre nel pomeriggio, non appaiono possibili più di tanto dei rovesci temporaleschi. Temperature pressochè stazionarie, con varie località del centro nord sui 40°c se non un pochino oltre. Venti sempre da est nord est.

Venerdì, a vedere i modelli in questo momento, si evince che tutta la penisola praticamente sarà al di sotto di valori che andranno tra i +20 ai +24°c ad 850 hpa, pertanto giornata molto calda dappertutto. Però attenzione a qualche temporale di calore, su alcune aree delle alpi e dell’appennino, specie centrale e dei versanti tirrenici. Venti da est.

Sabato, giornata buona ovunque al mattino, nubi in formazione su Piemonte e Val d’Aosta, ove potrà avere spazio qualche fenomeno a carattere di rovescio nel pomeriggio. Ventilazione nord orientale, temperature in calo al nord di qualche grado, pressochè stazionarie al centro ed al sud.

Infine uno sguardo alla Domenica, che vede solo qualche incertezza sulle nord occidentali. Altrove sole e tempo estivo. Temperature senza grosse variazioni di rilievo, ventilazione sempre da nord est.

In Abruzzo.

La nostra regione, tuttavia, rimarrà un po' confinato al grande caldo. Per intenderci, avremo valori intorno ai +20°c ad 850 hpa , solo nella giornata di Venerdì a quanto sembra. I venti nord orientali, insomma aiuteranno un pochino ad avere un caldo , se vogliamo umano, rispetto alle regioni settentrionali e soprattutto Spagna e Francia. Possibile qualche veloce acquazzone nel pomeriggio di Venerdì nelle aree interne.

Tempo estivo, qualche disturbo probabile sul nord ovest.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dalò'11 al 16 Giugno 2019.

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

Insomma, a quanto pare, l’estate vorrà continuare a tenerci compagnia anche nei prossimi giorni, con cielo poco nuvoloso, salvo i classici addensamenti pomeridiani soprattutto sulle aree alpine ed appenniniche ove , soprattutto nelle prime citate, potranno esserci dei fenomeni a carattere moderato, ma nulla di importante. Per il resto, farà caldo, appunto per la spinta calda dal nord africa verso la nostra penisola, ove  i valori ad 850 hpa potranno toccare se non superare in qualche caso i 24°c, per cui qualche valore massimo a quote basse, non è escluso che supererà i 40°c.

Pertanto, la giornata di Martedì 11 Giugno, al nord il cielo si presenterà tra variabile e nuvoloso sull’arco alpino, ove potranno esserci dei rovesci a carattere moderato, specie nel pomeriggio. Meglio la situazione in val Padana. Al centro, cielo poco nuvoloso, con qualche addensamento pomeridiano lungo l’appennino, ma con scarse possibilità di fenomeni. Buono sulle regioni meridionali. Ventilazione in generale, dai quadranti meridionali, temperature stazionarie.

Mercoledì, situazione non molto diversa, dove continueremo ad avere qualche pioggia sulle zone alpine, difficilmente su quelle appenniniche. Temperature in leggero calo al settentrione, stazionarie al sud, con valori oltre i 20°c ad 850 hpa.

Giovedì, cielo poco nuvoloso ovunque, a parte degli annuvolamenti sulle alpi. Temperature senza grandi variazioni di rilievo, venti da sud.

Venerdì, cielo poco nuvoloso un po' ovunque. Farà molto caldo soprattutto dalle Marche, Umbria, Toscana in giù, con valori ad 850 hpa tra i 23 ed i 25°c, per cui in alcune località poste a bassa quota nelle regioni a sud di quelle menzionate, non sarà escluso di superare i 40°c, come valore massimo. Venti sempre dai quadranti meridionali, temperature quindi in aumento ovunque.

Sabato, tempo buono al mattino su tutto il territorio nazionale, dei fenomeni potranno presentarsi sul nord ovest, ed a seguire sul resto dell’arco alpino. Qualche veloce e debole rovescio nel pomeriggio tra i litorali di Toscana e Lazio. Sulle restanti regioni, cielo poco nuvoloso con qualche addensamento tra il pomeriggio e la sera. Temperature senza variazioni di rilievo, ventilazione in genere da sud ovest.

Domenica, infine, al momento appare bello al mattino, poi, rovesci moderati sul Triveneto e non saranno esclusi prima di sera sull’appennino centrale. Venti da nord ovest sulla fascia tirrenica, da sud sul versante adriatico. Temperature in calo sul nord ed al centro, stazionarie sulle estreme regioni meridionali.

In Abruzzo.

Sarà una settimana all’insegna del tempo buono e clima prettamente estivo, con i valori massimi che potranno sfiorare i 40°c nelle aree poste più in basso. Venti sempre dai quadranti meridionali, temperature in sensibile aumento da Giovedì, in calo da Sabato pomeriggio, ma sempre con valori sui 20°c ad 850 hpa, per cui sempre all’insegna del caldo.

A parte qualche rovescio sulle zone alpine, miglioramento generale e temperature in sensibile aumento.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dal 4 al 9 Giugno 2019.

 

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

La situazione d’instabilità che ci ha tenuti sotto scacco per almeno un mese, su gran parte della penisola, sta definitivamente lasciandoci. Ampi rasserenamenti al nord già da qualche giorno e su parte delle regioni tirreniche. Va migliorando in queste ore anche sulle regioni adriatiche, mentre qualche disturbo tuttavia rimane sui rilievi con dei rovesci pomeridiani. In sostanza sembra che l’anticiclone di natura azzorriana, tenderà a diventare sub tropicale, nord africano quindi, la quale apporterà soprattutto un innalzamento sensibile della colonnina di mercurio, soprattutto al centro sud. Insomma, sembra che l’estate vorrà iniziare a dire la sua.

Martedì 4 Giugno, dopo un avvio buono un po' ovunque, dei disturbi a carattere temporalesco potranno esserci lungo l’arco alpino e tra l’appennino centrale e meridionale nel corso del pomeriggio. La ventilazione risulterà meridionale sulle regioni settentrionali, occidentali sul versante tirrenico e da est dalle Marche in giù, temperature in aumento con valori compresi tra i 16°c del nord ai 10°c del sud ad 850 hpa.

Mercoledì, bello ovunque, ma qualche rovescio pomeridiano lungo i rilievi alpini, non saranno da escludere. Probabilmente anche lungo l’appennino centro meridionale, ma nulla di rilevante. Ventilazione dai quadranti sud occidentali, temperature stazionarie al nord, in leggero aumento al centro sud.

Giovedì, non cambierà granchè, rispetto al giorno precedente, situazione molto simile, compresi i venti e le temperature.

Venerdì, giornata con bel tempo quasi ovunque, qualche addensamento pomeridiano non sarà da escludere sul nord ovest, con la possibilità di rovesci. Altrove addensamenti sparsi sul resto del nord e del centro, ma con scarse possibilità di piogge. Ventilazione quasi ovunque occidentale, temperature in aumento di un paio di gradi, geopotenziali in aumento al centro sud ( DAM 584 – 588).

Sabato, giornata estiva al sud con valori che potranno superare i 20°c ad 850 hpa, qualche debole rovescio sulle alpi, altrove solo qualche addensamento presso i rilievi e nulla più. Venti da sud ovest, in genere deboli, temperature in aumento soprattutto al centro sud.

Domenica, giornata sempre molto calda al centro sud, un pochino meno al nord, qualche disturbo pomeridiano sulle alpi e sull’appennino centrale. Temperature senza variazioni di rilievo, venti da sud ovest, in genere deboli.

 

In Abruzzo.

Sarà una settimana con temperature in aumento e con un tempo generalmente migliore dei giorni scorsi. Sarà possibile qualche rovescio pomeridiano, a carattere sparso nelle aree interne, ma nulla di rilevante alla fine. Più caldo verso il fine settimana con valori ad 850 hpa probabilmente oltre i 20°c.

Settimana sotto l’insegna dell’instabilità, specie al centro sud.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dal 27 Maggio al 2 Giugno 2019.

 

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

Il mese di Maggio, va verso il capolinea e continua a farlo in una maniera legato a tempo instabile su molte regioni Italiane. Il mese è stato caratterizzato oltre al tempo piovoso, press a poco ovunque, anche a delle temperature basse, com’è successo ad inizio ed a metà, con delle nevicate fin sotto i 500 m in alcuni casi sull’Emilia Romagna, in particolare, ma cadute di neve le abbiamo avute su alpi ed appennini, almeno fino a 1000 m, ed a quote un po' più alte al sud, Sicilia compresa. Dicevamo all’inizio, che le condizioni meteo per la settimana che va ad iniziare, non si prospettano come delle migliori, in quanto, una circolazione depressionaria di stampo afro-mediterranea, sta apportando dei fenomeni, in qualche caso tra moderato e forte su alcune aree del centro sud e lo farà ancora per qualche giorno. Ma, in sostanza, dei fenomeni a carattere di rovescio appaiono possibili anche nei giorni successivi, in alcune località, come vedremo di seguito.

Lunedì, 27 Maggio, un minimo depressionario posizionato sul tirreno, farà correre sulla penisola delle correnti da scirocco,le quali apporteranno tempo chiuso e piovoso soprattutto al nord ed al centro, ma nel corso della giornata, anche su quasi tutte le regioni meridionali e sulla Sardegna. Le temperature si manterranno più o meno come nella giornata precedente con valori ad 850 hpa sugli 8°c se non poco di più.

Martedì, le correnti vireranno da ovest nord ovest, ma le condizioni meteo, continueranno a rimanere tali con tempo diffusamente instabile al nord, centro e buona parte delle regioni meridionali. Le temperature non subiranno dei cambiamenti, ma rimarranno press a poco sui valori del giorno prima.

Mercoledì, a quanto appare al momento, una nuova goccia fresca sembra che si porterà sulle regioni centrali, facendo si che le condizioni meteo rimangano instabile su molte aree italiane. Pertanto al nord, il cielo sarà tra poco nuvoloso e variabile al nord ovest, più chiuso con fenomeni moderati dalla Lombardia verso il Triveneto. Possibili rovesci sulle regioni centrali, in qualche caso già dal mattino, come la Toscana, al sud non si escludono dei fenomeni tra deboli e moderati sui versanti occidentali dei rilievi tra la Campania e la Calabria. Venti da ovest-nord ovest, forti sulla Sardegna, temperature in calo di qualche grado.

Giovedì, al mattino tempo discreto al nord, mentre della variabilità potrà essere presente sulle regioni centrali, specie adriatiche e parte del sud. Possibilità di rovesci nel corso del pomeriggio lungo la catena alpina e tra l’appennino centrale e parte di quella meridionale. Venti in rotazione da nord est, temperature leggermente in calo specie sul versante adriatico.

Venerdì, situazione molto simile al giorno precedente, ove dei fenomeni pomeridiani, potranno trovare spazio sui rilievi alpini e soprattutto appenninici. Temperature in leggera salita al centro, altrove sui valori del giorno prima ( intorno ai 9°c ad 850 hpa al nord, sui 6°c al sud), ventilazione nord orientale.

Sabato 1 Giugno, inizio dell’estate meteorologica, fenomeni pomeridiani su Emilia Romagna, Marche, Abruzzo, Lucania, altrove tempo discreto con qualche addensamento. Temperature in aumento al centro sud, stazionarie al nord, ventilazione in genere settentrionale.

Domenica, giornata festiva del  2 Giugno, le condizioni appaiono non male al mattino su quasi tutta la penisola, ma a seguire potrà trovare spazio qualche fenomeno a carattere di rovescio sull’arco alpino e lungo la dorsale appenninica. Temperature in calo sulle adriatiche ( 6°c ad 850 hpa), stazionarie altrove, venti in genere da nord est.

In Abruzzo.

Sulla nostra regione a quanto sembra, le condizioni meteo continueranno ad essere instabili praticamente per tutta la settimana. Più che altro un tempo discreto si potrà avere al mattino tra Mercoledì fino al fine settimana, un pochino meglio Venerdì, Sabato e nella giornata festiva del 2 Giugno, anche se in agguato saranno possibili dei rovesci nel corso del tardo pomeriggio. Temperature in calo Martedì e poi dopo un aumento, di nuovo in diminuzione di qualche grado verso il fine settimana.