News Meteo

Settimana con instabilità un po' ovunque alternato anche a delle schiarite.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dal 23 al 29 Settembre 2019.

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

Nella settimana in cui esordirà l’autunno meteorologico ( Lunedì 23 Settembre alle ore 09:49), le condizioni meteo appaiono instabili, in quanto inizialmente un minimo depressionario, apporterà dei fenomeni al nord e sulla fascia centrale peninsulare. A seguire, poi, invece altri rovesci appaiono possibili lungo l’arco alpino e probabilmente nella giornata di Giovedì, lungo l’appennino settentrionale e centrale. Non farà freddo, anche per via dei venti meridionali, che faranno salire la colonnina di mercurio soprattutto al sud.

Lunedì, vedrà al mattino, al nord, un cielo tra variabile e nuvoloso, con la possibilità di fenomeni, anche forti tra la Lombardia ed il Triveneto, con qualche nevicata oltre i 2300 m. Piogge anche su Emilia Romagna. Al centro, rovesci, moderati su Toscana, Umbria, Marche, Lazio ed Abruzzo. Fenomeni anche sul Molise. Molto sparse al sud. Temperature in calo sull’arco alpino, in aumento al centro sud, possibilità di foehn lungo le coste tra Marche, Abruzzo e Molise. Venti da sud sud ovest.

Martedì, tempo in generale miglioramento, ci saranno ancora dei deboli rovesci sparsi tra nord e centro nelle ore pomeridiane, ma nulla di rilevante. Temperature in calo un po' ovunque ( tra 10 e 12°c ad 850 hpa), ventilazione generalmente dai quadranti settentrionali.

Mercoledì, la pressione tornerà nuovamente ad aumentare, ma tuttavia ci sarà spazio per qualche rovescio lungo le aree alpine del Triveneto. Lungo il resto della penisola, nel corso del pomeriggio, potranno verificarsi delle precipitazioni sull’appennino settentrionale e tra Lazio ed Abruzzo. Fenomeni anche sulle aree tra Cilento e Lucania. Temperature stazionarie e ventilazione da ovest sulle tirreniche e da est sul versante adriatico.

Giovedì, sarà una giornata contrassegnata da qualche debole fenomeno lungo la dorsale appenninica, nulla di relativamente importante. Temperature stazionarie, ventilazione da nord sui versanti adriatici, da ovest altrove, specie zone tirreniche.

Venerdì, situazione non molto diversa, anche se al mattino le condizioni saranno abbastanza buone. Nel pomeriggio non mancherà qualche fenomeno appunto lungo la dorsale appenninica più che altro. Venti press a poco come nel giorno precedente, temperature senza variazioni di rilievo.

Sabato, nel corso del pomeriggio, qualche rovescio, anche a carattere temporalesco tra Lombardia e Trentino alto Adige, Toscana, Lazio, Calabria e Sicilia orientale sarà possibile. Altrove tempo discreto. Venti da ovest sui versanti tirrenici, da sud est su quelli adriatici, val Padana; temperature stazionarie.

Infine uno sguardo a Domenica, che vedrà una mattinata buona lungo la penisola, fenomeni invece sulle alpi, specie quelle centrali. Nel corso del pomeriggio, saranno possibili dei deboli rovesci sull’appennino centrale. Temperature sempre sui valori del giorno precedente, ventilazione in genere da ovest-nord ovest quasi ovunque.

In Abruzzo.

Lunedì occasioni per delle precipitazioni anche ben organizzate un po' dappertutto, Martedì a tratti, nel pomeriggio. Meglio sostanzialmente Mercoledì. Mentre altri fenomeni seppur a carattere sparso potranno essere in agguato nella giornata di Giovedì. Discreto il week end, ove tuttavia qualche debole fenomeno potrà trovare spazio nel corso del pomeriggio. Temperature miti.

A metà settimana tempo instabile ad iniziare da nord , meglio nel week end, ma non ovunque.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dal 16 al 22 Settembre 2019.

 

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

Le condizioni meteo ancora stanno proponendosi con un tempo anticiclonico un po' ovunque sulla nostra penisola. Ma qualcosa, tuttavia sta per cambiare, con l’arrivo di fresche correnti dai quadranti orientali, le quali oltre ad un abbassamento termico, molto contenuto s’intende, tornerà a portare dell’instabilità, ad iniziare dalle regioni settentrionali e poi via via sulle altre. Teniamo conto che in molte aree Italiane, i terreni sono molto bisognosi di precipitazioni e pertanto è un bene che ci siano e soprattutto in modo tranquillo e non sotto forma di episodi violenti.

La giornata di Martedì 17, vedrà un cielo poco nuvoloso per tutta la giornata quasi dappertutto, tranne che della nuvolosità pomeridiana sulle zone alpine centrali ed orientali, ove potrà esserci qualche debole e localizzata precipitazione. Temperature in lieve calo al settentrione, in leggero aumento al centro sud, venti generalmente da sud ovest, specie sulle tirreniche, da est lungo l’adriatico.

Mercoledì, nubi e precipitazioni sui settori nord occidentali, già dal mattino, in estensione sul resto del nord. Nel corso del pomeriggio, le precipitazioni tenderanno a portarsi verso le regioni centrali, specie adriatiche. Tempo discreto al sud, in attesa anche qui di un cambiamento. Venti in rinforzo un po' ovunque tra nord e centro dai quadranti orientali, ancora occidentali sulle regioni meridionali. Temperature in calo al nord, al centro dalla serata, stazionarie al sud.

Giovedì,oramai con il campo altopressorio che salirà di latitudine, l’Italia si troverà in un contesto instabile, soprattutto al centro sud. Pertanto, al nord cielo tra variabile e nuvoloso, con qualche rovescio, più presente da metà giornata in poi. Al centro, piogge su Marche , Umbria, Toscana, Lazio , Abruzzo, Molise, Campania, nottetempo ed al mattino, nonché nel corso del pomeriggio, a carattere moderato. Al sud precipitazioni in estensione anche su Basilicata e Calabria. Venti generalmente da nord est su gran parte delle regioni settentrionali e centrali, da ovest su Sardegna, Sicilia, Calabria. Temperature in calo un po' ovunque , tranne zone alpine ( 16°c ad 850 hpa, possibilità di foehn), 10°c sempre alla quota di 1450 m circa in libera atmosfera al nord, 12°c al centro 16°c su sud ed isole.

Venerdì, giornata fresca in val Padana, adriatiche. Cielo che si manterrà nuvoloso sul nord a carattere sparso con qualche rovescio isolato. Qualche fenomeno anche su Lazio e soprattutto su Calabria e Sicilia. Temperature in lieve calo quindi tra nord e centro, fatta eccezione per le alpi, ventilazione in genere dai quadranti orientali.

Sabato, la situazione andrà ancora migliorando, tuttavia dei fenomeni anche di una certa entità, potranno trovare spazio sulla Liguria e basso Piemonte. Qualche precipitazione a carattere sparso potranno verificarsi lungo l’appennino ma nulla di rilevante. Temperature in leggero aumento, al nord, stazionarie al centro , in lieve calo ancora al sud.

Infine Domenica, dopo un avvio buono su quasi tutt’Italia, dei fenomeni arriveranno sulla fascia centrale, di moderata entità, ad iniziare dai settori tirrenici. Venti in prevalenza meridionali, temperature in aumento solo su Sicilia e Sardegna.

In Abruzzo.

Da un tempo simil estivo, passeremo a temperature più fresche ed instabili con appunto delle precipitazioni da Mercoledì pomeriggio. Giovedì giornata instabile, meglio da Venerdì, mentre Domenica pomeriggio potranno tornare dei fenomeni.

Ancora qualche disturbo soprattutto sulle due isole maggiori ed al sud. Poi tendenza a graduale miglioramento.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dal 9 al 15 Settembre 2019.

 

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

l’Instabilità atmosferica che è presente sulle regioni settentrionali, che ha apportato le prime nevicate della stagione sulle aree alpine, a quanto pare ha le ore contate. In effetti, la pressione atmosferica tenderà a salire un po' ovunque, mentre dei fenomeni potranno ancora essere presenti sulla Sardegna e la Sicilia.

Pertanto la giornata di Lunedì vedrà un tempo ancora un pochino instabile al mattino sia sulle alpi e prealpi, con nevicate intorno ai 1500 m circa. Qualche debole precipitazione anche lungo le aree appenniniche , ma in dissolvimento con il passare delle ore mattutine. Meglio sulle regioni meridionali. Temperature in leggero aumento al nord, in calo al centro, stazionarie al sud, ventilazione da est lungo l’adriatico, da ovest sul tirreno.

Martedì, dopo una mattinata discreta un po' ovunque, potranno tornare dei temporali su Piemonte e Valle d’Aosta e nel pomeriggio a carattere sparso lungo l’appennino. Temperature in leggero aumento al centro sud, in calo sul nord ovest, ventilazione generalmente da est.

Mercoledì, la formazione di una goccia fresca tra la Spagna ed il nord Africa, potrà apportare nel corso della giornata dei fenomeni a carattere moderato sulle isole maggiori, Sardegna e Sicilia ed a seguire sulle regioni meridionali. Altrove, tempo più stabile al nord, mentre della nuvolosità con qualche debole precipitazione, potrà essere presente nel pomeriggio tra il Lazio e l’Abruzzo. Ventilazione da est nord est al centro nord, da sud est altrove.

Giovedì, ci sarà spazio per qualche fenomeno sparso tra il centro ed il sud. Temperature senza grandi variazioni, venti da est nord est.

Venerdì, possibilità di precipitazioni sulla Sardegna, specie versante occidentale, altrove tempo discreto, con qualche addensamento al centro sud, ma con scarse possibilità di fenomeni. Temperature in aumento al centro sud, con punte sui 20°c ad 850 hpa sulla Sicilia. Venti da nord est.

Sabato, sempre qualche precipitazione anche a carattere moderato sulla Sardegna , parte della Sicilia regioni meridionali. Altrove tempo abbastanza buono. Venti da est, temperature in leggero calo sui versanti adriatici, stazionarie sulle restanti zone.

Domenica, condizioni di tempo abbastanza buono un po' ovunque, temperature senza variazioni di rilievo, venti sempre dai quadranti orientali.

In Abruzzo.

Sarà una settimana all’insegna di un tempo senza grandi scossoni. Ci sarà spazio per qualche veloce temporale, ma tutto sommato la settimana trascorrerà abbastanza tranquilla. Temperature abbastanza gradevoli, soprattutto per i venti da est. Week end che non appare malaccio.

Tempo diffusamente instabile su quasi tutto il territorio nazionale. Probabilmente un miglioramento a fine fase.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dal 2 al 9 Settembre 2019.

 

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

Siamo oramai entrati nell’autunno meteorologico ed in molte zone d’Italia, il suo ingresso è stato davvero sotto il segno dell’instabilità. E nei prossimi giorni, a quanto pare, la situazione non cambierà di molto. Continueremo ad avere dei rovesci a carattere temporalesco soprattutto per la formazione di un minimo depressionario dapprima centrato al centro nord e successivamente al centro sud. Anche le temperature scenderanno di vari gradi, mentre probabilmente un miglioramento ed un ritorno ad un aumento termico, ci sarà dato verso il fine settimana. Ma andiamo con ordine.

Lunedì, le correnti piuttosto fresche, inizieranno a muoversi dalle alte latitudini verso il nord est della penisola. Pertanto andrà via via con il passare delle ore formandosi anche un minimo depressionario, cui abbiamo già parlato. Al mattino, il cielo si presenterà nuvoloso lungo l’arco alpino ed al centro sud, ove dalla metà della giornata saranno possibili dei rovesci anche a carattere temporalesco sul nord e lungo la dorsale appenninica fino al sud , isole comprese. Ventilazione da nord est sulle regioni settentrionali da ovest altrove. Temperature senza variazioni di rilievo e comunque su valori tra i 16 ed i 18°c ad 850 hpa.

Martedì, correnti orientali anche sulle regioni che si affacciano sull’adriatico, cielo variabile al nord est, più chiuso tra le Marche , l’Abruzzo, Molise e tutto il sud, con precipitazioni a carattere moderato. Venti quindi nord orientali, temperature in calo, tra uno e tre gradi tra nord e centro.

Mercoledì, condizioni in miglioramento tra nord e sul centro nord. Qualche precipitazione sparsa sarà possibile sul sud Marche , Abruzzo e tutto il sud, Sicilia compresa. Venti in genere orientali, moderati con dei rinforzi al sud.

Giovedì, torneranno dei fenomeni a carattere moderato specie al nord est, con anche qualche nevicata oltre i 2500 m circa. Sulle altre regioni tempo discreto ove potrà trovare spazio qualche pioggia , più diffuse al sud e sulla Sicilia.

Venerdì, ancora fenomeni dalle Marche verso l’Abruzzo e tutto il sud, al nord tempo un pochino migliore, ventilazione da nord est lungo l’adriatico, ovest sulla fascia tirrenica. Temperature in calo con valori tra i 6 e gli 8°c ad 850 hpa.

Sabato, tempo che va verso il bello un po' su tutta Italia. Qualche addensamento sparso, potrà essere presente su Trentino con qualche precipitazione e spruzzata nevosa in quota, basso Lazio, Calabria, Sicilia. Venti sempre orientali, temperature senza variazioni di rilievo.

Infine uno sguardo a Domenica, che vede un tempo tutto sommato non malvagio al momento e dove anche la colonnina di mercurio tornerà a salire di qualche grado su molte zone della penisola.

In Abruzzo.

Sarà una settimana che si orienterà sul passo dei giorni scorsi, con tempo instabile, caratterizzato da precipitazioni in qualche caso anche diffuse, specie nelle ore pomeridiane. Clima piuttosto fresco, ventilazione da nord est. Meglio nel week end, con un leggero aumento termico.

Continua il periodo perturbato su buona parte della penisola.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dal 26 Agosto al 1 Settembre 2019.

 

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

Riprendiamo, questo consueto editoriale, dopo che ci siamo fermati una settimana. Settimana che, con la formazione di un nucleo fresco ed instabile, una classica goccia, tra il golfo del Leone e quello Ligure, in spostamento verso levante, ha dato luogo a dell’instabilità, anche a tratti forte, specie lungo l’appennino centrale.

Pertanto, a quanto pare, questa situazione, sembra che vorrà continuare anche nei prossimi giorni, con un instabilità, che sarà presente, lungo l’arco alpino, ed a seguire, tutta la fascia appenninica, con qualche sconfinamento verso le coste. E così finirà anche Agosto, in attesa del nuovo mese, Settembre appunto, ove con il giorno 1, inizierà anche l’autunno meteorologico.

La giornata di Lunedì 26, al mattino, il cielo si presenterà sostanzialmente poco nuvoloso ovunque. Solo tra la Lombardia ed il Triveneto, saranno possibili dei fenomeni deboli. Ma con il passare delle ore, andranno formandosi via via delle strutture cumuliformi, che daranno luogo a dei fenomeni moderati ed in qualche caso forti, sulle alpi e prealpi Lombarde, del Trentino Alto Adige e del Veneto. Rovesci possibili anche sui rilievi del nord ovest. Altri fenomeni saranno possibili sull’appennino settentrionale ed in particolare su quello centrale. Nuvolosità variabile al sud, con qualche debole pioggia. Temperature senza variazioni di rilievo, venti da nord est su tutta la fascia adriatica, da ovest o sud ovest sulle tirreniche .

Martedì, abbastanza bello ovunque, possibilità di nebbie nottetempo ed al primo mattino su tutte le valli del centro nord. Tendenza ad un aumento della nuvolosità sull’arco alpino ed a seguire lungo la dorsale appenninica, con dei rovesci sparsi, moderati lungo le zone alpine e tra l’Abruzzo ed il Molise. Venti non molto diversi dal giorno precedente, temperature stazionarie.

Mercoledì, nubi sul nord ovest e sulla Sardegna, con la possibilità di rovesci nel corso della giornata, forti sull’isola. Altrove, spiccata variabilità, con delle precipitazioni sparse, a tratti di entità moderata, specie lungo le aree montuose. Ventilazione da nord est, sui versanti orientali, da ovest su quelle occidentali; temperature in aumento con valori un po' dappertutto tra i 17 ed i 20°c ad 850 hpa.

Giovedì, al mattino, della nuvolosità alta e stratificata, sarà presente su buona parte delle aree del centro nord. Nel corso del pomeriggio, possibilità di temporali su tutto l’arco alpino e prealpino, ed a tratti lungo l’appennino fino alla Calabria. Possibilità di fenomeni anche forti sulla Sicilia, moderate sulla Sardegna. Ventilazione e temperature senza grandi variazioni di rilievo.

Venerdì, non cambierà granchè; la situazione sembra poter rimanere sempre orientato verso l’instabilità pomeridiana sulle aree montuose alpine ed appenniniche, con qualche sconfinamento sulla val Padana e su qualche zona dei litorali. La ventilazione non cambierà rispetto al giorno prima, ed anche le temperature rimarranno stazionarie.

Sabato, al momento, sembra possibile la formazione di un minimo depressionario sull’Italia centrale. Questa potrà favorire la formazione di temporali sempre sulle aree montuose di alpi ed appennino, addirittura forti tra Marche, Abruzzo e Molise. Rovesci, moderati anche su gran parte della Sardegna e della Sicilia. Temperature in leggero calo al nord ed al sud, venti in genere da sud sud est, al centro nord, da nord ovest sulle isole maggiori e parte del sud.

Domenica 1 Settembre, ingresso dell’autunno meteorologico, infine, sembra essere un pochino la fotocopia del giorno prima, pertanto piogge almeno a carattere moderato tra il primo pomeriggio e la serata. Venti non differenti dal giorno prima, temperature pressochè stazionarie.

 

In Abruzzo.

Da qualche giorno, stiamo assistendo a dei temporali, in qualche caso anche autorigeneranti. E purtroppo, abbiamo notato, diverse persone salire in quota, addirittura nel pomeriggio, dopo che tutti i siti meteo, avevano preannunciato l’arrivo di tempo fortemente instabile. La settimana che va ad iniziare, ripeto, sarà contrassegnata da fenomeni, spesso a carattere moderato ed in qualche caso forte. E sempre nel pomeriggio. Non farà eccessivamente fresco, ma neanche caldo. Ventilazione in prevalenza dai quadranti orientali.

Molto caldo specie al centro-sud fino a Mercoledì, da ferragosto temperature in calo.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dal 12 al 18 Agosto 2019.

 

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

La settimana che stiamo per assistere,è quella di ferragosto e se vogliamo, il culmine dell’estate per molti versi. E ci stiamo avvicinando con tempo estivo in tutti i sensi al centro sud, mentre dei fenomeni a carattere di rovescio sono ancora presenti sui settori alpini (ci sono state delle forti grandinate nell’Astigiano). Farà molto caldo, con dei valori massimi, che potranno superare i 40°c in varie località di bassa quota tra il centro sud ( qui i valori ad 850 hpa potranno essere tra i 25 ed i 27°c). Ma andiamo ad analizzare giorno per giorno, cosa potrà accadere.

Lunedì 12, giornata molto calda tra il centro ed il sud, in ogni caso al nord, presenterà dei valori ad 850 hpa sui 18°c, ove il cielo tenderà a rimanere nuvoloso, associata a delle precipitazioni a carattere di rovescio sull’arco alpino, specie sui settori nord occidentali. Al centro ed al sud, cielo poco nuvoloso e come già detto prima, farà molto caldo, con valori proprio lungo l’appennino centrale sui +26/+27°c ad 850 hpa. Massime facilmente oltre i 40°c a quote al di sotto dei 500 m, soprattutto zone di conca. Venti da ovest nell’aquilano, da est lungo le coste, deboli.

Martedì, nuvolosità variabile sulle regioni settentrionali, specie arco alpino, ove non si esclude qualche sporadico rovescio. Meglio lungo la fascia peninsulare ove il cielo rimarrà poco nuvoloso per la buona parte della giornata. Nessun rischio di precipitazioni. Temperature press a poco come il giorno precedente, venti da est, quasi ovunque.

Mercoledì, vigilia di ferragosto, dopo un avvio abbastanza buono un po' su tutto il territorio nazionale, della nuvolosità a carattere cumuliforme, andrà sviluppandosi su qualche settore delle alpi e sporadicamente tra l’appennino settentrionale, centrale e meridionale, con dei fenomeni presenti fino a tra la sera e la notte. Qualche pioggia non sarà da escludere anche sulla Puglia meridionale. Venti in prevalenza orientali, temperature in calo dalla sera.

Ed eccoci a Giovedì, giorno di ferragosto, in cui al momento, appaiono possibili dei fenomeni, deboli, tra l’Abruzzo meridionale ed il Molise, tra il Piemonte e la Lombardia e sul Trentino alto Adige. Tendenza ad aumento dei fenomeni sempre tra Trentino e buona parte del Triveneto. Fenomeni a carattere temporaleschi possibili anche tra il Molise e l’Irpinia. Altrove tempo discreto, con qualche addensamento pomeridiano. Ventilazione da est sul versante adriatico, da ovest su quello tirrenico, temperature in calo ovunque, dalla notte con valori ad 850 hpa compresi tra i 12°c dell’arco alpino ai 18°c del sud, pertanto farà più fresco certamente dei giorni precedenti.

Venerdì, non appare tanto malaccio, cielo poco nuvoloso al mattino praticamente su tutta l’Italia, degli addensamenti andranno formandosi sulle alpi orientali con qualche fenomeno sparso a carattere di rovescio. Sulle rimanenti zone, nulla di rilevante, tempo piuttosto stabile, salvo qualche addensamento sui rilievi più elevati. Temperature senza grosse variazioni di rilievo, ventilazione non discostante rispetto al giorno precedente.

Sabato, dei rovesci saranno probabilmente presenti sul Piemonte e la Valle d’Aosta, ma a tratti anche lungo la catena alpina. Sulle altre regioni, tempo abbastanza buono, con tuttavia qualche addensamento nel corso del pomeriggio, ma saranno scarse le possibilità di rovesci. Venti deboli meridionali al nord, da est sulle aree adriatiche, da ovest su quello tirrenico. Temperature in aumento più che altro al centro sud.

Infine Domenica, la tendenza vede dei possibili temporali su gran parte delle regioni settentrionali, mentre la situazione appare buona sulla fascia peninsulare. Non cambierà granchè riguardo ai venti , temperature in lieve aumento ancora al centro sud.

In Abruzzo.

Sarà una settimana, contraddistinta da tempo buono nelle giornate di Lunedì e Martedì e soprattutto molto caldo, con valori massimi in qualche caso, nelle zone poste a bassa quota, oltre i 40°c. Ancora caldo Mercoledì, ma con la possibilità di rovesci, anche temporaleschi nel corso del pomeriggio. Temperature in calo dalla serata. Giovedì, giorno di ferragosto, situazione discreta, ove potrà trovare spazio qualche debole pioggia e clima tuttavia più fresco. A seguire, le condizioni meteo appaiono discrete con cielo poco nuvoloso, addensamenti e forse qualche debole rovescio sparso, da Sabato, temperature in lieve ripresa, Domenica , al momento appare buona.

Non mi resta che augurare un Buon Ferragosto a Tutti

 

Rischio di temporali sulle regioni alpine, caldo in aumento al centro ed al sud.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dal 5 all’ 11 Agosto 2019.

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

Siamo nel periodo che rappresenta, probabilmente il periodo estivo, il periodo delle vacanze e delle sagre paesane e quant’altro. E, a quanto pare, le condizioni meteo, se vogliamo, spezzeranno un pochino la nostra penisola, in quanto saranno possibili dei temporali sulle zone alpine, mentre dalla val Padana in giù, il tempo appare non solo migliore, ma con la colonnina di mercurio in sensibile aumento da Mercoledì. Ecco, questo il quadro meteo, a grandi linee per questa settimana.

Lunedì 5, al mattino, al nord, cielo variabile lungo l’arco alpino, sereno o poco nuvoloso sul resto della penisola. Da metà giornata, saranno possibili dei fenomeni, anche a carattere moderato lungo tutta la fascia alpina. Dalla val Padana in giù, cielo poco nuvoloso, soprattutto per il passaggio da ovest di una certa nuvolosità alta e stratificata e nessun rischio di fenomeni. Ventilazione in prevalenza occidentali, a parte sulle regioni adriatiche, ove spirerà della brezza da est. Temperature in aumento sul nord ovest, e zone interne del centro sud, stazionarie altrove.

Martedì, la situazione non si discosterà di molto rispetto al giorno precedente. Possibilità di temporali sulle regioni settentrionali, più che altro, località alpine. Sulle rimanenti regioni, cielo poco nuvoloso e temperature in leggero aumento, con valori sui 22°c ad 850 hpa, ancora più caldo sulla Sardegna, con punte di 24°c sempre alla quota di 1450 m circa, in libera atmosfera. Ventilazione simile al giorno prima.

Mercoledì, cielo nuvoloso al nord, con dei temporali a carattere moderato ovunque sui settori alpini. Meglio sulla val Padana, anche se qualche precipitazione potrà essere presente, sotto forma di rovesci sparsi. Sulle rimanenti regioni, cielo poco nuvoloso con qualche addensamento sparso, lungo le aree montuose, ma senza nessuna occasione per dei fenomeni. Temperature in lieve salita tra l’Abruzzo ed il sud, con valori ad 850 hpa sui 25°c, per cui qualche valore potrà oltrepassare i 40°c nelle località poste in basso. Venti da sud, quasi forti sulla Sicilia occidentale, le coste Laziali e della Toscana.

Giovedì, le precipitazioni, sempre a carattere temporaleschi, tenderanno a portarsi verso l’Emilia e la Toscana. Piogge diffuse sul Triveneto, meglio la situazione sul nord ovest. Dall’Umbria in giù, cielo poco nuvoloso con il passaggio di stratificazioni e qualche innocuo addensamento sui rilievi , ma molto a carattere sparso. Venti in generale da scirocco, temperature in lieve aumento sulle regioni settentrionali, in leggero calo al centro, sempre stazionarie e quindi molto caldo al sud.

Venerdì, continua la possibilità di rovesci sulle regioni settentrionali, o meglio sulle aree alpine, sarà meglio sulla fascia peninsulare. Temperature per lo più stazionarie, per cui molto caldo, venti in genere da sud.

Sabato, qualche fenomeno ancora sull’arco alpino, altrove, tempo estivo con temperature elevate, anche oltre i 40°c sulle località poste in basso al centro, al sud e sulle due isole maggiori. Venti da sud sud ovest sulla fascia tirrenica, da est, sulle coste adriatiche, temperature in aumento al nord, stazionarie al centro ed al sud.

Infine Domenica, la quale appare molto caldo su quasi tutto il territorio Italiano, con valori ad 850 hpa, tra i 23 ed i 25°c tra il centro ed il sud. Qualche rovescio sparso lungo l’arco alpino, sul resto della penisola cielo poco nuvoloso.

In Abruzzo.

Da quel che sembra, la settimana che va ad iniziare appare davvero con un tempo pienamente estivo. Da Martedì, temperature in aumento e cielo sostanzialmente poco nuvoloso su tutta la regione. Venti occidentali nelle aree interne, più da brezza orientale altrove.

Situazione discreta, con qualche rovescio localizzato. Probabile guasto al nord nel week end.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dal 30 Luglio al 4 Agosto 2019.

 

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

Luglio sta per passare le consegne ad Agosto, con un clima più fresco, dopo il passaggio di questa depressione che ha apportato tanta pioggia su molte località e tra l’altro a Fiumicino c’è stata una vera e propria tromba d’aria, che ha creato non pochi danni.

La settimana che andremo a vivere, in ogni caso non appare calda come la scorsa anche se un aumento della colonnina di mercurio da Giovedì appare abbastanza certa e  ci sarà spazio per qualche fenomeno a carattere di rovesci sparsi sul nord, arco alpino in primis e sulla dorsale appenninica, almeno su quello settentrionale e centrale. Poi, forse da Domenica, qualcosa potrà tornare a cambiare, causa un nuovo guasto sulle regioni settentrionali.

Martedì 30, al mattino, il cielo si presenterà variabile sulle regioni settentrionali, con la tendenza a dei rovesci nel corso delle ore pomeridiane. Al centro, poco nuvoloso al mattino, qualche acquazzone potrà verificarsi sempre nel pomeriggio tra le aree interne di Umbria, Marche, Abruzzo e Lazio. Meglio sulle regioni meridionali. Temperature in leggero aumento al nord ed al centro, stazionarie al sud, ventilazione orientale sul versante adriatico, da ovest sul tirreno ed al nord.

Mercoledì, cielo poco nuvoloso quasi ovunque al mattino, degli sviluppi cumuliformi andranno formandosi nelle ore pomeridiane, lungo le zone alpine, specie centro orientali, ove non saranno da escludere delle precipitazioni, sempre a carattere di rovescio. Temperature in aumento, ventilazione non molto diversa dal giorno precedente.

Giovedì, 1 Agosto, situazione non molto diversa da Mercoledì, ancora fenomeni a carattere di rovescio sulle alpi centro orientali, discreta la situazione al nord ovest. Situazione buona lungo tutta la fascia peninsulare. Temperature in aumento con valori tra i 16°c del nord est, fin sui 20/ 22°c del centro sud ad 850 hpa; ventilazione press a poco come il giorno prima.

Venerdì, giornata piuttosto calda al centro e specialmente al sud, con valori ad 850 hpa tra i 22 ed i 24°c. Un pochino più fresco al nord, ove saranno possibili dei temporali sulle località alpine, nel pomeriggio anche sull’appennino centro settentrionale ci sarà spazio per dei rovesci. Venti in genere da sud.

Sabato, qualche rovescio debole isolato lungo la dorsale appenninica, a carattere più sparso sulle zone alpine, temperature stazionarie al nord, in calo al centro sud di qualche grado.

Domenica, instabilità che appare diffusa sulle regioni settentrionali e nel corso del pomeriggio su parte di quelle centrali. Meglio al sud. Temperature in lieve calo ancora al nord e parte del centro.

In Abruzzo.

Dopo la rinfrescata, grazie alle correnti atlantiche, associate a delle precipitazioni, potremo continuare ad avere qualche fenomeno nel pomeriggio, a carattere di rovescio. Poi, tra Mercoledì e Giovedì situazione migliore, ove farà anche abbastanza caldo, con dei valori ad 850 hpa sui 23°c, quindi valori massimi nelle aree più basse quasi a 40°c. Qualche temporale potrà affacciarsi nella giornata di Venerdì, meglio nel week end, anche se Domenica, nel corso del pomeriggio qualche occasione per dei rovesci deboli, potrà esserci.