News Meteo

Passaggio piuttosto freddo sulle regioni centrali e meridionali con le prime nevicate sull’appennino.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dal 9 al 15 Dicembre 2019.

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

 

Le temperature miti di questi ultimi giorni, subiranno un calo, un po' ovunque, specie settori centrali adriatiche e meridione, per delle correnti fredde da nord est, che daranno tuttavia la formazione di un minimo depressionario che apporterà dei fenomeni appunto dall Abruzzo in giù. La quota neve, scenderà fin sugli 800 m, occasionalmente anche un po' più giù. Questo tra Martedì e probabilmente Mercoledì. Un altro impulso, meno freddo, da nord ovest scivolerà lungo lo stivale, con dei fenomeni, tutt al più moderati nel corso della giornata di Giovedì. Venerdì ancora piogge su molte regioni,poi la situazione sembra andare verso un generale miglioramento.

La giornata di Lunedì, la grande depressione posta tra la penisola Scandinava e le isole Britanniche, tenderà con il suo lembo più meridionale a coinvolgere anche l’Italia. Pertanto saranno possibili dei fenomeni più che altro nevosi sui versanti di confine, altre precipitazioni prenderanno piede sull’appennino settentrionale, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Lazio. Nevicate oltre i 1800 m circa. Altrove giornata discreta, con una tendenza all’aumento della nuvolosità. Temperature in calo dal pomeriggio ovunque ( valori tra la sera e la notte tra gli 0°c dell’arco alpino fin sui 4°c della Sicilia.

Martedì, un minimo depressionario piuttosto blando, posizionato sul basso ionio, farà entrare delle correnti da est nord est, su buona parte della penisola Italiana. Pertanto saranno possibili delle piogge e nevicate oltre i 1000 m circa in mattinata tra bassa Emilia, Marche, Abruzzo , Molise, in estensione nel corso del pomeriggio a tutte le regioni meridionali. Nevicate sull’Abruzzo ed il Molise oltre gli 800 m intorno alla serata, localmente più in basso. A quote più elevate, 1200 m sull’appennino meridionale. Al nord condizioni di tempo soleggiato ma piuttosto freddo. Temperature in calo ovunque, soprattutto su Marche, Abruzzo e Molise.

Mercoledì, giornata buona al nord, a parte il passaggio di nubi alte e stratificate nel pomeriggio, in arrivo da ovest. Sulle regioni centrali, condizioni di bel tempo e abbastanza fresco, con venti da nord est, tra deboli e moderati. Al sud ancora dell’instabilità, con dei rovesci, nevosi sui 1100 m circa. Temperature in aumento al nord, specie zone occidentali, stazionarie con circa -2°c ad 850 hpa al centro ed al sud con 0°c. Possibilità di gelate notturne.

Giovedì, l’atlantico tornerà a farsi sentire, con nevicate sui settori di confine, specie nord ovest, già dal primo mattino; fenomeni a carattere di rovescio in formazione dal pomeriggio anche tra Emilia e Toscana, con qualche nevicata oltre i 1200 m. Altre precipitazione anche tra Umbria, Lazio ed Abruzzo, neve oltre i 1300 m. Possibilità di piogge per effetto stau tra la Lucania e l’appennino Calabro occidentale, nord Sicilia. Meglio altrove e la Sardegna. Venti da nord ovest, al meridione da sud ovest, temperature in calo al nord, stazionarie lungo il centro o lievissimo aumento, in salita di un paio di gradi al sud.

Venerdì, correnti atlantiche da ovest nord ovest; fenomeni sui versanti alpini di confine, soprattutto ad ovest, con nevicate anche abbondanti. Estensione delle nevicate anche sui versanti del Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia , Alto Adige. Precipitazioni dal pomeriggio anche tra Toscana, Emilia, Marche, Abruzzo, Lazio, Molise, Campania, Basilicata e Calabria, con piogge moderate, in qualche caso forti, ove sarà presente lo stau occidentale. Nevicate tra i 1200 ed i 1400 m. Venti moderati con dei rinforzi da ovest-sud ovest. Temperature in aumento al centro ed al sud, stazionarie altrove.

Sabato, ancora fenomeni, quindi nevicate,in alcuni casi forti lungo le aree alpine, specie di confine. Altrove ci sarà spazio per qualche pioggia, ma nulla più. Ventilazione in genere occidentale, anche forti sulla Sardegna, temperature in aumento un po' ovunque, sensibilmente al centro sud.

Infine arriviamo a Domenica 15, che al momento appare una giornata discreta in tutti i sensi, con cielo tra poco nuvoloso e variabile un po' ovunque. Scarse le possibilità di precipitazioni, temperature in rialzo su tutta la penisola con valori ad 850 hpa tra i 4°c delle regioni settentrionali , passando per i 7/8°c di quelle centrali ed i 10/11°c di quelle meridonali. Venti da libeccio.

 

In Abruzzo.

Dopo un Lunedì, diciamo di attesa, dalla serata arriveranno dei fenomeni ad iniziare dai versanti occidentali, in estensione su buona parte del territorio. Martedì, tempo più freddo, con venti moderati e dei rinforzi da nord est. Nevicate oltre gli 800 m, localmente più in basso. Temperature in sensibile calo. Mercoledì tempo migliore, ma giornata fredda, mentre nuovo guasto seppur in maniera meno accentuata, nella successiva giornata di Giovedì, ove in serata non sarà da escludere qualche pioggia e nevicata oltre i 1000 m circa su alto Aterno. Venerdì, altre piogge, in qualche caso forti in serata, neve sui 1300/1400 m , temperature in aumento. Meglio nel week end, con un sensibile aumento della colonnina di mercurio.

Settimana con tempo tra l'instabilità ed ampie schiarite.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dal 2 all' 8 Dicembre 2019.

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

 

Settimana con tempo tra l’instabilità ed ampie schiarite.

Torniamo a sentirci con l’editoriale dopo un paio di settimane e prima di iniziare vorrei spendere due parole su questo nefasto week end, sulle nostre montagne a cavallo tra Novembre e Dicembre. Praticamente un bollettino di guerra, sarà brutto dire così, ma teniamo conto, che ci sono stati due morti per una valanga sul Monte Bianco, uno sul Gran Sasso, due sulla vicina Majella. Per un totale di 5 vittime. Nel caso del Monte Bianco, la grande quantità di neve caduta nei giorni scorsi, aveva dato il rischio marcato, quindi almeno 4 sulla scala della pericolosità. Sull’appennino e lo sappiamo, non è che c’è una quantità abbondantissima, anche se tuttavia le zone sommitali oltre i 2200 m presentano una discreta ed a tratti buona copertura di neve. In entrambi i casi, il primo sicuramente con maltempo ( Venerdì c’era nebbia, vento e neve sul Gran Sasso), nel secondo sole e cielo poco nuvoloso, il pericolo è certamente venuto fuori dal cosidetto vetrato o verglas, l’insidiosissimo specchio ghiacciato che si forma in questo periodo sui nostri monti, per alcuni fattori ( in primis il debole scioglimento e subito il rigelo per le tante ore di buio). E’ un periodo in cui va prestata la massima attenzione su questo tipo di terreno insipido e chi lo fa, deve farlo soprattutto equipaggiato e con la massima attenzione. Non sono situazioni adatte a tutti. Detto questo, chiudiamo questa drammatica parentesi, sperando che non si ripeta più, ed andiamo a vedere la possibile tendenza meteo in questa settimana che va ad iniziare. Lunedì, 2 Dicembre, la giornata si presenterà con degli addensamenti sulle regioni settentrionali, ove saranno possibili dei fenomeni più probabili tra l’Emilia Romagna, parte del Triveneto, Toscana, in serata anche su nord Marche ed Umbria. Altrove cielo generalmente nuvoloso o variabile come su buona parte del sud, ampie schiarite invece sul nord ovest. Ventilazione meridionale quasi ovunque, con dei rinforzi specie sulla Puglia, possibile foehn sulle coste adriatiche. Temperature in leggero aumento soprattutto sul versante adriatico. Martedì, intanto le correnti ruoteranno da est, per la disposizione dell’anticiclone con il massimo sulle isole Britanniche. Al nord tempo generalmente buono, gelate e nebbie al mattino. Situazione buona anche lungo la fascia tirrenica, fin sul basso Lazio. Possibilità di qualche fenomeno su parte delle Marche, dell’Abruzzo e sul resto del sud, a carattere di rovescio. Qualche nevicata sull’appennino centrale oltre i 1800/ 2000 m circa. Temperature in calo sul nord est e parte delle adriatiche, pressochè stazionarie altrove. Mercoledì, la nostra penisola si troverà tra un campo di bassa pressione posizionata tra la Spagna ed il nord Africa ed un campo anticiclonico sui Balcani. Sulle regioni settentrionali cielo poco nuvoloso, nelle vallate nebbie e gelate al mattino. Degli addensamenti nel corso della giornata, pomeriggio in particolare lungo la fascia appenninica centrale e meridionale. Possibilità di piogge sulla Sardegna, qualche piovasco sarà possibile nell’entroterra Siciliano. Venti dai quadranti orientali quasi ovunque, temperature stazionarie al nord e centrali adriatiche, in aumento sulle regioni meridionali e parte delle tirreniche. Giovedì, la blanda circolazione depressionaria avrà guadagnato terreno verso levante, apportando della nuvolosità più compatta accompagnata dalle piogge dall’Abruzzo in giù. Qualche fenomeno anche sulla Toscana, probabilmente forti sulle aree Ioniche tra Calabria, Basilicata e Puglia meridionale. Situazione discreta sulle regioni settentrionali, con cielo poco nuvoloso. Venti da sud est, temperature in leggero aumento al nord ed al centro, con valori ad 850 hpa compresi tra i 4 e gli 8°c. Venerdì, ancora sarà presente la blanda circolazione depressionaria sul centro sud con dei fenomeni a carattere sparso. Buono al nord e sulla parte tirrenica. Temperature in lieve calo tra il settentrione e le regioni centrali, ventilazione sempre orientale. Sabato, giornata non malvagia, a parte qualche debole nevicata lungo l’arco alpino , lieve pioggia tra le coste della Liguria e Toscana, Calabria meridionale. Venti in genere da ovest nord ovest sulle adriatiche, da ovest sud ovest altrove. Domenica 8, giorno dell’Immacolata Concezione, qualche disturbo al sud sarà possibile, a tratti, ma nulla di rilevante. Tempo in genere buono altrove. Temperature in leggero calo al sud, stazionarie altrove, venti da sud ovest sulle nord occidentali, da nord est sulle rimanenti zone. In Abruzzo. Qualche fenomeno sarà possibile tra le prime ore di Martedì e per buona parte della mattinata sulla nostra regione, con qualche nevicata oltre i 1800/2000 m circa. Buono Mercoledì, mentre Giovedì e Venerdì tornerà un pochino di instabilità. Week end abbastanza soleggiato a parte qualche addensamento sparso nel pomeriggio. Venti in prevalenza dai quadranti orientali, temperature sopra le medie del periodo con valori ad 850 hpa tra i 3 ed i 6°c circa. Thomas Di Fiore.

Settimana all’insegna di tempo molto perturbato da nord a sud.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dall'11 al 17 Novembre 2019.

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

La nostra penisola, si trova in un contesto di tempo perturbato con piogge, prime nevicate oltre all’arco alpino, anche lungo gli appennini e via dicendo. C’è subito da dire, che nelle prossime ore, un minimo depressionario andrà, dopo essersi portato dal tirreno fin sul nord Africa, tornare a salire verso nord sulla nostra penisola, dando luogo a forte instabilità dapprima sulle regioni meridionali ed a seguire al centro e soprattutto al nord, ove sono attese delle buone nevicate sulle alpi. Tempo che si manterrà instabile anche nei successivi giorni su buona parte del paese, poi, al momento la giornata di Venerdì appare all’insegna di un nuovo guasto abbastanza incisivo su molte aree. Ma vediamo giorno per giorno cosa potrà accedere.

Lunedì 11, giorno di San Martino, la depressione cui parlavamo prima, inizierà ad apportare le prime avvisaglie del tempo instabile. Piogge, sui versanti tirrenici, a seguire il nord, con nevicate moderate lungo prealpi ed alpi oltre i 1000 m circa. Intensificazione prima di sera dei fenomeni su Sardegna e soprattutto Sicilia, in traslazione verso Calabria e Puglia, ove potranno risultare anche forti. Altrove tempo per lo più nuvoloso con qualche rovescio sparso. Ventilazione per lo più da sud, scirocco, temperature in aumento soprattutto al centro sud, di un paio di gradi verso sera sulle regioni settentrionali.

Martedì, circolazione ciclonica sull’Italia, di stampo afro-mediterraneo, piogge tra moderate e forte al sud , fino all’Abruzzo. Precipitazioni anche sulla Sicilia e sulla Sardegna. Al nord, tempo più chiuso al nord est, meglio sul nord ovest. Temperature in aumento un po' ovunque, specie al centro sud con valori sui 9°c ad 850 hpa , forse anche qualcosa in più. Venti da nord ovest sulla Sardegna, anche forti, con dei rinforzi, da sud , scirocco sul versante adriatico.

Mercoledì, al nord e lungo le tirreniche, tempo non malaccio, con cielo per lo più tra poco nuvoloso e variabile. Piogge tra le Marche, l’Abruzzo in giù. Qualche precipitazione verso sera sul Friuli. Tempo piovoso al sud, meglio sulla Sardegna. Venti non molto diversi dal giorno precedente, anche se il maestrale sarà più attenuato; temperature senza grosse variazioni di rilievo ovunque.

Giovedì, continuerà sempre la fase depressionaria su buona parte del mediterraneo occidentale, con l’Italia di nuovo alle prese con del tempo fortemente instabile quasi ovunque, soprattutto tra il pomeriggio e la sera. Neve lungo l’arco alpino oltre i 1400 m , anche più in giù. Ventilazione in genere da ovest-nord ovest, sulla Sardegna e su gran parte della fascia peninsulare. Variabili sulle regioni settentrionali, temperature in leggero aumento sul centro.

Venerdì, situazione che al momento appare con tempo molto instabile tra nord, centro e sud, con precipitazioni in alcuni casi anche di forte entità. Nevicate copiose lungo l’arco alpino e sulle prealpi oltre i 1500 m circa. Giornata insomma che appare davvero autunnale in tutti i sensi. Venti da sud ovest, temperature in aumento al sud e sui versanti adriatici del centro con valori sugli 8°c circa ad 850 hpa.

Sabato, continuerà l’instabilità, con fenomeni sempre diffusi al nord con neve sulle alpi. Piogge anche lungo la fascia peninsulare, mentre qualche rovescio, ma più isolato potrà essere presente su Sardegna e Sicilia. Venti da sud ovest, temperature in aumento al centro sud, anche sensibilmente con valori ad 850 hpa tra gli 8 e gli 11°c, in calo sul nord ovest, con circa 0°c alla quota di circa 1400 m in libera atmosfera. Venti da libeccio.

Infine Domenica, giornata che appare sotto lo scirocco piuttosto impetuoso, potrà essere instabile sulle regioni settentrionali, con piogge e nevicate sulle alpi. Molto mite tra il centro ed il sud, tuttavia temperature in lieve rialzo al nord.

 

In Abruzzo.

Continuerà anche sulla nostra regione il tempo decisamente instabile,con piogge copiose nella giornata di Martedì e Mercoledì. Poi, è probabile che Venerdì potremo avere dei fenomeni in qualche caso tra moderati e forti, ma in un contesto molto mite per i venti tra libeccio e scirocco.

Settimana con tempo decisamente instabile da nord a sud.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dal 4 al 10 Novembre 2019.

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

Con l’ingresso del mese di Novembre, le condizioni meteo sono cambiate un po' ovunque sul territorio Italiano. Infatti, la grande depressione nord atlantica, è scesa di latitudine, facendo affluire di conseguenza delle intense correnti da libeccio appunto sulla nostra penisola, cariche di precipitazioni, soprattutto sui versanti esposti allo stau sud occidentale. Nel corso della settimana, avremo infatti diverse occasioni per questo tipo di tempo, tra fenomeni, talvolta intensi e delle schiarite. Ma vediamo con ordine, ciò che potremo avere in queste giornate.

Intanto, Lunedì 4, al mattino, il cielo si presenterà nuvoloso al nord ovest, nord est e dal centro verso le regioni meridionali. Saranno possibili delle precipitazioni sul Triveneto, e dall’Abruzzo in giù. Nel corso del pomeriggio, i fenomeni saranno ancora presenti sul Lazio, la Campania, la Calabria. Venti da ovest, un po' ovunque, temperature in calo con valori ad 850 hpa sui 4°c sull’arco Alpino e sugli 8°c sulle rimanenti zone.

Martedì, le correnti torneranno ad orientarsi da libeccio. Al mattino, cielo nuvoloso su gran parte delle regioni settentrionali,con dei fenomeni tra moderati e forti sul Triveneto. Neve su alpi e prealpi al di sopra dei 1500 m circa. Piogge su tutti i versanti tirrenici in estensione dal pomeriggio anche verso levante. Temperature stazionarie al nord, in aumento al centro ed al sud, venti, da sud ovest.

Mercoledì, fenomeni a carattere sparso sulle regioni settentrionali, su quelle centrali e meridionali, soprattutto fascia tirrenica. Piogge sulla Sicilia e Sardegna ovest.Ventilazione occidentale, temperature in calo al centro.

Giovedì, qualche debole nevicata lungo le alpi, intorno ai 1400 m circa, piogge più presenti seppur a carattere di rovescio, sulla Liguria e parte della Toscana. Fenomeni tra moderati e forti tra sud Campania, Basilicata, Calabria, Puglia, Sicilia. Situazione discreta sulle rimanenti zone. Venti da ovest al centro nord, da nord nord est dal Molise in giù. Temperature in diminuzione un po' ovunque, con valori ad 850 hpa sui 2°c sulle alpi, 4°c in val Padana, 6 / 8°c tra centro e sud.

Venerdì, al momento la situazione appare più orientato su un tempo più fresco o freddo come sulle alpi, ove sarà possibile avere una 0°c ad 850 hpa. Tempo nuvoloso al nord con dei fenomeni sparsi che lungo le aree alpine saranno nevose oltre i 1100 m , localmente più in basso. Tempo instabile tra la Toscana, l’Umbria, Marche, Lazio , Abruzzo, Molise, con piogge e qualche nevicata lungo l’appennino a quote superiori ai 2000 m. Piogge anche su Sardegna, ovest Sicilia, fascia tirrenica tra Campania e Calabria. Venti in genere da ovest, temperature in calo ovunque di almeno un paio di gradi.

Sabato, al mattino, fenomeni sul nord est, con nevicate oltre i 1000 m, peggioramento anche dalla Toscana alla Lucania se non più giù, con dei fenomeni moderati in estensione dal tardo pomeriggio anche sulle regioni del versante adriatico. Neve lungo l’appennino centrale oltre i 1300 m , localmente più in basso. Piogge moderate anche sulla Sardegna e ovest Sicilia. Temperature in calo ancora quasi ovunque, venti da maestrale forte sulla Sardegna occidentale, moderate con dei rinforzi sulle tirreniche. Tendenza dai quadranti orientali sulle adriatiche.

Domenica, la tendenza, ma ancora bassa se vogliamo al momento, appare in generale miglioramento, con cielo poco nuvoloso su molte aree del centro, mentre qualche fenomeno sarà possibile sulle alpi, tra la Calabria e la Sicilia, sulla Sardegna. Temperature in lieve flessione, venti dai quadranti occidentali, forti sulla Sardegna, moderati sulla fascia peninsulare.

 

In Abruzzo.

Piogge a carattere sparso Lunedì, mentre Martedì , nel corso del pomeriggio saranno moderate, per il ritorno delle correnti da libeccio. Mercoledì, giornata discreta, non male neanche Giovedì tutto sommato, ma con la colonnina di mercurio in calo di alcuni gradi. Venerdì ritorno a dei fenomeni, moderati tra il pomeriggio e la sera, con la possibilità di nevicate oltre i 2000 m. Sabato tempo variabile al mattino, peggioramento da metà pomeriggio con piogge e nevicate oltre i 1400 m circa. Temperature in calo, venti da ovest, nelle aree interne, est-sud est coste. Domenica la momento appare una giornata abbastanza buona, ma abbastanza fresca, per le temperature che caleranno ancora di un paio di gradi.

Ancora tempo stabile, ma da Martedì, inizia un cambiamento in estensione ovunque.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dal 28 Ottobre al 3 Novembre 2019.

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

Ci stiamo per lasciare alle spalle un Ottobre davvero mite, con temperature elevate per il periodo ovunque. Ci sono stati dei fenomeni in qualche caso intensi come sul nord ovest ed ultimamente anche sulla Sicilia con allagamenti, frane ed altro. Su altre regioni, invece, non è praticamente successo nulla e le piogge mancano oramai da tempo. La situazione, tuttavia, sta per cambiare, in quanto, a parte Lunedì, già da Martedì inizieranno a tornare dei fenomeni dapprima sulle regioni settentrionali ed a seguire su quelle del centro ed al sud, tra il 30 Ottobre ed almeno per tutto il primo Novembre. Poi, nel week end, potrà essere la volta di un nuovo guasto, sempre ad iniziare dalle regioni di nord ovest. Insomma il periodo di siccità che continua a persistere su molte regioni, pare che abbia i giorni contati. Ma vediamo, cosa potrà appunto accadere.

Lunedì, al mattino, nuvolosità variabile sul nord ovest, in estensione anche sul resto del settentrione, Toscana, nord Marche. Possibilità nel corso del pomeriggio di qualche precipitazione sparsa sui versanti di confine. Sul centro, sereno o poco nuvoloso nelle ore mattutine, possibilità di velature nel corso del pomeriggio. Buono al sud. Temperature in lieve calo al nord, stazionarie al centro ed al sud, venti da est sull’adriatico, da ovest lungo la fascia tirrenica.

Martedì, nuvoloso sulle regioni settentrionali dal mattino, con qualche precipitazione sparsa, più presente lungo l’arco alpino. Estensione della nuvolosità già dal primo pomeriggio su buona parte della Toscana, Umbria, Marche, con dei fenomeni in qualche caso moderati. Dal Lazio ed Abruzzo in giù, cielo poco nuvoloso con delle velature sulla parte restante del centro, buono al sud. Temperature in calo sul nord est, centrali adriatiche e parte del sud; venti occidentali specie sulla Sardegna e zone tirreniche con dei rinforzi.

Mercoledì, inizierà ad affluire dell’aria piuttosto fresca dai quadranti orientali, le quali contribuiranno ad un peggioramento delle condizioni meteo man mano un po' ovunque. Al mattino, piogge su buona parte del nord, con delle nevicate oltre i 2000 m , ma in calo nelle ore successive. Tendenza al peggioramento anche sul centro e parte del sud con dei fenomeni dapprima a carattere sparso, poi più accentuate durante la notte. Sulle rimanenti zone, nuvolosità in aumento, con qualche pioggia sparsa su Calabria e durante la notte sulla Sicilia. Un po' migliore la situazione sulla Sardegna. Temperature in calo su alto e medio adriatico e parte del nord, ventilazione tendente a provenire da nord est.

Giovedì, ultimo giorno del mese, al mattino precipitazioni, in qualche caso forti sull’Abruzzo orientale, fenomeni anche su Molise e tutto il resto del sud, Sicilia compresa. Qualche pioggia su nord Sardegna. Al nord e buona parte delle tirreniche, tempo discreto con cielo poco nuvoloso o al massimo della nuvolosità sparsa su sud Toscana,Umbria e Lazio. Nubi più presenti sulle Marche. Temperature in calo sul nord e sulle centrali e successivamente sulle regioni meridionali ( tra 4/5°c al settentrione, 6°c al centro, 10°c al sud ad 850hpa). Ventilazione da nord est, moderati con dei rinforzi al centro.

Venerdì 1 Novembre, festività di Ognissanti, buono al nord e su tutte le tirreniche. Buono anche fino alle Marche, nuvolosità variabile sull’Abruzzo, piogge dal Molise in giù, anche moderate in qualche caso tra Lucania, Calabria, Sicilia. Fenomeni sparsi anche sulla Sardegna sud orientale. Temperature in calo al centro ed al sud, stazionarie altrove.

Sabato 2 Novembre, giorno dedicato a Tutti i nostri defunti, saràpossibile un nuovo peggioramento sul nord ovest, con dei fenomeni anche tra moderati e forti sul Piemonte. Sul nord est, nuvolosità variabile, sul centro tempo stabile e soleggiato, al sud ancora qualche incertezza sulla Calabria e la Sicilia. Venti ruoteranno da sud sud est, temperature in calo al sud, mediamente i valori saranno intorno agli 8/9°c ad 850 hpa.

Domenica, tempo variabile con dei fenomeni sulle regioni settentrionali, piogge tra Toscana, Umbria, Marche, Abruzzo e Lazio. Discreto al sud. Venti da scirocco, temperature in calo al nord, stazionarie al centro sud.

In Abruzzo.

Dalle giornate di tempo soleggiato e stabile e soprattutto calde, passeremo ad un tempo più consone con il periodo in essere. Tra Mercoledì e Giovedì saranno possibili dei fenomeni in qualche caso anche forti lungo le aree orientali. Venti da nord est, calo delle temperature, qualche nevicata in quota tra il Gran Sasso e la Majella. Migliora nel giorno festivo di Venerdì, buono Sabato, Domenica invece potrà esserci spazio per delle nuove precipitazioni.

Settimana con instabilità più presente al nord, meglio tra regioni centrali e sud.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dal 14 al 20 Ottobre 2019.

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

Giornate assolate su molte zone della penisola, qualche nube alta e stratificata a farci compagnia ma nulla più. E’ questa la situazione che stiamo vivendo negli ultimi giorni, situazione che si presenta anche con delle temperature massime piuttosto elevate per il periodo, dato il campo termico in quota. Per farla breve, nei prossimi giorni, avremo tempo discreto o buono un po' ovunque, con una tendenza ad un peggioramento delle condizioni al nord ovest verso sera. Martedì rovesci su gran parte delle regioni settentrionali e centrali tirreniche, meglio altrove. Un po' d’instabilità a seguire nel giorno successivo e poi tempo in generale miglioramento. Forse un nuovo peggioramento nel week end al nord ovest, ma vediamo giorno per giorno l’evoluzione.

Lunedì al mattino, il cielo inizierà a presentare della nuvolosità al nord ovest, che via via tenderà ad essere sempre più estesa e compatta. Saranno possibili delle precipitazioni sulla Liguria, piuttosto deboli, così come anche in qualche zona costiera della Toscana. Altrove cielo tra poco nuvoloso e variabile come sul resto del nord est e delle Marche, meglio dall’Abruzzo in giù. Temperature in calo al nord, stazionarie altrove con circa 12°c ad 850 hpa. Venti da sud ovest, tranne lungo la fascia del medio e basso adriatico, ove saranno orientali.

Martedì, tempo piuttosto chiuso al nord, con fenomeni tra moderati ed in qualche caso forti sulla parte ovest. Precipitazioni in estensione anche sul resto delle regioni settentrionali. Possibilità di piogge prima di sera anche su Toscana, Lazio. Sulle restanti zone, cielo nuvoloso o tra poco nuvoloso e variabile al sud. Ventilazione in genere meridionale, temperature pressochè stazionarie, un po' ovunque con valori sui 10°c al nord e 12°c al centro ed al sud, sempre ad 850 hpa.

Mercoledì, situazione in generale miglioramento, seppure rimarranno delle occasioni per dei rovesci isolati specie nelle aree centrali. Temperature in calo al nord di un paio di gradi, stazionarie altrove, venti da sud ovest nell’aquilano, da nord est sulla fascia costiera.

Giovedì, non sembra cambiare granchè, tempo buono un po' ovunque, qualche fenomeno sulla Liguria, di debole entità. Sulle rimanenti zone, bel tempo con degli addensamenti ma nulla più. Temperature senza variazioni di rilievo , venti non molto diversi dal giorno precedente.

Venerdì, giornata abbastanza buona un po' ovunque. Temperature stazionarie sui valori del giorno prima, ventilazione da ovest-sud ovest lungo il tirreno, da est-nord est altrove, deboli.

Sabato, la parte meridionale della depressione atlantica, tenderà a scendere verso il nord ovest Italiano, in modo che torneranno dei fenomeni a carattere moderato o anche forti nel corso della giornata. Venti non del tutto diversi dal giorno prima, temperature in lieve aumento al centro nord.

Domenica, precipitazioni diffuse, su buona parte delle regioni settentrionali, Toscana e parte del Lazio. Altrove cielo tra variabile e nuvoloso, un pochino meglio al sud. Temperature in lieve aumento al nord, stazionarie al centro. Venti meridionali.

In Abruzzo.

Lieve passaggio instabile tra Martedì e Mercoledì, poi ritorno di tempo stabile e buono. Week end bello il Sabato, variabile Domenica. Clima mite per il periodo in essere.

Ritorno di condizioni anticicloniche, qualche disturbo sull’arco alpino, specie orientale.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dall’ 8 al 13 Ottobre 2019.

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

Le condizioni meteo, soprattutto al centro sud, stanno mostrandosi ancora orientate sull’instabilità con delle correnti fresche dai quadranti nord orientali. Ma è una situazione destinata, a cedere il passo, ben tosto, ad un campo anticiclonico ben organizzato, che tenderà a riportare tempo buono un po' ovunque. Forse solo l’arco alpino, potrà risentire di condizioni meteo nel corso di Mercoledì, ma sarà solo un passaggio, a carattere comunque moderato.

Altrove, come dicevamo, le condizioni meteo appaiono buone, a parte qualche addensamento pomeridiano, ove sarà possibile qualche debole precipitazione, ma nulla più.

Pertanto la giornata di Martedì 8, l’area depressionaria si sarà allontanata e pertanto, al nord il cielo sarà poco nuvoloso nell’intero arco della giornata, più che altro della nuvolosità alta e stratificata potrà trovare spazio nel pomeriggio. Buono anche sulle regioni centrali, mentre dei disturbi saranno possibili tra la Calabria e la Sicilia, ma in via di attenuazione. Banchi di nebbia al mattino al nord, come val Padana e nelle vallate del centro. Ventilazione generalmente da est-nord est.

Mercoledì, al nord, discreto al mattino, ma con una tendenza ad un aumento della nuvolosità ad iniziare dal nord ovest. Piogge e temporali lungo tutto l’arco alpino, nel corso del pomeriggio e verso sera, qualche nevicata oltre i 1800 m circa. Sulle restanti regioni, cielo poco nuvoloso con qualche addensamento nei pressi dei rilievi più elevati. Temperature in aumento al centro ed al sud con valori ad 850 hpa sui 10 / 12°c, in calo sulle regioni settentrionali. Venti da ovest, al nord, da sud ovest altrove.

Giovedì, altra giornata sostanzialmente buona. Qualche addensamento sull’Emilia e parte delle regioni centrali, ove non sarà da escludere qualche precipitazione sull’Emilia e tra Toscana ed Umbria nel pomeriggio. Buono al sud. Ventilazione occidentale quasi ovunque, sa sud sulla Puglia , sud est, coste adriatiche, temperature in leggero aumento al nord pressochè stazionarie altrove.

Venerdì, campo anticiclonico ben messo sulla nostra penisola. Tuttavia, per i venti da nord est, saranno possibili degli addensamenti su sud Emilia, Marche, Abruzzo, da stau, con qualche debole pioggia. Temperature in calo sul Triveneto e medio adriatico. Altrove tempo bello e temperature per lo più stazionarie.

Sabato, giornata con tempo stabile su tutta Italia. Temperature stazionarie al centro sud, in aumento di alcuni gradi al nord. Venti da direzione variabile.

Domenica, infine, altra giornata senza grandi situazioni di rilievo, a parte della nuvolosità di passaggio nelle ore pomeridiane sul nord, con degli addensamenti e sulla fascia centrale di tipo alte e stratificate. Qualche breve precipitazione sulla Liguria, di debole entità. Temperature senza nessuna variazione di rilievo, venti generalmente da sud ovest.

In Abruzzo.

Sarà una settimana, dopo questo Lunedì ancora un po' instabile, con tempo generalmente buono e soleggiato a parte qualche addensamento sui rilievi. Clima mite e ventilazione più che altro dai quadranti orientali.

Verso un tempo instabile con temperature in diminuzione.

by Thomas Di Fiore

Le previsioni meteo dal 30 Settembre al 6 Ottobre 2019.

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

In queste ore stiamo assistendo ad un tempo quasi dal sapore estivo soprattutto nelle località poste in basso, ed un po' in tutta Italia. Un po' tutti abbiamo notato che l’uragano Lorenzo, ha ripreso forza ( addirittura 5) e che sta per arrivare sulle isole Canarie per poi salire più su, forse rimanendo più sull’atlantico che seguire la traiettoria dell’ Irlanda,come sembrava nei giorni scorsi,per poi congiungersi ad una depressione e continuare appunto con essa, in modo non così violento. Per farla breve, invece, da noi, delle correnti più fresche, provenienti dai quadranti nord orientali, daranno luogo alla formazione di un minimo depressionario sull’ Italia, con delle condizioni meteo instabili a partire da Mercoledì fino a Venerdì. Le temperature certamente scenderanno di vari gradi ed i venti andranno rinforzando da grecale. Poi, nel week end, le condizioni meteo appaiono di nuovo con tempo generalmente migliore su quasi tutta la penisola.

Lunedì 30 Settembre, ultimo giorno del mese, il campo anticiclonico manterrà ancora bene sulla nostra penisola. Al nord, al centro ed al sud, al mattino, poche nubi ovunque. Nel pomeriggio, saranno possibili degli addensamenti, ove più ove meno, con il rischio di qualche debole fenomeno sull’appennino centro settentrionale. Temperature pressochè stazionarie, ventilazione quasi ovunque dai quadranti occidentali, con la possibilità di lieve foehn sui versanti adriatici.

Martedì 1 Ottobre, ancora bello al mattino, ma nuvolosità in aumento sulle regioni settentrionali, con qualche fenomeno sparso sull’arco alpino, val Padana, nel corso delle ore pomeridiane. Al centro, dal primo pomeriggio, possibilità di fenomeni deboli tra la Toscana e le Marche. Altrove cielo poco nuvoloso per tutta la giornata. Venti sempre da ovest, temperature in leggero calo al nord e su parte del centro.

Mercoledì, inizierà a cambiare più marcatamente qualcosa. Le correnti da nord est, legate alla depressione posizionata sulla penisola Scandinava, inizieranno ad arrivare sul nord Italia, dalla porta della bora. Sulle regioni settentrionali, già dal mattino saranno possibili dei fenomeni, che via via saranno anche di forte intensità sul Triveneto. Sul centro, piogge, sporadiche tra la Toscana, le Marche, l’Umbria, confini tra Lazio ed Abruzzo. In serata fenomeni anche tra la Campania, Calabia tirrenica, Sicilia. Qualche pioggia anche sulla Sardegna. Venti da nord est su buona parte del nord, altrove ancora da ovest-sud ovest, moderati.

Giovedì, giornata che appare molto instabile al centro sud, con precipitazioni anche tra moderati e forti tra le Marche, l’Abruzzo, Molise , Basilicata e Campania. Qualche pioggia sparsa sulla Puglia e la Calabria tirrenica e nord Sicilia. In serata i fenomeni tenderanno a portarsi più sui versanti occidentali. Al nord tempo discreto con ampie schiarite, un po' ovunque. Temperature in calo ( valori tra i 5 ed i 6°c al nord est e versante adriatico fino sull’Abruzzo, tra 10 e 12°c sul nord ovest , centrali tirreniche e sud; venti moderati con dei rinforzi da nord est, su buona parte delle regioni settentrionali, da nord ovest al sud, per la circolazione ciclonica.

Venerdì, ancora venti da est, nubi sparse al nord, al centro su Abruzzo, Molise e Puglia, con scarse occasioni per delle piogge. Sulle regioni meridionali, ancora dei fenomeni tra Calabria e Sicilia. Tempo tuttavia verso un generale miglioramento. Temperature ancora in calo sulle centrali adriatiche, venti da est nord est.

Sabato, al momento appare una giornata con tempo abbastanza buono su tutto il territorio Italiano. Possibilità di addensamenti lungo i rilievi montuosi, ma davvero scarse le possibilità per delle precipitazioni. Temperature in aumento, ventilazione quasi ovunque da nord est, tra deboli e moderati.

Infine uno sguardo a Domenica, che appare discreto ovunque, soltanto con della nuvolosità sui quadranti nord occidentali. Venti da sud ovest, sulle tirreniche, da nord est sulle adriatiche ed al nord, deboli. Temperature in aumento di un paio di gradi al nord, qualcosa in più al centro ed al sud.

 

In Abruzzo.

Avremo ancora delle belle giornate calde ed assolate, poi da Mercoledì pomeriggio inizierà a cambiare qualcosa, ancora più accentuato nella successiva giornata di Giovedì, con tempo instabile per tutta la giornata. Non sarà esclusa qualche prima nevicata sulle vette più elevate del Gran Sasso e della Majella per le temperature che scenderanno di vari gradi per i venti da nord est. Venerdì discreto, ma molto fresco, Sabato e Domenica, temperature in ripresa e tempo abbastanza buono.