1° Aggiornamento Tendenza Meteo 1°/2/3 Gennaio 2019

Published in News Meteo

Ben ritrovati in questo nuovo approfondimento meteo...

  

Come anticipato in precedenza, le regioni centro-meridionali sono attualmente interessate, seppur marginalmente, da masse d'aria fredda in discesa dall'Europa nord-orientale che già stanno favorendo condizioni di instabilità atmosferica anche in Abruzzo e, nella giornata di domani, determineranno un primo e sensibile calo delle temperature. In queste ore (17.45) sono in atto, come previste, precipitazioni a carattere temporalesco nelle aree del Sangro e vastese.  Domani (31 dicembre) sono attese precipitazioni sparse, di debole o a tratti moderata intensità ed intermittenti tra il pomeriggio/sera e la prima parte della nottata in cui brinderemo al nuovo anno. La neve potrà farsi vedere, entro la tarda serata/nottata, a quote superiori i 500/700m con fiocchi nell'entroterra abruzzese fin sui 300/400m. Grecale in rinforzo con raffiche sostenute lungo la fascia costiera, di conseguenza mareggiate. Infine temperature in diminuzione nel corso della giornata di domani, da segnalare che il vento tenderà ad acuire la sensazione di freddo sul nostro corpo. Per chi festeggia capodanno all'aperto, consigliamo abbigliamento piuttosto pesante e ombrelli a portata di mano.

Modele GFS - Carte prévisions
Immagine relativa alle precipitazioni previste per domani sera.

Lo scenario meteorologico, a seguire, vedrà un momentaneo miglioramento dalla tarda mattinata del 1° Gennaio e per le successive 24h grazie ad una temporanea rimonta dell'alta pressione che precederà l'arrivo di masse d'aria gelida dalla serata/nottata del 2 e nel corso della giornata del 3 gennaio. Soffermarci sui minimi dettagli non è ancora possibile. Quello che vi riportiamo è un quadro generale su quanto emerge dalle ultime emissioni modellistiche, per cui nei prossimi giorni non mancheranno nuovi aggiornamenti per capire, al meglio, l'evoluzione che ci aspetterà per le prossime giornate.

Modele GFS - Carte prévisions


Il miglioramento atteso a cavallo tra 1° gennaio e mattinata del 2 e le masse d'aria gelida in arrivo nella notte tra 2 e 3 gennaio.

-2 GENNAIO = Dopo una mattinata, probabilmente, stabile e soleggiata e con valori termici in temporaneo rialzo, dal pomeriggio/sera irromperebbero masse d'aria più fredda dai Balcani. Avvertiremo principalmente il netto calo termico che, soprattutto dalla serata/nottata, sarà piuttosto sensibile lungo la fascia orientale della nostra regione. E' atteso un deciso e alquanto concreto rinforzo dei venti di Grecale che potrebbe far registrare raffiche molto forti lungo la fascia Adriatica e dunque esporre le coste a robuste mareggiate. Infine, non meno importanti, sono previste precipitazioni in sviluppo proprio sull'Adriatico centrale, le quali avanzerebbero sulla nostra regione nell'arco della seconda metà della giornata del 2 gennaio. Le precipitazioni assumerebbero carattere nevoso inizialmente a quote alto collinari (500/600m) ma entro la nottata, modelli alla mano, non si potrebbe escludere la possibilità che la neve si faccia vedere anche a quote di pianura. Da prendere in considerazione che, essendo aria molto fredda che scorrerà sulla superficie del mare ancora molto calda ed umida, il contrasto termico potrebbe far generare anche fenomeni a carattere temporalesco e, di conseguenza, favorire fenomeni grandinigeni meglio conosciuti come graupeln (chicchi di neve tonda), ma su quest'ipotesi ci torneremo non appena gli aggiornamenti confermeranno ogni singolo scenario qui sopra riportato.

Modele GFS - Carte prévisions
Precipitazioni ipotizzate nella serata del 2 (quadro da confermare)

- 3 GENNAIO = Sempre modelli alla mano, fino alla mattinata potrebbero verificarsi nevicate a tutte le quote ma in giornata potrebbe esserci una parziale e momentanea attenuazione dei fenomeni in quanto, dalla serata/nottata e probabilmente nella giornata successiva, i fenomeni tenderebbero a riproporsi nel corso del giorno 4 gennaio.

Modele GFS - Carte prévisions

Modele GFS - Carte prévisions

La parziale attenuazione prevista nella giornata del 3 ed i nuovi fenomeni che potrebbero riproporsi nella giornata del 4 (anche in questo caso, quadro che necessita di nuovi ed opportuni aggiornamenti)

Le temperature, nelle giornate del 3 e del 4 gennaio, andrebbero di diversi gradi al di sotto delle medie stagionali, per cui in molte località abruzzesi, se non addirittura per una buona parte del territorio regionale, potrebbero registrarsi le cosiddette giornate di ghiaccio, giornate in cui né i valori minimi, né i valori massimi superano lo 0°C.

Modele GFS - Carte prévisions

Non ci resta altro che attendere nuovi aggiornamenti dai modelli matematici. Torneremo a scrivere il quadro completo e dettagliato ad anno nuovo, ovvero il 1° gennaio 2019. Restate aggiornati!