2° Aggiornamento Tendenza Meteo - Prima Settimana di Gennaio

Published in News Meteo

Appare possibile una parentesi d’ inverno.

Le previsioni meteo dal 31 Dicembre 2018 al 6 Gennaio 2019.

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

Con il 2018 al suo termine, anche l’anticiclone sembra che vorrà salutare alcune delle nostre regioni centro meridionali, per l’arrivo di fredde correnti dai quadranti nord orientali. In sintesi, al nord, le condizioni rimarranno tuttavia buone, ma con la colonnina di mercurio che scenderà di diversi gradi. Discreta la situazione sull’alto e medio tirreno, ove non mancherà la tramontana, mentre da parte delle Marche in giù, specie, Abruzzo, Molise e praticamente gran parte delle regioni meridionali, i venti da grecale, apporteranno un clima invernale, con qualche fenomeno nella notte di San Silvestro e quota neve intorno ai 700 m sull’appennino centrale, qualche centinaio di metri più su su quello meridionale. Dopo una breve attesa tra il giorno 1 ed il 2, sembrano quasi concordi tutti i modelli per dell’aria piuttosto fredda ( valori sui -8°c ad 850 hpa), di nuovo sulla nostra penisola, propriamente sulle centrali adriatiche ed al sud, con fenomeni, che saranno nevosi quasi fino in pianura tra le Marche meridionali, l’Abruzzo ed il Molise, mentre a quote molto basse su Irpinia, Lucania, Calabria, oltre i 600 m in Sicilia. Questo in breve il quadro dei prossimi giorni. Da Domenica, 6 Gennaio, giorno dell’Epifania, la situazione sembra discreta, un po' in tutta Italia, ove torneranno ad aumentare, seppur di non molto le temperature.

Intanto, Lunedì 31 Dicembre, ultimo giorno dell’anno, il cielo al mattino sulle regioni settentrionali, presenterà qualche nube alta e stratificata; addensamenti verso il confini Friulani con la Slovenia. Al centro, cielo poco nuvoloso tra Marche, Toscana Umbria; nuvole sull’Abruzzo e Molise con qualche fenomeno a carattere sparso, nevoso oltre i 1000 m, in calo dal pomeriggio sui 700 m circa. Al sud, cielo variabile, con addensamenti su est Puglia e Calabria Ionica, ove non si esclude qualche fenomeno , nevoso oltre i 1000 m in serata sui rilievi Silani. Piogge e nevicate in quota oltre i 1200 m su Nord Sicilia. Situazione che resterà press a poco così anche durante la notte e quindi all’ingresso del nuovo anno. Venti da direzione variabile tra nord e centro, da nord est, dall’Abruzzo in giù, anche forti su Puglia, Lucania, Sicilia.

Martedì, giorno di Capodanno 2019, giornata di tregua con cielo poco nuvoloso al nord, con nebbie mattutine nella val Padana ed in quelle alpini. Qualche nube presente a carattere sparso tra il medio adriatico ed il sud, ma con scarse possibilità di fenomeni. Temperature stazionarie sulle regioni settentrionali, in lieve aumento al centro, stazionarie al sud, dove farà più freddo.

Mercoledì, nel corso della giornata, si porteranno nuovamente sull’Italia peninsulare, delle fredde correnti nord orientali, le quali, dal primissimo pomeriggio inizieranno ad apportare dei fenomeni tra la Romagna , le Marche, l’Abruzzo, il Molise, con fenomeni via via sempre più estese. Nevicate a quote molto basse ( 200 / 300 m). Sui versanti tirrenici cielo poco nuvoloso, con addensamenti più presenti dalla Campania in giù. Tempo buono al nord e freddo. Venti moderati con dei rinforzi su tutta la fascia peninsulare, temperature in deciso calo, soprattutto versante adriatico.

Giovedì, sempre tempo instabile, specie per effetto stau dalle Marche in giù, con nevicate fino al piano. Buono al nord, maltempo con neve a basse quote al sud. Venti deboli da direzione variabile al nord, da nord est, anche forti dalle Marche in giù. Ancora maltempo sui versanti adriatici durante la notte su Venerdì, ed anche al sud. Temperature in calo ovunque con valori sui -8°c ad 850 hpa lungo l’adriatico.

Venerdì, neve al mattino, su quasi tutte le Marche, l’Abruzzo ed il Molise, in maniera più decisa sui versanti a stau. Maltempo anche sul resto del sud. Poco nuvoloso al nord e sulle tirreniche. Temperature in calo ancora con valori sui – 9 / -10°c ad 850 hp, sulle adriatiche. Venti moderati da nord est.

Sabato, tempo in miglioramento anche sulle centrali adriatiche, ma tuttavia farà sempre freddo. Ancora qualche nevicata a basse quote al sud, soprattutto tra Puglia e Basilicata. Venti orientali, temperature in ripresa sulle regioni settentrionali, e parte di quelle centrali, stazionarie al sud e la Sicilia.

Infine Domenica,  giorno dell’Epifania, tempo discreta, meglio al nord, ma più capriccioso al sud, con dei fenomeni sparsi. Qualche nevicata a quote basse nel corso del pomeriggio tra Abruzzo e Marche. Venti da est, temperature pressochè stazionarie al nord ed al centro, in leggero aumento al sud.

In Abruzzo.

A quanto pare, il nuovo anno vuole iniziare con tempo piuttosto freddo e neve a quote basse. Dopo un temporaneo miglioramento proprio tra il giorno di Capodanno ed il 2 mattina, torneranno i fenomeni ad iniziare dal versante adriatico in estensione su buona parte della regione, con quota neve che dagli 800 m scenderà fino in pianura nelle ore e giornate successive. I fenomeni saranno più frequenti su quelle località esposte a stau balcanico, come monti della Laga, Gran Sasso, Majella, alto Vastese. Temperature in sensibile diminuzione con valori ad 850 hpa tra Giovedì e Venerdì sui -9 / -10°c.

Faccio a Tutti, i miei migliori auguri di uno strepitoso 2019 !