Passaggio piuttosto freddo sulle regioni centrali e meridionali con le prime nevicate sull’appennino.

Published in News Meteo

Le previsioni meteo dal 9 al 15 Dicembre 2019.

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris]

 

Le temperature miti di questi ultimi giorni, subiranno un calo, un po' ovunque, specie settori centrali adriatiche e meridione, per delle correnti fredde da nord est, che daranno tuttavia la formazione di un minimo depressionario che apporterà dei fenomeni appunto dall Abruzzo in giù. La quota neve, scenderà fin sugli 800 m, occasionalmente anche un po' più giù. Questo tra Martedì e probabilmente Mercoledì. Un altro impulso, meno freddo, da nord ovest scivolerà lungo lo stivale, con dei fenomeni, tutt al più moderati nel corso della giornata di Giovedì. Venerdì ancora piogge su molte regioni,poi la situazione sembra andare verso un generale miglioramento.

La giornata di Lunedì, la grande depressione posta tra la penisola Scandinava e le isole Britanniche, tenderà con il suo lembo più meridionale a coinvolgere anche l’Italia. Pertanto saranno possibili dei fenomeni più che altro nevosi sui versanti di confine, altre precipitazioni prenderanno piede sull’appennino settentrionale, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Lazio. Nevicate oltre i 1800 m circa. Altrove giornata discreta, con una tendenza all’aumento della nuvolosità. Temperature in calo dal pomeriggio ovunque ( valori tra la sera e la notte tra gli 0°c dell’arco alpino fin sui 4°c della Sicilia.

Martedì, un minimo depressionario piuttosto blando, posizionato sul basso ionio, farà entrare delle correnti da est nord est, su buona parte della penisola Italiana. Pertanto saranno possibili delle piogge e nevicate oltre i 1000 m circa in mattinata tra bassa Emilia, Marche, Abruzzo , Molise, in estensione nel corso del pomeriggio a tutte le regioni meridionali. Nevicate sull’Abruzzo ed il Molise oltre gli 800 m intorno alla serata, localmente più in basso. A quote più elevate, 1200 m sull’appennino meridionale. Al nord condizioni di tempo soleggiato ma piuttosto freddo. Temperature in calo ovunque, soprattutto su Marche, Abruzzo e Molise.

Mercoledì, giornata buona al nord, a parte il passaggio di nubi alte e stratificate nel pomeriggio, in arrivo da ovest. Sulle regioni centrali, condizioni di bel tempo e abbastanza fresco, con venti da nord est, tra deboli e moderati. Al sud ancora dell’instabilità, con dei rovesci, nevosi sui 1100 m circa. Temperature in aumento al nord, specie zone occidentali, stazionarie con circa -2°c ad 850 hpa al centro ed al sud con 0°c. Possibilità di gelate notturne.

Giovedì, l’atlantico tornerà a farsi sentire, con nevicate sui settori di confine, specie nord ovest, già dal primo mattino; fenomeni a carattere di rovescio in formazione dal pomeriggio anche tra Emilia e Toscana, con qualche nevicata oltre i 1200 m. Altre precipitazione anche tra Umbria, Lazio ed Abruzzo, neve oltre i 1300 m. Possibilità di piogge per effetto stau tra la Lucania e l’appennino Calabro occidentale, nord Sicilia. Meglio altrove e la Sardegna. Venti da nord ovest, al meridione da sud ovest, temperature in calo al nord, stazionarie lungo il centro o lievissimo aumento, in salita di un paio di gradi al sud.

Venerdì, correnti atlantiche da ovest nord ovest; fenomeni sui versanti alpini di confine, soprattutto ad ovest, con nevicate anche abbondanti. Estensione delle nevicate anche sui versanti del Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia , Alto Adige. Precipitazioni dal pomeriggio anche tra Toscana, Emilia, Marche, Abruzzo, Lazio, Molise, Campania, Basilicata e Calabria, con piogge moderate, in qualche caso forti, ove sarà presente lo stau occidentale. Nevicate tra i 1200 ed i 1400 m. Venti moderati con dei rinforzi da ovest-sud ovest. Temperature in aumento al centro ed al sud, stazionarie altrove.

Sabato, ancora fenomeni, quindi nevicate,in alcuni casi forti lungo le aree alpine, specie di confine. Altrove ci sarà spazio per qualche pioggia, ma nulla più. Ventilazione in genere occidentale, anche forti sulla Sardegna, temperature in aumento un po' ovunque, sensibilmente al centro sud.

Infine arriviamo a Domenica 15, che al momento appare una giornata discreta in tutti i sensi, con cielo tra poco nuvoloso e variabile un po' ovunque. Scarse le possibilità di precipitazioni, temperature in rialzo su tutta la penisola con valori ad 850 hpa tra i 4°c delle regioni settentrionali , passando per i 7/8°c di quelle centrali ed i 10/11°c di quelle meridonali. Venti da libeccio.

 

In Abruzzo.

Dopo un Lunedì, diciamo di attesa, dalla serata arriveranno dei fenomeni ad iniziare dai versanti occidentali, in estensione su buona parte del territorio. Martedì, tempo più freddo, con venti moderati e dei rinforzi da nord est. Nevicate oltre gli 800 m, localmente più in basso. Temperature in sensibile calo. Mercoledì tempo migliore, ma giornata fredda, mentre nuovo guasto seppur in maniera meno accentuata, nella successiva giornata di Giovedì, ove in serata non sarà da escludere qualche pioggia e nevicata oltre i 1000 m circa su alto Aterno. Venerdì, altre piogge, in qualche caso forti in serata, neve sui 1300/1400 m , temperature in aumento. Meglio nel week end, con un sensibile aumento della colonnina di mercurio.