Bel tempo alternato a passaggi instabili.

Published in News Meteo

Le previsioni meteo dal 24 Febbraio al 1° Marzo 2020.

  
[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris].

Con il primo Marzo, entrerà la primavera meteorologica, come da copione. Certo, veniamo da una situazione invernale (anche se astronomicamente finisce il 21 Marzo) davvero tutt altro che invernale. E se vogliamo farla breve, nei prossimi giorni la situazione continuerà ad essere sulla falsariga dei giorni passati, ove soltanto un veloce fronte perturbato troverà spazio tra Mercoledì e Giovedì a parte qualche locale fenomeno di poca rilevanza.

Pertanto Lunedì al mattino, il cielo sarà poco nuvoloso su gran parte della penisola italiana. Qualche addensamento nel corso della giornata sui versanti occidentali, ma nulla di rilevante e con possibilità praticamente nulle per le precipitazioni. Venti tra ovest nord ovest, temperature pressochè stazionarie.

Martedì, nuvolosità variabile al centro nord con qualche fenomeno nel corso della giornata, tra debole e moderata intensità, specie sui settori di confine. Altrove situazione migliore, con cielo poco nuvoloso. Temperature in calo al centro nord, stazionarie altrove , venti generalmente da ovest, con possibile foehn sull adriatico.

Mercoledì, potrà formarsi un piccolo minimo depressionario sul Triveneto, che tenderà a scorrere lungo la penisola, apportando delle precipitazioni ed un rinforzo dei venti dai quadranti settentrionali e quindi un calo delle temperature ad iniziare dal settentrione. Al mattino, al nord, nevicate sui settori di confine del nord ovest, precipitazioni in estensione sul Triveneto, nevose oltre i 1000 m, ma con quota in calo fin verso i 600 m nel pomeriggio. Sulle regioni centrali, nuvolosità in arrivo da ovest, con fenomeni lungo l’appennino, nevose oltre i 1800 m, ma in calo verso sera sui 1100 m, ed ancora più giù nella notte. Situazione discreta al sud, in attesa dell’arrivo dei fenomeni.

Temperature in calo ovunque ad iniziare dal nord e via via verso il centro ed il sud, con valori che in alcune località arriveranno fin sui -3°c ad 850 hpa, venti in rinforzo da nord nord est.

Giovedì, ancora fenomeni sul medio e basso adriatico con nevicate a bassa quota, instabilità con piogge e nevicate oltre i 900 m su Lucania e Calabria. Il tutto in veloce trasferimento verso sud est, lasciando spazio a cielo poco nuvoloso praticamente dappertutto, tranne che sul nord ovest, specie Valle d’Aosta dove potranno essere presenti delle nevicate fino al fondovalle. Temperature in lieve aumento sulle regioni del nord ovest, in calo al sud, venti da nord ovest al settentrione, da est nord est altrove.

Venerdì, tornano le correnti atlantiche, con qualche addensamento sui versanti esposti e dei deboli fenomeni, ma nulla più. Situazione analoga sui versanti di confine nord occidentali. Temperature in aumento, venti quindi da ovest.

Sabato, ultimo giorno di Febbraio, sempre correnti da ovest, con qualche fenomeno da stau lungo l’appennino e soprattutto sulle alpi nord occidentali. Temperature stazionarie al nord, in aumento altrove.

Domenica 1 Marzo, ingresso della primavera meteorologica, saranno possibili delle precipitazioni a macchia di leopardo al nord ed anche sulle centrali tirreniche. Meglio al sud. Temperature in calo, venti da ovest tra moderati e forti lungo la fascia peninsulare là dove esposto.

 

In Abruzzo.

Continueremo con tempo stabile e mite ovunque, ma con un rapido passaggio freddo da nord ovest prima e da nord est poi, con dei fenomeni che saranno nevose oltre i 1800 m, ma in calo nel primo mattino di Giovedì fin sui 600 m circa. Rapido miglioramento, ed aumento termico per i venti che torneranno a spirare dai quadranti occidentali. Domenica 1 Marzo,tendenza ad un nuovo guasto, con fenomeni sui versanti ovest. Temperature in leggera flessione